Buddha metropolitano

Buddha metropolitano

di Iannozzi Giuseppe

Happy Buddha

Happy Buddha

I.

Voi avete vinto tutti i premi,
avete preso tutto a piene mani
Con spirito spazzo via le briciole
rimaste davanti all’uscio di casa
Non m’interessa la grandezza,
solo tendo alla grassezza:
come Buddha

Continua a leggere

Pubblicato in arte e cultura, attualità, cultura, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe detto Beppe, Iannozzi Giuseppe o King Lear, poesia, società e costume | Contrassegnato , | Lascia un commento

L’anarchico. Un thriller fra santi e assassini. Il nuovo romanzo di Iannozzi Giuseppe (novembre 2014 – in tutte le librerie)

L’anarchico

Un thriller fra santi e assassini

Il nuovo romanzo di Iannozzi Giuseppe

novembre 2014 – in tutte le librerie

L'ANARCHICO

L’ANARCHICO

Cicorivolta edizioni


Romanzi di Iannozzi Giuseppe per l’estate

acquista

L’ultimo segreto di Nietzsche

Angeli caduti

La lebbra

Scandalo

Se i miei libri vi piacciono, be’, potete cliccare “mi piace” su questa pagina:

https://www.facebook.com/iannozzigiuseppelibri

Tutti i libri di Iannozzi Giuseppe sono disponibili nelle migliori librerie
ma anche online su Ibs, Libreria Universitaria, InMondadori, etc. etc.
E in ogni caso possono essere richiesti all’editore.

Pubblicato in anticipazioni letterarie, arte e cultura, attualità, autori e libri cult, Beppe Iannozzi, comunicati stampa, cultura, editoria, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe detto Beppe, Iannozzi Giuseppe o King Lear, letteratura, libri, libri di Iannozzi Giuseppe, narrativa, NOTIZIE, notizie italia, romanzi, segnalazioni, società e costume, thriller | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 2 commenti

L’anacoreta, la strega e l’infortunato

L’anacoreta, la strega e l’infortunato

di Iannozzi Giuseppe

Francesco Polidori e Bruss

Francesco Polidori e Bruss

Seppur in pieno luglio, sulla città un sudario di negre nuvole per delle gocciole di fresca pioggia.
Decido di far visita al vecchio saggio, al mio amico Francesco, un anacoreta bianco come la neve, e al suo amico Bruss,un bel cagnone nero. Non ho però mai capito chi è dei due che comanda, se Bruss o il mio amico; tuttavia credo che a Francesco non dispiaccia affatto eseguire gli ordini del suo amico a quattro zampe, pur vergognandosi un pochetto a dichiarare la verità ai quattro venti.
Quando Francesco mi vede, subito trae un grosso sospiro.
“Giuseppe, vecchio mio, qual buon vento?”
Bruss tosto mi salta addosso leccandomi la faccia barbuta.
Gli accarezzo la testa in mezzo alle orecchie, mentre Francesco lo richiama: “Bruss, non vedi che è ferito?”
“Francesco, non ti preoccupare. Le coccole aiutano la guarigione.”
Francesco non sembra molto convinto. A ogni modo, Bruss guarda Francesco e un po’ a malincuore mi lascia libero dalla sua affettuosità.
“Che hai combinato?”

Continua a leggere

Pubblicato in amicizia, arte e cultura, attualità, Beppe Iannozzi, cultura, favole, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe detto Beppe, Iannozzi Giuseppe o King Lear, letteratura, narrativa, racconti, società e costume | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , | 6 commenti

Cercava Dio – di Iannozzi Giuseppe

Cercava Dio

di Iannozzi Giuseppe

son_of_god

Lo incontrai che era già stanco. Andrea trascinava il corpo lungo via Roma, lasciando di sé un esile riflesso sugli specchi delle vetrine, tenendo lo sguardo fisso a terra. Era cambiato, colpa della malattia, ma il passo era quello che sapevo, di Andrea. Gli tesi la mano, lui la prese nella sua ma senz’alzare lo sguardo su di me.
Biasciò due parole: “Sono malato.”
“Sì, lo so.” Tossii. Gli lasciai cadere la mano nel vuoto.
A quel tempo fumavo ancora, oggi non più: accesi una Camel e ne respirai due boccate.
“Ti accompagno.”
Tenendo lo sguardo basso: “Nessuno te lo impedisce.”
Gli sorrisi. Lui niente, allora buttai la sigaretta in mezzo ai suoi passi: la pestai proprio sotto ai suoi occhi fino a spegnerla.

