Giuseppe Iannozzi, “I baci di Dio” – Su “Le Muse”, Anno XXII, ottobre 2022 la recensione critica alle mie poesie

Giuseppe Iannozzi – I baci di Dio

LE MUSE, Anno XXII, ottobre 2022

recensione critica di Raffaele Piazza

Sul Bimestrale di Arte e Cultura “Le Muse”, ottobre 2022, Raffaele Piazza recensisce le mie poesie “I baci di Dio” (pag. 40). Grazie infinite a Maria Teresa Liuzzo e a tutta la Redazione de “Le Muse”.

Giuseppe Iannozzi

Giuseppe Iannozzi - I baci di Dio - LE MUSE - critica di Raffaele Piazza

Il pdf della recensione

Giuseppe Iannozzi – I baci di Dio – LE MUSE – critica di Raffaele Piazza

LE-MUSE - Anno XXII -ottobre-2022

Sul mio profilo Instagram:

Pubblicato in critica, critica letteraria, critici letterari, cultura, Iannozzi Giuseppe, poesia, rassegna stampa, recensioni | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Le mie recensioni su Rai Cultura – Letteratura

Le mie recensioni su Rai Cultura – Letteratura

Iannozzi Giuseppe

https://www.facebook.com/groups/885548951649528/user/511488883

Pubblicato in Iannozzi Giuseppe, segnalazioni | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su Le mie recensioni su Rai Cultura – Letteratura

“Il male peggiore” e “La lebbra” (Edizioni Il Foglio) – Due romanzi di Giuseppe Iannozzi – Disponibili su tutte le librerie online

“Il male peggiore” e “La lebbra”

Due romanzi di Giuseppe Iannozzi

Disponibili su tutte le librerie online

Edizioni Il Foglio

Titolo: Il male peggiore
Sottotitolo: Storie di scrittori e di donne
Autore: Giuseppe Iannozzi
Editore: Edizioni Il Foglio
Pagine 330
ISBN: 9788876067167
Prezzo: 16,00 €

Il male peggiore - Iannozzi Giuseppe - Edizioni il Foglio

IL MALE PEGGIORE. Storie di scrittori e di donne – In questo romanzo si raccontano le storie di tanti celebri scrittori e delle donne che, bene o male, li hanno accompagnati per un pezzo, più o meno lungo, della loro vita: Cesare Pavese e Doris Dowling, J.D. Salinger e Oona O’Neill, Ernest Hemingway e Mary Welsh, H.P. Lovecraft e Sonia Greene, Henry Miller e Anaïs Nin, Hermann Hesse e Ninon, F.W. Nietzsche e Lou von Salomé, Emilio Salgari e Ida Peruzzi…

Chaplin aveva strappato Oona O’Neill dalle braccia di Salinger; e lui, Giacobbe, non era né l’uno né l’altro, ma Liliana si era portata via da lui […] In fondo Salgàri si era tolto di mezzo perché, per tutta la vita, era stato pure lui un mollaccione, uno che scriveva, uno che non guadagnava mai abbastanza nonostante sgobbasse da mane a sera; e che importava se aveva avuto dei figli da Ida Peruzzi, se questa era finita presto in manicomio. […] Ricordava con una certa nettezza quando, per l’ultima volta, l’aveva incontrato al Caffè Platti di Torino, in quel caffè che non c’è più e che in altri tempi aveva visto fra la sua clientela Luigi Einaudi, Cesare Pavese, Mario Soldati, i coniugi Natalia e Leone Ginzburg, Norberto Bobbio e molti altri nomi celebri. […]
Friedrich Willem Nietzsche aveva corteggiato Lou von Salomé e lei si era presa gioco del suo cuore e della sua genialità. E Nietzsche, con tutto il suo carico di dolore, nonostante l’intelligenza e l’acume spropositato, pian piano avevo ceduto alla pazzia per finire in un cazzo di manicomio a mangiare i suoi stessi escrementi. (Leggi di più su Il blog del Foglio)

Titolo: La lebbra
Autore: Giuseppe Iannozzi
Editore: Edizioni Il Foglio
Pagine 150
ISBN: 9788876064548
Prezzo: 14,00 €

La lebbra - Giuseppe Iannozzi - Edizioni Il Foglio

Martino, dal profondo Sud, dopo la morte dei genitori, decide di cercare fortuna a Torino. Martino disprezza l’Islam e il mondo musulmano; ha letto un solo libro, il sermone (“La rabbia e l’orgoglio”) di Oriana Fallaci. Martino ignora però le cause che hanno scatenato l’11 settembre. Si innamora di Aidha, una ragazza musulmana, ma Aidha è un’esca per prenderlo in trappola. Un noir esistenzialista che strizza l’occhio a Boris Vian.

Giuseppe IannozziIannozzi Giuseppe: (Torino, 1972) è scrittore, giornalista, critico letterario e blogger. È autore dei romanzi Angeli caduti (Cicorivolta edizioni, 2012), L’ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta edizioni, 2013), La cattiva strada (Cicorivolta edizioni, 2014), La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2013). Nel 2016 ha curato e tradotto gli apocrifi bukowskiani Bukowski, racconta! (Edizioni Il Foglio, 2016); nel 2017 ha pubblicato la sua prima antologia poetica, Donne e parole. Sulle orme di Leonard Cohen (Edizioni Il Foglio).
Ha inoltre scritto introduzioni e critiche per diversi autori: Celeste Bruno, Kyara, Francesco De Nigris, Felice Muolo, Dario Arkel, etc. etc. Attualmente collabora con diverse testate online e non.

Pubblicato in ACQUISTA, ACQUISTA DALL'EDITORE, ACQUISTA ONLINE, arte e cultura, cultura, editoria, Iannozzi Giuseppe, letteratura, libri, libri di Iannozzi Giuseppe, romanzi, segnalazioni, società e costume | Contrassegnato , , , , | 1 commento

Addio a Christine McVie, tastierista e voce dei Fleetwood Mac

Addio a Christine McVie, tastierista e voce dei Fleetwood Mac

a cura di Giuseppe Iannozzi

Christine Anne McVie, nata Perfect (Bouth, 12 luglio 1943 – 30 novembre 2022), tastierista e voce dei Fleetwood Mac, è morta all’età di 79 anni dopo una breve malattia.

Il messaggio congiunto della famiglia: “Se ne è andata in pace stamattina. Vorremmo che tutti tenessero Christine nei loro cuori e ricordassero la vita di un incredibile essere umano e di una venerata musicista che era amata universalmente.” Nella dichiarazione si chiede “il rispetto della privacy dei familiari in questi giorni di grande dolore.”

Il messaggio della band: “Non ci sono parole per descrivere la nostra tristezza per la morte di Christine McVie. Lei era davvero una persona unica, speciale e con un talento oltre ogni misura. Era la miglior musicista che uno potesse avere nella propria band, e la migliore amica che uno potesse avere nella propria vita. Siamo stati così fortunati a poter condividere la nostra vita con lei. Individualmente e insieme abbiamo apprezzato profondamente Christine e siamo grati per i fantastici ricordi che abbiamo. Ci mancherà.”

Ricordano l’artista tanti nomi dello spettacolo e non: Duran Duran, Bill Clinton, Gary Camp (Spandau Ballet), etc.

Christine Anne McVie

Fleetwood Mac – You make loving fun (The Dance Live)

https://www.youtube.com/watch?v=lk2yXIGQ394

Pubblicato in musica, spettacoli, YouTube | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Leonard Cohen prima di Leonard Cohen – Andrea Ghiazza – ZONA Music Books

Leonard Cohen prima di Leonard Cohen

Andrea Ghiazza

ZONA Music Books

Leonard Cohen prima di Leonard Cohen - Andrea Ghiazza - Zona

Il lavoro in versi del grande cantautore e folksinger, autore di canzoni memorabili come Hallelujah e Suzanne. Il folgorante percorso letterario che ne ha fatto uno dei maggiori poeti canadesi contemporanei, ben prima del successo in musica

Leggi l’estratto, assaggia il libro >>>

Leonard Cohen è stato uno tra i più grandi folksinger. Pochi sanno però che Cohen nasce artisticamente come poeta: se infatti il suo primo album, Songs of Leonard Cohen, esce nel 1967, quando lui ha già trentatré anni, il suo esordio in poesia, Let Us Compare Mythologies, risale a ben undici anni prima (1956) e suscita immediatamente l’interesse della critica e del pubblico.

Questo libro è centrato proprio sul lavoro in versi di Cohen fino al 1964, un lavoro di altissimo livello che lo ha lanciato ai vertici della poesia canadese contemporanea, ma che paradossalmente (o forse inevitabilmente) è stato in seguito offuscato dal successo in musica. Leonard Cohen prima di Leonard Cohen è in assoluto la prima pubblicazione italiana dedicata in via esclusiva al percorso poetico che ne ha anticipato la grande popolarità come cantautore, e gli restituisce la giusta e meritata considerazione.

ANDREA GHIAZZA. Nato a Genova il 21 dicembre 1995, ha studiato lettere moderne presso l’università Statale di Milano, dove si è laureato con una tesi su Leopardi e Pavese. Ha proseguito gli studi all’università di Bologna, dove si è specializzato nella letteratura, principalmente italiana, del secondo Novecento e degli anni Duemila. A Bologna ha conseguito la laurea magistrale in italianistica con una tesi sulla produzione poetica di Leonard Cohen. Successivamente ha frequentato a Milano il master in editoria della Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori. Ha collaborato alla realizzazione di un manuale di letteratura italiana per i licei per la casa editrice Zanichelli e lavora come collaboratore presso la redazione narrativa italiana e straniera di Mondadori.

Leonard Cohen prima Leonard CohenAndrea GhiazzaZONA Music Books – Prima edizione: ottobre 2022 – Pagine: 270 – ISBN: 9788864389899 – Prezzo di copertina: € 22,00 

Pubblicato in ACQUISTA, ACQUISTA DALL'EDITORE, ACQUISTA ONLINE, arte e cultura, comunicati stampa, consigli letterari, critica letteraria, critici letterari, cultura, editoria, libri, poeti, saggistica, segnalazioni, società e costume | Contrassegnato , , , , , , | 1 commento

Cristina Caloni – Animali bianchi – Golem Edizioni – segnalazione

Cristina Caloni – Animali bianchi

Golem Edizioni

Cristina Caloni - Animali bianchi - Golem edizioni

Un romanzo a episodi che, ruotando intorno alla figura iperbolica dell’affascinante e nevrotica Fran, affronta la delicata tematica del gender e della cultura queer che enfatizza la mutabilità e la provvisorietà delle identità. Mentre Fran, trentenne ricca, cantante alla ricerca del successo, fatica ad accettare la sua omosessualità e pretende di viverla privatamente, percependo il coming out come l’imposizione dell’ennesima etichetta, Amen, co-protagonista misogino, vive in totale libertà le sue molteplici avventure sia con uomini sia con donne. Intanto, la schiva curatrice di mostre Amelia si perde in relazioni disfunzionali e annaspa alla ricerca di un contatto con la madre Ivana, sofisticata borghese con la sindrome di Peter Pan. Abbiamo poi Lucy che cerca di scendere a patti tra ciò che sente di essere e ciò che i genitori, gli amici e la società vorrebbero che diventasse – il figlio integrato, l’icona queer, la battagliera; Neva, vitale ottantenne che si rifiuta di lasciar andare la sua giovinezza e i suoi saldi valori; Sandra, madre di Amen, che si fa cullare da una insipida routine da vedova, concedendosi qualche bicchiere di vino di troppo . II romanzo ha il tono beffardo di una commedia drammatica o, come dice Amen, di una “soap opera radical chic” .