Continua a leggere

Pubblicato in arte e cultura, attualità, cultura, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe detto Beppe, letteratura, narrativa, racconti, reblogged, società e costume, spiritualità | Contrassegnato , , , , , , , | 6 commenti

Il muro di luce di Emiliano Grisostolo. Un tuffo nella fantascienza umanistica

Il muro di luce di Emiliano Grisostolo

Un tuffo nella fantascienza umanistica

di Iannozzi Giuseppe

Il muro di luce - Emiliano Grisostolo

Il muro di luce – Emiliano Grisostolo

Leggi un estratto del libro

Il muro di luce (Ciesse edizioni), ultima fatica dello scrittore maniaghese, Emiliano Grisostolo, lo si potrebbe forse etichettare, in maniera piuttosto semplicistica, come un romanzo di mera fantascienza; e però non siamo di fronte a un costrutto narrativo basato sulla sola fantasia, Grisostolo mescola infatti tanti elementi junghiani che disegnano un quadro sociale di incertezze, quello attuale; la stabilità di coppia, l’incertezza lavorativa, il precariato, la paura di essere soli nell’universo. Ecco dunque che l’alieno che Grisostolo mette nero su bianco è (forse) più umano di quella umanità, che, dalla notte dei tempi, scruta il cielo nella speranza di scorgere un seppur minimo segno di un Dio, d’un Demiurgo, di una civiltà superiore ma simile alla nostra.

Ciesse edizioniL’abusato cliché dei viaggi spaziotemporali, serve allo scrittore per introdurre il lettore nella realtà sociale degli anni della Guerra Fredda; nel tentativo di mascherare la tensione fra URSS e USA, molti scrittori adottarono i marziani (e gli alieni, provenienti da un po’ tutti i pianeti del sistema solare e non), che nei loro romanzi (perlopiù da edicola) finivano con l’essere i nemici dell’umanità. Impossibile non ricordare “L’invasione degli ultracorpi” di Jack Finney, la “Guerra dei mondi” di Herbert George Welles, “I figli dell’invasione” di John Wyndham;  ma meglio di tutti, le contraddizioni della società americana, le evidenziò Philip K. Dick in alcuni romanzi, che non è possibile definire a pieno titolo di fantascienza: “L’uomo dai denti tutti uguali”, “Il paradiso maoista”, “Voci dalla strada”, “Mary e il gigante”.

Continua a leggere

Pubblicato in ACQUISTA, ACQUISTA DALL'EDITORE, ACQUISTA ONLINE, arte e cultura, assaggi letterari, attualità, casi letterari, consigli letterari, critica, critica letteraria, cultura, editoria, fantascienza, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe consiglia, letteratura, libri, narrativa, recensioni, romanzi, società e costume | Contrassegnato , , , , | 1 commento

“La notte che uccisi Jim Morrison” di Luigi Milani – Dunwich edizioni

La notte che uccisi Jim Morrison

Luigi Milani

Dunwich edizioni

La_notte_che_uccisi_jim_Morrison

La notte che uccisi Jim Morrison - Luigi Milani - Dunwich edizioni - series: Morte a 666 giri - genere: Thriller - ISBN: 9788898361106 - ebook € 0,99 - Cartaceo €9,90

pdf download leggi un estratto

Link diretto per l’acquisto: 

http://www.blomming.com/mm/dunwichedizioni/items/brossurala-notte-che-uccisi-jim-morrison-scommessa-a-memphis-di-luigi-milani-e-mirko-giacchetti

Dunwich EdizioniJim Morrison, artista maledetto per antonomasia, voce e cofondatore dei Doors, è scomparso il 3 luglio 1971 a Parigi. O meglio, così recitano le biografie ufficiali dell’artista amato da milioni di fan in tutto il mondo.

Ma le cose stanno davvero così? E se invece, come suggerito di recente dal tastierista della band Ray Manzarek, il mitico Re Lucertola non fosse affatto morto, quella terribile notte di oltre 40 anni fa?