“Il getto le massaggiava le spalle contratte, la pietra calda sotto i piedi la rianimava, i capelli diventavano alghe e lei forse non era più né uomo né donna, era un androgino anfibio messaggero.” Gli animali bianchi sono anime salve, esseri androgini dalla sessualità indefinita, menti incandescenti e irrequiete. I Martini, il sesso, la sottomissione, l’iperlavoro, il giardinaggio, lo sguardo d’adorazione degli altri, la solitudine: ognuno ha le sue dipendenze. Sette umanità variegate che annaspano per non farsi schiacciare dalla linea confine tra hinterland e metropoli, tra famiglie dal profumo dolcigno dei di fiori e amicizie taglienti come schegge di vetro. Un romanzo corale, “hip”, che tra i boa di struzzo delle drag queen al Margot e gli appartamenti fumosi in cui si consuma la sistematica decostruzione dell’amore e della famiglia borghese, offre uno sguardo grandangolare sul passaggio dalla giovinezza alla maturità.

Cristina Caloni è laureata in Filosofia Estetica all’Università Statale di Milano, si è sempre occupata di arte contemporanea, ma ha lavorato in vari settori, dalle risorse umane, all’istruzione, alla politica. Benché esordisca nel 2014 in un’antologia di fantascienza per la casa editrice romana Gorilla Sapiens, il vero debutto avviene nel 2017 con La mia stagione è il buio per Castelvecchi, ripubblicato nel 2021 da Golem Edizioni. Collabora saltuariamente con alcune riviste e blog letterari, tra cui Zeta, Il Foglio Clandestino, Kulturjam.

Cristina CaloniAnimali bianchiGolem Edizioni – Collana: Mondo – Prima edizione: aprile 2022 – Pagine: 172 – ISBN: 9788892910775 – Prezzo di copertina: 15,00 €

Pubblicato in ACQUISTA, ACQUISTA DALL'EDITORE, ACQUISTA ONLINE, arte e cultura, attualità, comunicati stampa, cultura, editoria, letteratura, libri, romanzi, segnalazioni, società e costume | Contrassegnato , , | Lascia un commento

I baci di Dio, la plaquette di Giuseppe Iannozzi – recensione di Raffale Piazza su Literary nr. 11/2022

I baci di Dio, la plaquette di Giuseppe Iannozzi

recensione di Raffale Piazza su Literary nr. 11/2022

Edizione: Le Muse / Reggio Calabria / 2022 / pp. 40

I baci di Dio, la plaquette di Giuseppe Iannozzi

http://www.literary.it/dati/literary/p/piazza/i_baci_di_dio.html

Sul mio profilo Instagram:

Pubblicato in critica letteraria, cultura, Iannozzi Giuseppe, rassegna stampa, recensioni, segnalazioni | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Edith Wharton – La pienezza di vita – Traduzione e cura di Enrico De Luca – OLIGO Editore

Edith Wharton – La pienezza di vita 

Traduzione e cura di Enrico De Luca

OLIGO Editore

La pienezza di vita - Edith Wharton

La pienezza di vita è «un lungo grido di protesta», cioè una prova giovanile un po’ sopra le righe, scritto nel 1891 da Edith Wharton (1862-1937), prima donna a vincere il premio Pulitzer nel 1921 con il romanzo L’età dell’innocenza. È una ghost story sui generis, in cui compaiono temi che ritroveremo nella successiva produzione dell’autrice, come l’ironica metafora sulla natura della donna, le particolareggiate descrizioni di luoghi d’arte italiani che Wharton, da appassionata di storia dell’arte qual era, conosceva molto bene, oltre che il concetto di coscienza dopo la morte.

UN RACCONTO GIOVANILE DELLAPRIMA DONNA A VINCERE IL PREMIO PULITZER

Enrico De Luca è professore a contratto presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università della Calabria. Ha pubblicato varie edizioni critiche e filologiche, tra cui ricordiamo Storia di una capinera di Verga (Caravaggio 2022), ha curato un’antologia petrarchesca (Unicopli 2013) e ha collaborato all’Enciclopedia Machiavelliana (Treccani 2013). Ha tradotto testi di L.M. Montgomery, M.R. James, Dickens, Webster, Nesbit, Stevenson, Jerome, ecc.

Edith Wharton (1862-1937), prima donna a vincere il premio Pulitzer nel 1921 con il romanzo L’età dell’innocenza, fu una scrittrice e una poetessa americana dall’ampia e poliedrica produzione: quindici romanzi, sette romanzi brevi, ottantacinque racconti, poesie, libri di viaggi, di critica letteraria e un’autobiografia.

Edith WhartonLa pienezza di vitaOLIGO Editore – Collana: Daimon – Prima edizione: novembre 2022 – Pagine: 48 – ISBN: 9791281000087 – Prezzo di copertina: 12,00 €

Pubblicato in ACQUISTA, ACQUISTA ONLINE, arte e cultura, attualità, classici della letteratura, comunicati stampa, consigli letterari, cultura, editoria, letteratura, libri, libri di racconti, narrativa, scrittori, segnalazioni, società e costume | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Luca De Angelis – L’uomo pensa, Dio ride – Sottotitolo: Declinazioni dell’umorismo ebraico – Marietti 1820

Luca De Angelis

L’uomo pensa, Dio ride

Declinazioni dell’umorismo ebraico

Marietti 1820

Luca De Angelis - L'Uomo pensa, Dio ride - Marietti 1820

Descrizione

Il carattere dell’umorismo ebraico, che si esprime in un riso tra le lacrime, è identificabile in un’ironia riflessiva, diretta verso sé stessi e gli appartenenti alla medesima comunità di destino. È una disposizione a farsi beffe di sé anche nelle situazioni più difficili.
Vitale reazione all’antisemitismo, essa è un mezzo per eludere i persecutori, ridicolizzare gli autori dei pogrom, difendersi da una realtà di sofferenza rendendola sopportabile anche solo per un istante.
L’umorismo ebraico arriva a coinvolgere anche Dio, messo spesso sotto tiro a battute di spirito, con una riverenza irriverente unica nel suo genere. Perché l’ironia, forse anche più dell’amore, è la migliore forma di immunità contro il fanatismo e l’odio, qualcosa di indispensabile per le relazioni tra gli esseri umani.

Note sull’autore

Luca De Angelis, studioso della condizione ebraica e delle sue modalità di espressione letteraria negli scrittori italiani ed europei, ha insegnato in diverse università (Trento, Trieste e Münster) e attualmente collabora con Pagine Ebraiche.

L’Uomo pensa, Dio ride – Sottotitolo: Declinazioni dell’umorismo ebraico – Luca De AngelisMarietti 1820 – Collana: I Melograni – Prima edizione: ottobre 2022 – Pagine: 280 -ISBN: 9788821110719 – Prezzo di copertina: € 17,00

Pubblicato in ACQUISTA, ACQUISTA DALL'EDITORE, ACQUISTA ONLINE, arte e cultura, attualità, comunicati stampa, consigli letterari, cultura, editoria, letteratura, libri, saggistica, segnalazioni, società e costume | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Il samba di Priscilla – Maurilio Barozzi – Borderfiction Edizioni – segnalazione

Il samba di Priscilla

Maurilio Barozzi

Borderfiction Edizioni

Il samba di Priscilla - Maurilio Barozzi - Borderfiction

Brasile, 2011. Priscilla Amorim, brillante giornalista in carriera, indaga su un faccendiere italiano emigrato a Salvador de Bahia e sul suo giro di modelle-escort. Di lì a poco si troverà precipitata nell’abisso: due reporter italiani scomparsi, una squillo uccisa da un’overdose di eroina e l’esibita influenza mafiosa della famiglia Magellano.
Intanto, a Rio de Janeiro l’avvocato Renato Marconi trama per far riscuotere ai suoi boss – i Pineira, signori della Federcalcio – una milionaria tangente che gli emiri del Qatar hanno promesso in cambio dell’organizzazione dei Mondiali di calcio del 2022.
Quando le brame delle due potentissime casate brasiliane – Magellano e Pineira – entreranno in collisione, lo scontro sarà cieco e senza esclusione di colpi. Mai scesa a compromessi, solo Priscilla può trovare la via della salvezza. Saprà imboccarla?

L’INCIPIT.
Rio de Janeiro, 15/2/2011.
Il direttore del quotidiano A Tarde l’aveva spedita a Rio de Janeiro per intervistare Alexander Braga. Uno che aveva fatto la grana a São Paulo vendendo tanga e rossetti, si era espanso a Rio disegnando cappelli di classe e ora preparava lo sbarco delle sue boutique a Salvador de Bahia.
Opportunità propizia, aveva considerato Priscilla Amorim. E si era messa a studiare tutti gli aspetti della produzione di Braga: assortimento, linea, clientela, bilanci. Aveva anche utilizzato le due ore del volo Bahia-Rio per ripassare la rassegna stampa preparata di persona.
In realtà, quell’incarico le instillava una certa inquietudine. Soddisfazione, senz’altro. Intrecciata però alla responsabilità di un esame. Era sempre un esame le rare volte che il direttore Edivaldo Boaventura inviava giornalisti in trasferta: alla redazione di A Tarde tutti sapevano della pignoleria del vecchio Boaventura. Non per niente l’avevano soprannominato O professor, il professore. Lui ne andava fiero. […]

Maurilio Barozzi, di casa in Brasile, affresca la contraddizione di una terra ospitale e allegra che spesso deve fare i conti con poliziotti, imprenditori, politici, prostitute, sindacalisti e giornalisti invischiati in un gioco di potere che li usa senza scrupoli. Un mondo degenerato dove il ricatto è la moneta corrente.

Maurilio BarozziMaurilio Barozzi. Giornalista, saggista e scrittore, vive in Trentino dopo aver abitato per molti anni i mesi estivi in Brasile (gestiva un chiosco bar sulla spiaggia di Salvador de Bahia). I suoi lavori editoriali sono apparsi su: “Diario”, “Liberal”, “Nasz Powiat” “Cicloturismo”, “Altrafinanza”, “Tu Style” e “Panorama Travel”. Alcuni scritti pubblicati per “Limes. Rivista italiana di geopolitica” sono stati tradotti in Polonia e, per Gallimard, in Francia e Canada. Il suo saggio ‘Do jakiej Unii zmierzamy?’ (‘Verso quale Unione Europea?’, 2001) è stato materia d’esame studio al corso di politica dell’Università Jagellonica di Cracovia. Dal 1996 è reporter presso il quotidiano l’Adige di Trento ed è autore di svariati articoli editoriali e delle rubriche di costume “Voci dalla strada” e “TeleBar”. Dal 2006 si occupa di sport ed è la prima firma del giornale per volley serie A, ciclismo e calcio internazionale. Nel 2014, inviato in Brasile, ha raccontato la Coppa del Mondo in 35 articoli con la manchette “Caipirinha mundial”.
Ha esordito in narrativa nel 2003 con il romanzo “Spagna” (Giunti editore).
L’ultimo libro è ‘Muro Dolomitico’ (Curcu&Genovese, 2019) il romanzo del volley: ristampato tre volte in pochi mesi.