Luigi Milani, scrittore ben avvezzo ai tanti misteri che da sempre circondano il mondo del rock – è autore anche del romanzo bestseller Nessun Futuro, dedicato a un’altra icona della musica contemporanea, Kurt Cobain – esplora il mistero della presunta scomparsa del grande artista. E lo fa offrendo ai lettori un racconto incalzante e oscuro, che cancella ogni certezza e spalanca nuove prospettive sul mistero che tuttora avvolge le sorti del mitico Re Lucertola.

L’abilità stilistica di Luigi Milani sta nell’assecondare il progressivo avvicinarsi allo svelamento di tutti i misteri senza anticipare troppi indizi e ritardando la soluzione del caso con digressioni calibrate. (Il Secolo)

La leggenda metropolitana del redivivo e del redimorto si addice al mondo del rock, confermata e rilanciata in forma letteraria da Luigi Milani. (Barisera)

Luigi Milani è autore di molti interessanti racconti pubblicati in diverse antologie che hanno a che fare con il mondo dell’al di là inteso in senso ampio; inoltre la sua passione per la musica la troviamo nei suoi romanzi, come, per esempio, Nessun futuro. (Booksblog)

La scrittura di Luigi Milani è fresca, senza sbavature, essenziale e a tratti poetica e suggestiva. (Literaid)

«Credo che la musica viva da sempre una relazione intensa con il mondo della parola, in un gioco di rimandi che risulta molto evidente nell’opera, nel teatro antico, via via fino alla tragedia classica.» (Luigi Milani)

Luigi Milani

Luigi Milani

Luigi Milani vive e lavora a Roma, città dov’è nato poco dopo la morte di John Kennedy. Tra i soci fondatori di Edizioni XII, cura la collana eTales per Graphe.it Edizioni e collabora con Kipple Officina Libraria. Ha pubblicato racconti e romanzi per vari editori e su diverse riviste letterarie, cartacee e on line. Ultimi libri pubblicati come autore: Nessun Futuro (Casini Editore, 2011), SeasonsCi sono stati dei disordini e L’estate del diavolo (Delirium Edizioni, 2011-2012). Assieme alla coautrice Alexia Bianchini ha appena pubblicato un nuovo romanzo, un thriller venato di paranormale intitolato Eventi Bizzarri (La Mela Avvelenata, 2013). Il suo blog è http://luigimilani.com

Pubblicato in ACQUISTA, ACQUISTA DALL'EDITORE, ACQUISTA ONLINE, arte e cultura, assaggi letterari, attualità, comunicati stampa, consigli letterari, cultura, editoria, gialli noir thriller, horror, Iannozzi Giuseppe consiglia, letteratura, libri, narrativa, romanzi, segnalazioni, società e costume | Contrassegnato , , , , , , , | 5 commenti

Uccidi la commessa in libreria

Uccidi la commessa in libreria

Storia di sangue e libri

di Iannozzi Giuseppe

saleswoman

saleswoman

- Buongiorno.
- Buongiorno a Lei. Posso esserle utile?
- Sì. Cerco il volume di tutte le poesie di William B. Yeats.
- Guardo a video se ce l’abbiamo. Per cortesia, mi può ripetere il nome?
- William Buttler Yeats.
- Potrebbe farmi lo spelling per cortesia?
Sospiro.
- Sì. Dunque B di W di wurstel, U di Udine, L di Livorno… etc. etc.
- Spiacente, ma non abbiamo nessun autore con questo nome. E’ sicuro che mi ha dato il nome giusto?
- Sì.
- Provi a chiedere alla mia collega, giù al reparto musica. I libri dedicati ai cantautori siamo soliti tenerli insieme ai dischi.
- Non le ho chiesto i testi di un cantautore.
- Dal nome sembrava…
Ride imbarazzata.
- William Buttler Yeats, Premio Nobel per la Letteratura, nel 1923.

Continua a leggere

Pubblicato in arte e cultura, Beppe Iannozzi, consigli letterari, cultura, gialli noir thriller, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe detto Beppe, Iannozzi Giuseppe o King Lear, letteratura, libri di Iannozzi Giuseppe, narrativa, racconti, satira, segnalazioni, società e costume | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Iannozzi Giuseppe. Intervista a tutto campo: da Bukowski a Nietzsche e oltre… di Giovanni Agnoloni. Leggi l’intervista sul sito Cicorivolta edizioni

Iannozzi Giuseppe. Intervista a tutto campo

Da Bukowski a Nietzsche e oltre…

di Giovanni Agnoloni

leggi l’intervista sul sito Cicorivolta edizioni

Iannozzi Giuseppe - romanzi

Cicorivolta edizioni

leggi l’intervista sul sito Cicorivolta edizioni


Iannozzi Giuseppe. Romanzi da avere e leggere

acquista

L’ultimo segreto di Nietzsche

Angeli caduti

La lebbra

Scandalo

Se i miei libri vi piacciono, be’, potete cliccare “mi piace” su questa pagina:

https://www.facebook.com/iannozzigiuseppelibri

Tutti i libri di Iannozzi Giuseppe sono disponibili nelle migliori librerie
ma anche online su Ibs, Libreria Universitaria, InMondadori, etc. etc.
E in ogni caso possono essere richiesti all’editore.

Pubblicato in ACQUISTA, ACQUISTA DALL'EDITORE, ACQUISTA ONLINE, ANGELI CADUTI, arte e cultura, attualità, autori e libri cult, Beppe Iannozzi, casi letterari, consigli letterari, critica, critica letteraria, critici letterari, CULT, cultura, editoria, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe detto Beppe, Iannozzi Giuseppe o King Lear, LA LEBBRA, letteratura, libri, libri di Iannozzi Giuseppe, narrativa, promo culturale, rassegna stampa, romanzi, SCANDALO, segnalazioni, società e costume, ULTIMO SEGRETO DI NIETZSCHE | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Fausto Vitaliano: “Lorenzo Segreto” – Laurana editore

Fausto Vitaliano
Lorenzo Segreto

Laurana editore
collana: rimmel (narrativa italiana)
pp. 320 – € 16,50 - ISBN 978-88-98451-00-5

leggi un estratto

IL ROMANZO

Fausto Vitalino - Lorenzo Segreto

Fausto Vitalino – Lorenzo Segreto

Dopo l’esordio con Era solo una promessa – il romanzo che nel 2012 ha rivelato come il talento di Fausto Vitaliano, uno dei migliori sceneggiatori di fumetto italiani, fosse anche un solido talento letterario – arriva con Lorenzo Segreto un nuovo libro che saprà allo stesso tempo confermare e stupire.

Lorenzo Segreto lavora nella finanza. O meglio: ci lavorava, ma adesso fa un mestiere che –
pur rimanendo nello stesso ambito – è un pochino più particolare. Offre ai debitori della
Crediback un piano di rientro che a tappe forzate permetta loro di tornare in pari. Almeno
finché questo alla Crediback interessa. Perché da un certo punto in poi potrebbe diventare più interessante che i debitori rimangano debitori per sempre…
Lorenzo ha un fratello, Valter, zoppo da una gamba. Picchiatore fascista. E rappresenta tutto quello da cui Lorenzo s’è voluto allontanare: la provincia più oscura, la povertà, l’assenza di futuro. Per questo ha ridotto al minimo i rapporti con Valter. Ma poi il passato li viene a prendere. Un passato lontano, che affonda le radici in una vergognosa rappresaglia consumata durante la Seconda guerra mondiale, ma che è ancora vivo e mette in dubbio la loro identità. Ecco che allora Lorenzo Segreto è la storia di una doppia guerra. Quella lontana nel tempo, che si combatteva con le armi in mano. E quella di oggi, dove i soldati vestono eleganti, utilizzano iPad e spendono cifre astronomiche al ristorante. Su tutto aleggia una domanda, che Lorenzo si pone da sempre: “Per quale ragione sono venuto al mondo?”

Perché vale la pena di leggere Lorenzo Segreto?