Il samba di PriscillaMaurilio BarozziBorderfiction – Collana: Asfalto – Prima edizione:: novembre 2022 – Pagine: 379 p., Brossura – ISBN: 9791280916297 – Prezzo di copertina: 16,00 €

Pubblicato in ACQUISTA, ACQUISTA ONLINE, arte e cultura, attualità, comunicati stampa, cultura, editoria, gialli noir thriller, letteratura, libri, narrativa, romanzi, segnalazioni | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Tyson (in memoriam)

Tyson

di Giuseppe Iannozzi

Tyson

in memoriam

Mi hai trovato, mi hai trovato
Spettinato e privo di difese
il corpo mio scomposto
stava sotto
l’insano sguardo del cielo
Sotto i bigi giorni di novembre
giacevo io
morto
con in gola incastrato l’ultimo miagolio
– spavento infinito

Mi hai cercato
Sotto l’assedio della tristezza
mi hai chiamato
Lungamente mi hai chiamato

Entrato per ultimo nella vita tua
solo cercavo d’essere il primo
il più valoroso
il più amato
Sempre mi regalavano buffetti e coccole
le mani tue snelle
E dalla bocca mia quasi mai un miao
Sulle tue gambe trovavo casa io
ma mai troppo a lungo resistevo
ché mi suggeriva l’istinto di scappare
di tornare fuori
in cerca d’una piccola preda
da regalare a te

Mi hai trovato
Alla fine mi hai trovato
freddo e straziato
là dove amavo correre veloce
in cerca d’una piccola preda
da regalare agli occhi tuoi chiari

Alla fine mi hai trovato
Mi hanno raccolto le tue mani
e senza perder tempo
dignità mi hai restituito
ricomponendo le spoglie mie

Mi hai trovato, mi hai trovato
In un bianco sudario
mi hai avvolto, hai poi pianto

Mi hai trovato, mi hai trovato
Sono stato amato, sono amato
Sono il primo, adesso

Anche su Instagram:

 

Pubblicato in amicizia, amore, cultura, Iannozzi Giuseppe, poesia | Contrassegnato , | 6 commenti

Darkland – Paolo Grugni – Laurana Editore – segnalazione

Darkland

Paolo Grugni

Laurana Editore

Darkland - Paolo Grugni - Laurana Editore

Dimenticate tutto quello che sapete sul nazismo.
Preparatevi alla verità. 

Settembre 2015. Germania, Foresta Nera. Karl Jerzyck, professore di criminologia di Monaco, scopre casualmente delle ossa in un borgo vicino a Karlsruhe. I resti appartengono a persone scomparse venticinque anni prima in circostanze mai chiarite. Jerzyck e Arno Schultze, ex ispettore della Kripo che al tempo aveva seguito il caso, riprendono a investigare. Si trovano coinvolti nelle trame di alcuni gruppi neonazisti legati a sette esoteriche e occulte. Un viaggio che li riporterà indietro nel tempo, ai campi di sterminio e alla figura più spaventosa a essi collegata: il dottor Josef Mengele, l’angelo della morte. Un viaggio che svelerà il vero volto del nazionalsocialismo finora mai rivelato, in nessun saggio od opera narrativa. Rimarrete stupefatti nello scoprire cosa è stato veramente il nazismo.

Paolo Grugni (Milano, 1962). Ha esordito con il romanzo Let it be (Mondadori, 2004; Alacràn, 2007, Laurana, 2017). Ha poi pubblicato Mondoserpente (Alacràn, 2006; Laurana, 2021), Aiutami (Barbera, 2008; ebook per Laurana, 2014), Italian Sharia (Perdisa, 2010), L’odore acido di quei giorni (Laurana, 2011), La geografia delle piogge (Laurana, 2012), L’Antiesorcista (Novecento Editore, 2015), Darkland (Melville, 2015; Laurana, 2022). Nel 2018 ha pubblicato Pura razza bastarda (Laurana) e nel 2019 Il palazzo delle lacrime (Laurana). È inoltre autore della silloge Frammenti di un odioso discorso (ebook per Laurana, 2017). Vive e lavora a Berlino.

DarklandPaolo GrugniLaurana Editore – Collana: Rimmel, 64 – Pubblicazione: novembre 2022 – Pagine: 304 – ISBN: 9791280845238 – Prezzo di copertina: € 17,00

Pubblicato in ACQUISTA, ACQUISTA DALL'EDITORE, ACQUISTA ONLINE, arte e cultura, attualità, comunicati stampa, cultura, editoria, letteratura, libri, narrativa, romanzi, scrittori, segnalazioni, società e costume | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Murakami Haruki – Prima persona singolare – Traduzione di Antonietta Pastore – Einaudi, Super ET