Laurana Editore

Perché ci riguarda. Riguarda la nostra identità: su cosa si fonda davvero, in che modo si sta sgretolando oggi. In fin dei conti anche a noi tocca il compito di scoprire il perché del nostro stare al mondo.
Perché offre un ritratto affettuoso ma privo d’indulgenza di una città bella e terribile come
Milano. Dove gli alberi agonizzano e la luce del tardo pomeriggio alla Stazione Centrale incanta,
dove i cantieri la mettono in discussione e i monumenti le garantiscono il per sempre.
Infine perché Lorenzo Segreto è un libro di estrema qualità formale. Nella lingua allo stesso tempo immaginifica e misurata, nell’orchestrazione complessiva della storia, nel bilanciamento delle parti. E, perché no, anche nella copertina dovuta al bravissimo Alessandro Baronciani.

L’AUTORE

Fausto Vitaliano

Fausto Vitaliano (1962) scrive libri e sceneggia fumetti e cartoni animati. Ha lavorato e lavora per Disney, Bonelli, Panini e altra gente. Per Laurana ha pubblicato nel 2012 il suo romanzo d’esordio, Era solo una promessa, e l’anno seguente Sex Pistols. La più sincera delle truffe.

Leggi anche:

Fausto Vitaliano. Era solo una promessa Gli anni ’90 in un romanzo totale – intervista all’autore a cura di Iannozzi Giuseppe

Continua a leggere

Pubblicato in ACQUISTA DALL'EDITORE, ACQUISTA ONLINE, arte e cultura, assaggi letterari, autori e libri cult, comunicati stampa, consigli letterari, cultura, editoria, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe consiglia, Iannozzi Giuseppe detto Beppe, letteratura, libri, narrativa, promo culturale, romanzi, segnalazioni, società e costume | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

“L’ultimo segreto di Nietzsche”. Un estratto dal romanzo di Iannozzi Giuseppe (Cicorivolta edizione)

L’ultimo segreto di Nietzsche

di Iannozzi Giuseppeacquista la tua copia su La Feltrinelli

Absu Imaily Swandy

Absu Imaily Swandy

L’ultimo segreto di Nietzsche (Il ritorno del filosofo a Torino) - Beppe IannozziCicorivolta edizioni – ISBN 9788897424772 – pagine: 230 – © 2013 – prezzo: € 13,00

cico_feltrinelli

acquista

Brano tratto da L’ultimo segreto di Nietzsche

Leggi la rassegna stampa

[...] “Dioniso o Gesù Crocefisso, il Signore è il tiranno di Torino”, continuava a gridare Friedrich. Mentre veniva accompagnato a casa da alcune buon’anime, il filosofo non aveva cessato un solo istante di gridare quella che per lui era una verità, una verità assoluta. In via Carlo Alberto un cocchiere menava calci e colpi di frusta contro il cavallo che non ne voleva che sapere di muoversi.
Friedrich abbracciò subito il quadrupede menandogli lievi carezze, con folle commozione, e senza smettere un solo istante di lenire il dolore del suo ‘amico’ prese a imprecare contro il cocchiere, con ira degna di Dioniso: “Tu disumano massacratore di questo destriero!”
Una volta nel sua camera ammobiliata, che pagava 30 Lire al mese ai coniugi Fino, fissando il pianoforte che la figlia di Fino gli aveva lasciato a disposizione, continuò a straparlare. In molti udirono le sue urla, frasi sconnesse perlopiù, senza un significato ben intuibile. E però nella  babele che il filosofo vomitava era chiaro che “Dioniso  o Gesù Crocefisso”.

L'ultimo segreto di Nietzsche - Iannozzi Giuseppe - Cicorivolta

L’ultimo segreto di Nietzsche – Iannozzi Giuseppe – Cicorivolta

Absu Imaily Swandy sentiva che quel giorno il suo desiderio non sarebbe stato perfetto così come lui l’aveva immaginato. Vestito del suo grezzo abito alla moda dei francescani, la barba lunga e incolta, i capelli lunghi e brizzolati lasciati al vento, percorreva in tutta tranquillità le strade di Torino. Nessuno faceva troppo caso a lui: i più lo consideravano un barbone, uno dei tanti drogati per le strade di Torino. Non era la prima volta che si trovava a Torino per affari. La città la conosceva come le sue tasche; la sua veneranda età gli permetteva di capire subito, da uno sguardo soltanto, cose che gli umani mortali non osano immaginare.
Quel giorno vagolava lungo via Roma, osservava le lustre vetrine, i cabinotti: tutto era rimasto profondamente immutato, almeno per quegli aspetti che a lui interessavano. Lui sentiva, sentiva, mentre tutti gli altri erano sordi all’eterna Eco che l’Universo dilata nell’Infinito.