Murakami Haruki

Prima persona singolare

Traduttore: Antonietta Pastore

Einaudi

Murakami - Prima persona singolare - Einaudi ET

Murakami Haruki è da solo in viaggio nel nord del Giappone quando decide di fermarsi per la notte in un ryōkan, le tipiche locande di montagna giapponesi. Ad accoglierlo un locandiere vecchissimo e di poche parole e un gatto che appare altrettanto decrepito. Ma che importa, il posto è accogliente e poi non c’è altro disponibile nei dintorni: anzi, Murakami decide di approfittare del bagno termale per rilassarsi. Ed è lí, tra i vapori dell’acqua calda, che entra una scimmia: «Buonasera », dice la scimmia, «vuole che le lavi la schiena?» La scimmia ha imparato a parlare dal suo antico padrone, un professore di Shinagawa, un quartiere di Tōkyō, ama ascoltare Bruckner (apprezza in particolare il terzo movimento della Settima sinfonia) e ha una vita molto interessante alle spalle. La racconterà al nostro narratore poco dopo, in camera, mentre si bevono una Sapporo come due vecchi amici che, complice la notte, aprono il loro cuore intorno al tema dei temi: l’amore, l’amore romantico e quello erotico, la solitudine e il suo opposto, il desiderio e ciò che significa nella vita degli esseri viventi.
Pare proprio che, con la raggiunta maturità anagrafica e artistica, Murakami Haruki abbia deciso di puntare il telescopio della sua arte verso l’interno, verso quella «prima persona singolare» che nelle opere precedenti restava nell’ombra. E per farlo ci regala otto racconti in cui dice «io», otto gemme che anche quando sconfinano nei mari del fantastico non rinunciano alla sincerità, al calore della confessione, all’emozione di un cuore per la prima volta messo a nudo.

Murakami HarukiMurakami Haruki è nato a Kyoto nel 1949 ed è cresciuto a Kobe. È autore di molti romanzi, racconti e saggi e ha tradotto in giapponese autori americani come Fitzgerald, Carver, Capote, Salinger. Con La fine del mondo e il paese delle meraviglie Murakami ha vinto in Giappone il Premio Tanizaki. Einaudi ha pubblicato Dance Dance Dance, La ragazza dello Sputnik, Underground, Tutti i figli di Dio danzano, Norwegian Wood (Tokyo Blues), L’uccello che girava le Viti del Mondo, La fine del mondo e il paese delle meraviglie, Kafka sulla spiaggia, After Dark, L’elefante scomparso e altri racconti, L’arte di correre, Nel segno della pecora, I salici ciechi e la donna addormentata, 1Q84, A sud del confine, a ovest del sole, Ritratti in jazz (con le illustrazioni di Wada Makoto), L’incolore Tazaki Tsukuru e i suoi anni di pellegrinaggio, Sonno, Uomini senza donne, La strana biblioteca (con le illustrazioni di Lorenzo Ceccotti), Vento & Flipper, Gli assalti alle panetterie (illustrato da Igort), Il mestiere dello scrittoreRanocchio salva Tokyo (con le illustrazioni di Lorenzo Ceccotti), L’assassinio del Commendatore. Libro primo e L’assassino del commendatore. Libro secondo. Einaudi ha anche pubblicato in uniform edition nei Super ET, con le copertine di Noma Bar: L’arte di correre, L’elefante scomparso, L’uccello che girava le Viti del Mondo, Norwegian Wood, Dance Dance Dance, La ragazza dello Sputnik, Nel segno della pecora, Kafka sulla spiaggia, I salici ciechi e la donna addormentata, La fine del mondo e il paese delle meraviglie, Tutti i figli di Dio danzano, After Dark, Underground, A sud del confine, a ovest del sole, Uomini senza donne, L’incolore Tazaki Tsukuru e i suoi anni di pellegrinaggio, Vento & FlipperIl mestiere dello scrittore e, con Ozawa Seiji, Assolutamente musica.

«Amo la cultura pop: i Rolling Stones, i Doors, David Lynch, questo genere di cose. Non mi piace ciò che è elitario. Amo i film del terrore, Stephen King, Raymond Chandler, e i polizieschi. Ma non è questo ciò che voglio scrivere. Quello che voglio fare è usarne le strutture, non il contenuto. Mi piace mettere i miei contenuti in queste strutture. Questa è la mia via, il mio stile. Perciò non piaccio né agli scrittori di consumo né ai letterati seri. lo sono a metà strada, e cerco di fare qualcosa di nuovo. […] Scrivo storie strane, bizzarre. Non so perché mi piaccia tanto tutto ciò che è strano. In realtà, sono un uomo molto razionale. Non credo alla New Age, né alla reincarnazione, ai sogni, ai tarocchi, all’oroscopo. […] Ma quando scrivo, scrivo cose bizzarre. Non so perché. Più sono serio, più divento balzano e contorto». Murakami Haruki «The Salon Magazine», 16-12-1997

Fin dal suo primo romanzo, Ascolta la canzone del vento, del 1979, Murakami si è imposto sulla scena letteraria giapponese come uno scrittore di primo piano che non sembrava appartenere alla tradizione nipponica. I suoi scenari metropolitani e i riferimenti alla cultura popolare occidentale (da Michel Polnareff ai Beach Boys, dai film di Peckinpah a Jean Seberg), perfino la forma della scrittura, debitrice a Fitzgerald e a Capote, più che a Kawabata o Tanizaki, proiettavano la letteratura giapponese in spazi nuovi e inattesi. L’influenza della cultura occidentale su uno scrittore giapponese nato nel 1949 non era certo così sorprendente di per sé, anzi rispecchiava una formazione comune a un’intera generazione di giovani; ma era la prima volta che queste atmosfere venivano rappresentate nell’ambito della letteratura «alta». Alla sua attività ricca e costante di narratore e saggista, Murakami ha affiancato il lavoro di traduzione letteraria facendo conoscere in Giappone l’opera completa di Raymond Carver, oltre a numerosi racconti e romanzi di Francis Scott Fitzgerald, Truman Capote, Tim O’Brien, John Irving.