Incontrai Absu Imaily Swandy in una giornata come tante altre; il cielo era gravido di nere nubi che si allungavano in un’orgia temporalesca. Be’, non era una giornata tipica, non secondo il metro dell’opinione pubblica: l’aria profumava di apocalisse. Absu Imaily Swandy, per quel che posso dire, a me è parso del tutto normale, tanto normale da rasentare il ridicolo: sembrava un Cristo redivivo ma ben pasciuto, cioè stava proprio bene in carne, e in quanto a patimenti non mi pareva proprio che il suo fisico li mettesse a nudo. Il figuro, insomma, era normale così come potrei esserlo io. La giornata era una di quelle tipiche, di temporali a dirotto, il che non dovrebbe sorprendere nessuno. Però puzzava anche di apocalisse: nell’aria si respirava qualcosa, come un sentimento di rivolta. [...]

L’ultimo segreto di Nietzsche (Il ritorno del filosofo a Torino)
Beppe Iannozzi – Cicorivolta edizioni
ISBN 978-88- 97424-77-2 – pagine: 230 – prezzo: € 13,00

In vendita anche online su:

LA FELTRINELLI – IBS – LibreriaUniversitaria – UNILIBRO – AMAZON.IT

Pubblicato in ACQUISTA, ACQUISTA DALL'EDITORE, ACQUISTA ONLINE, arte e cultura, assaggi letterari, attualità, autori e libri cult, Beppe Iannozzi, consigli letterari, CULT, cultura, editoria, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe detto Beppe, Iannozzi Giuseppe o King Lear, letteratura, libri, narrativa, promo culturale, romanzi, segnalazioni, società e costume, ULTIMO SEGRETO DI NIETZSCHE | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Quando Luigi Milani scrisse Rockstar. Intervista all’autore

Quando Luigi Milani scrisse Rockstar

Intervista all’autore

di Iannozzi Giuseppe

Nota bene: L’intervista è stata realizzata almeno dieci anni or sono; in attesa di parlare con Luigi Milani (La notte che uccisi Jim Morrison) e Mirko Giacchetti (Scommessa a Menphis), ve la ripropongo. Godetevela. – g.i.

Rockstar - Luigi Milani

Rockstar – Luigi Milani

1. Prima di iniziare a parlare del tuo ultimo romanzo, “Rockstar”, vorrei che ci parlassi un po’ di te, qualche cenno biografico e di come sei entrato a contatto con la necessità di narrare.

Ah, caro Giuseppe, tu sì che sai come titillare l’ego ipertrofico di un imbrattacarte logorroico come il sottoscritto! Comunque, se proprio vuoi ammorbare gli affezionati lettori del tuo eccellente (li senti, i violini tzigani?) blog, ti dirò che sono nato una quarantina d’anni fa a Roma, dove vivo e lavoro. Scrivo di musica e tecnologia da un paio di lustri. Come molti, sono stato coinvolto in fanzine e bbs (te le ricordi, Giuseppe, le mitiche bbs?) fumettare, ho fatto il consulente informatico e curato testi di siti Web. In preda a una devastante hubrys sono giunto a spacciarmi per sceneggiatore e consulente tecnico per una società di produzione cinematografica della mia città. Di recente mi sono macchiato di diversi crimini letterari: tra questi il romanzo “Rockstar” e alcuni racconti presenti nell’antologia “XII”, raccolta di novelle scritte da dodici autori italiani indipendenti incontratisi in Rete.

2. Quali sono stati gli autori, nell’ambito delle Lettere e non, quindi anche del panorama musicale, che hanno maggiormente influenzato la tua penna?