Murakami HarukiPrima persona singolare – Traduzione di Antonietta Pastore – Einaudi – Collana: Super ET – ISBN 9788806252915 – Pagine: 152 – Prezzo di copertina: € 10,50

Pubblicato in ACQUISTA, ACQUISTA DALL'EDITORE, ACQUISTA ONLINE, arte e cultura, attualità, autori e libri cult, consigli letterari, CULT, cultura, editoria, letteratura, libri, libri di racconti, narrativa, scrittori, segnalazioni, società e costume | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Fiaba Sovversiva. C’era una volta un pianeta d’incompetenti e disonesti – Fabrizio Sabelli, disegni di Edmond Engel – Fefè Editore

Fiaba Sovversiva

C’era una volta un pianeta d’incompetenti e disonesti

Fabrizio Sabelli

disegni di Edmond Engel

FEFÈ EDITORE

Fiaba Sovversiva - Fabrizio Sabelli, disegni di Edmond Engel

Quando i soprusi e l’incompetenza al potere arrivano al livello di guardia, viene il tempo della ribellione. Traballa l’ordine mercantile subdolamente totalitario. Questa è una fiaba: non troverete animali ma i Megamercanti, i Fintimaghi, la Piovra, i Loyoliti, i Cacamiracoli… Illusioni e delusioni si susseguono in un turbine di eventi che porta al finale. Protagonisti positivi sono una coppia di fatto: Cecco (il maestro) e Margherita; coprotagonisti sono guru vari che ricordano tanto Umberto Eco, Pasolini, Ghandi, Hannah Arendt, Tommaso Campanella…Tutto si chiude con l’intervista esclusiva all’ispiratore della fiaba: Tiresia.

«Come accade in ogni fiaba, i fatti e i personaggi sono immersi in un mondo immaginario nel quale intervengono due personaggi principali: Cecco (che ricorda molto Papa Francesco…) e Margherita (Greta Thunberg?). I due amici, dopo aver esplorato le caratteristiche del nuovo regime e con l’aiuto di eminenti personaggi convocati dall’aldilà, tentano d’immaginare un cambiamento radicale, un nuovo genere di sovversione, sia della “cultura dominante” che del modo di esercitare il potere politico ed economico. Nel cuore di questa temeraria avventura, il ruolo principale è attribuito a due categorie di persone: i giovani e le donne, i più intenzionati a battersi contro i Megamercanti, potenti personaggi del regime mondiale “dataista” che fanno ovunque il buono e cattivo tempo».

Fabrizio Sabelli

E’ antropologo economista e professore emerito all’Institut Universitaire d’Ètudes Internationales et du Développement de Genève. Ha insegnato alla Facoltà di Lettere dell’Università di Neuchâtel, alla Facoltà di Scienze della Comunicazione di Lugano e, in altri atenei europei, come professore invitato. Ha al suo attivo numerosi saggi pubblicati in Italia, in Francia e nel Regno Unito. Di recente si è dedicato alla scrittura di “narrazioni antropologiche”.

Edmond Engel

Di origine francese, vive in Svizzera dalla sua infanzia. Autodidatta, ha realizzato fin dal 1963 centinaia di opere esposte in Musei e Gallerie d’Arte in Svizzera, in Francia, negli Stati Uniti e in Giappone. I suoi lavori sono stati pubblicati in Francia dalle Editions Ouverture nel 2016.

Fiaba sovversiva. C’era una volta un pianeta d’incompetenti e malfattori – Fabrizio Sabelli -Illustratore: Edmond Engel – Fefè Editore – Collana: Il pelo nell’uovo – Prima edizione: novembere 2022 – Pagine: 132 p., ill. , Brossura – ISBN:9788894947656 – Prezzo di copertina: 13,00 €

Pubblicato in ACQUISTA, ACQUISTA DALL'EDITORE, ACQUISTA ONLINE, arte e cultura, attualità, comunicati stampa, consigli letterari, editoria, letteratura, libri, libri di fiabe, libri illustrati, narrativa, segnalazioni, società e costume | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Crossroads – Jonathan Franzen – Giulio Einaudi editore

Jonathan Franzen

Crossroads

Einaudi

Jonathan Franzen -Crossroads

Una famiglia americana, gli Hildebrandt, all’inizio dei tumultuosi anni Settanta: un microcosmo di sogni, paure, rivalità e sensi di colpa. Da una parte l’imperativo antico della legge morale, dall’altra la vita degli esseri umani, emozionante, spaventosa e ingovernabile. Ancora una volta, con l’ironia e l’empatia che sono la cifra della sua letteratura, Jonathan Franzen racconta una storia unica e insieme universale, sullo sfondo di un paese che non ha mai smesso di rifondare i propri miti.

Sono i giorni dell’Avvento dell’anno 1971, a New Prospect, Chicago, ma la famiglia Hildebrandt non sembra ansiosa di festeggiare il Natale. Russ, pastore di una chiesa locale, desidera un unico regalo: passare qualche ora in compagnia di Frances Cottrell, una giovane, adorabile parrocchiana che mette a dura prova la sua fede e il suo matrimonio. Sua moglie Marion sa che i tempi turbolenti non garantiscono la stabilità coniugale, e teme che i brutti segreti che ha sempre nascosto a Russ stiano per venire a galla. Rifiutando il pacifismo del padre, Clem, il figlio piú grande, vuole partire volontario per il Vietnam, non perché non sia lui stesso pacifista, ma perché non sopporta di essere un ragazzo bianco privilegiato. Sua sorella Becky, la ragazza piú popolare della scuola, sta cercando di attirare l’attenzione di Dio e insieme quella di un giovane cantante folk, Tanner Evans, il primo che a New Prospect si è fatto crescere i capelli e ha iniziato a indossare pantaloni a zampa d’elefante. Per impressionare Tanner e irritare suo padre, Becky è entrata in un gruppo giovanile, Crossroads, animato da un altro pastore, Rick Ambrose, figura carismatica e manipolatrice, e bestia nera di Russ. Del gruppo fa parte anche il terzo figlio, Perry, un adolescente problematico e geniale, che per Natale ha deciso di smetterla per sempre con la marijuana e diventare un bravo ragazzo: ma non sempre i buoni propositi producono i risultati voluti. Da Natale fino alla Pasqua successiva, ognuno degli Hildebrandt sognerà per sé una vita diversa, un nuovo amore o un antico amore ritrovato, o una qualche sostanza stupefacente che metta a tacere i campanelli d’allarme. Il matrimonio di Russ e Marion era iniziato vent’anni prima, per entrambi nel segno della rinascita dopo una caduta. Ora un’eredità sgradita, scritta nei geni, chiede d’essere riscossa, riducendo in cenere sogni e speranze. Richiedendo lo sforzo di tutti per una nuova, difficile rifondazione. Crossroads è un romanzo intenso e trascinante, a tratti comico, a tratti drammatico e pieno di dolore, che segna il ritorno di Franzen nel cuore del cuore del paese, il Midwest delle Correzioni, e lo conferma come lo scrittore di punta della sua generazione.

LEGGI L’ESTRATTO

Jonathan Franzen

«Crossroads» di Franzen è il vincitore della Classifica di Qualità 2021 della Lettura

Jonathan Franzen ha scritto sei romanzi (La ventisettesima cittàForte movimentoLe correzioniLibertàPurity e Crossroads), quattro raccolte di saggi (Come stare soliPiú lontano ancoraLa fine della fine della terra e E se smettessimo di fingere?), e l’autobiografia Zona disagio. Ha annotato un compendio di saggi di Karl Kraus nel volume Il progetto Kraus. Inoltre ha pubblicato racconti e saggi su «The New Yorker» e su «Harper’s». In Italia tutte le sue opere sono pubblicate da Einaudi.

CrossroadsJonathan Franzen – Traduzione di Silvia Pareschi – Einaudi – Collana: Supercoralli – Prima edizione: 2021 – Pagine: 640 – ISBN 9788806248420 – Prezzo di copertina: € 22,00

Pubblicato in ACQUISTA, ACQUISTA DALL'EDITORE, ACQUISTA ONLINE, arte e cultura, attualità, comunicati stampa, consigli letterari, cultura, editoria, letteratura, libri, narrativa, romanzi, scrittori, segnalazioni, società e costume | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Eurythmics, Annie Lennox, Dave Stewart – I Saved the World Today (Official Video)

Eurythmics, Annie Lennox, Dave Stewart

I Saved the World Today

Annie Lennox

https://www.youtube.com/watch?v=Zf052uxFF58

Pubblicato in musica, spettacoli, video, YouTube | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Andrea Camilleri – Certi momenti – TEA libri

Andrea Camilleri – Certi momenti

TEA libri

Andrea Camilleri - Certi momenti

Gli incontri di una vita, quei momenti che non si dimenticano

Quasi una vita, momento per momento, quelli più intensi che nel tempo acquistano ancora più vigore e ritornano in tutta la loro vividezza. Tanti incontri qui offerti nella forma del racconto, ognuno dei quali ha una luce, un’atmosfera e dei personaggi indimenticabili che hanno segnato soprattutto la giovinezza e l’adolescenza di Camilleri. Alcuni conosciuti negli anni più maturi, durante la sua carriera di regista teatrale e televisivo, molti altri sconosciuti, che ci riportano ai tempi del fascismo, della guerra, momenti segnati da storie che nei loro risvolti più umani e sinceri acquistano un tratto epico e la magia del ricordo assoluto perché unico nel costruire una tappa, una svolta nella formazione dello scrittore.
Intermezzati gli uni con gli altri, ecco l’incontro con Primo Levi e i suoi silenzi, la stravaganza di Gadda, il franco scontro con Pasolini riguardo alla regia di una sua opera teatrale, l’impareggiabile bravura di Salvo Randone (senza dimenticare Elio Vittorini, Benedetto Croce e il quasi incontro con Antonio Tabucchi). E tra tanti personaggi, si staglia un libro, quello più importante, La condizione umana di André Malraux, la cui lettura fu decisiva nel far crollare la fede fascista di Camilleri.

«Gli uomini, le donne e i libri che racconto in questo testo hanno rappresentato per me delle scintille, dei lampi, dei momenti di maggiore nitidezza.» Andrea Camilleri

Andrea CamilleriAndrea Camilleri (1925-2019) è stato uno scrittore, sceneggiatore e regista amatissimo dal pubblico, non solo italiano. I suoi libri sono stati tradotti in oltre trentacinque lingue. Indimenticabili le avventure che vedono protagonista il commissario Montalbano, da La forma dell’acqua (1994) a Il cuoco dell’Alcyon (2019), tutte edite da Sellerio.
Con Chiarelettere ha pubblicato Un inverno italiano (2009), Di testa nostra (2010), entrambi con Saverio Lodato, e Certi momenti (2015). Presso Salani è uscito I tacchini non ringraziano (2018).

Certi momentiAndrea CamilleriTEA – Collana: «I Grandi» TEA – Pagine: 164 164 – ISBN: 9788850246625 – Prezzo di copertina: 10,00 €

Pubblicato in ACQUISTA, ACQUISTA DALL'EDITORE, ACQUISTA ONLINE, arte e cultura, attualità, consigli letterari, CULT, editoria, letteratura, libri, libri di racconti, narrativa, romanzi, scrittori, segnalazioni, società e costume | Contrassegnato , , | Lascia un commento