Ho notato che il tuo stile è molto incisivo, periodi brevi, qualche flashback per definire situazioni e personaggi: in un certo senso è uno stile elementare, un po’ grunge, che trasmette però al lettore una tristezza animale che forse tutti noi abbiamo nello/sullo stomaco.
In ambito letterario, la mia ammirazione va per lo più a scrittori come il titanico Don De Lillo, al geniale Philip Roth, a Paul Auster, a certe cose meravigliose di Salman Rushdie. Tra gli italiani, Giuseppe Pontiggia e Andrea De Carlo. Nel mio piccolo, credo di essere molto debitore a ciascuno di essi, ma ogni paragone, naturalmente, suona ridicolo, nel mio caso…
La definizione che proponi dello stile con cui è scritto il mio romanzo, grunge, mi sembra molto calzante, perché in effetti è proprio il tipo di risultato che mi proponevo di raggiungere. Una scrittura volutamente scarnificata, come essenziali e, hai detto bene, animalesche, sono certe sensazioni ed emozioni che provano i personaggi principali del mio romanzo, e – spero – anche i lettori del libro.

Continua a leggere

Pubblicato in archivio privatissimo, arte e cultura, attualità, autori e libri cult, casi letterari, CULT, cultura, editoria, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe consiglia, interviste, letteratura, libri, musica, narrativa, romanzi, segnalazioni, società e costume, spettacoli | Contrassegnato , , , , , , , , , | 2 commenti

Io, Lucifero. I libri di quel diavolo che risponde anche al nome di Iannozzi Giuseppe

Io, Lucifero

I libri di quel diavolo che risponde
anche al nome di Iannozzi Giuseppe

Dicono che sia Io sia Lucifero. Forse è vero! Forse è proprio così, non posso più negarlo, ora che un paparazzo è riuscito a immortalare quello che è il mio vero aspetto.

Signore e Signori, che dire? E’ Bene ed è Male. Una via di mezzo non esiste, non per me che mi sono ribellato alla noiosità di Dio, che v’assicuro, non è poi tanto dissimile dal sottoscritto, Lucifero. Peccato che il suo orgoglio non gli permetta d’ammetterlo a chiare lettere di fuoco.

Io, Lucifero - Iannozzi Giuseppe

Io, Lucifero – Iannozzi Giuseppe

Romanzi da avere e leggere per conoscere appieno
Iannozzi Giuseppe, o Lucifero che dir si voglia

acquista

L’ultimo segreto di Nietzsche

Angeli caduti

La lebbra

Scandalo

Se i miei libri vi piacciono, be’, potete cliccare “mi piace” su questa pagina:

https://www.facebook.com/iannozzigiuseppelibri

Tutti i libri di Iannozzi Giuseppe sono disponibili nelle migliori librerie
ma anche online su Ibs, Libreria Universitaria, InMondadori, etc. etc.
E in ogni caso possono essere richiesti all’editore.

Pubblicato in ACQUISTA, ACQUISTA DALL'EDITORE, ACQUISTA ONLINE, ANGELI CADUTI, arte e cultura, attualità, autori e libri cult, Beppe Iannozzi, consigli letterari, CULT, cultura, editoria, gossip, Iannox el Diablo, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe detto Beppe, Iannozzi Giuseppe o King Lear, LA LEBBRA, letteratura, libri, libri di Iannozzi Giuseppe, narrativa, romanzi, SCANDALO, segnalazioni, società e costume, ULTIMO SEGRETO DI NIETZSCHE | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Silvio Berlusconi assolto

Silvio Berlusconi assolto

Berlusconi_CesareBerlusconi si è detto «commosso, l’accusa era ingiusta e infamante. La maggioranza dei magistrati merita un pensiero di rispetto, perché fa il proprio lavoro silenziosamente, con equilibrio e rigore ammirevoli. Il primo pensiero è per i miei cari, che hanno sofferto anni di aggressioni».

«Un caloroso ringraziamento va ai miei avvocati, al professore Coppi, ai legali Dinacci Ghedini e Longo che hanno saputo fare il loro lavoro non soltanto con altissima professionalità e competenza, ma anche con quella passione civile, con quella sensibilità umana, con quella sete di verità che hanno dato ancora più valore al loro eccellente lavoro».

«Da oggi possiamo andare avanti con più serenità. Il percorso politico di Forza Italia non cambia. Credo che questo sia nell’interesse dell’Italia, della democrazia, della libertà».

Pubblicato in NOTIZIE, politica, politici | Contrassegnato ,