Le fantasticherie di un viandante solitario – Jean-Jacques Rousseau – Traduzione e introduzione di Ilaria Guidantoni – Lorenzo de’ Medici Press

Le fantasticherie di un viandante solitario – Jean-Jacques Rousseau

Traduzione e introduzione di Ilaria Guidantoni

Lorenzo de’ Medici Press

Le fantasticherie di un viandante solitario - Jean-Jacques Rousseau

«Le Fantasticherie di un viandante solitario rappresentano di fatto il seguito delle Confessioni e sono l’ultima opera di Jean-Jacques Rousseau che si compone di dieci “Passeggiate”.
La decima, scritta meno di tre mesi prima di morire, è rimasta incompiuta. Arrivato sulla via del tramonto della propria vita, Rousseau, sempre più emarginato dalle relazioni umane, ha voluto dedicare i suoi ultimi giorni allo studio di se stesso, abbandonandosi, come scrive, alla sola dolcezza che il mondo non potesse più sottrargli, quella di conversare con la propria anima. Il piacere delle passeggiate quotidiane, spesso riempito di contemplazioni incantevoli, delle quali rimpiangeva d’aver perso il ricordo, ha cominciato a fissarlo con la scrittura per quello che avrebbe potuto riaffiorare ancora. […].
Il ragionamento, ancorché pieno di suggestione, disegna più un percorso psicologico a mio parere irrisolto che un cammino filosofico. Se per Agostino il centro dell’attenzione è l’uomo in quanto creato liberamente e con atto d’amore a immagine e somiglianza di Dio, per Rousseau, la nostalgia per lo stato di natura e per la grandezza e superiorità di quest’ultima, rievoca piuttosto il mondo greco per il quale la storia di fatto non esiste nel senso di evoluzione, di un tempo a spirale che nella sua irreversibilità disegna un progresso (fosse pure con momenti di involuzione) […]. Rousseau ci porta lungo sentieri perigliosi e irrisolti, indefiniti, stimolando la nostra ricerca.
Non dà risposte ma offre gli strumenti e il cipiglio per interrogarsi, per non perdere mai la voglia della domanda che è lo spirito stesso del filosofo. Infine, fermandoci a riflettere sui rapporti umani, Rousseau in modo pessimistico, sembra ritenerli impossibili, non solamente difficili, perché non presenta un’alternativa reale al conflitto e alla corruzione delle relazioni […].
L’indicazione che ci offre è l’importanza del rigore morale che occorre trovare in noi stessi.».

Dall’introduzione di Ilaria Guidantoni

Jean-Jacques RousseauJean-Jacques Rousseau(1712-1778) è stato uno dei maggiori filosofi, pensatori e scrittori della letteratura francese ed europea. Fu anche pedagogista e musicista. Incomparabile filosofo, anticipò inoltre molti degli elementi che, tra la fine del XVIII e l’inizio del XIX secolo, avrebbero caratterizzato il Romanticismo, e segnò profondamente tutta la riflessione politica, sociologica, morale, psicologica e pedagogica successiva. Tra le sue opere maggiori spiccano Il contratto sociale (1762), Le confessioni (1782), Émile o dell’educazione (1762).

Ilaria GuidantoniIlaria Guidantoni – Giornalista, blogger e scrittrice, si occupa di temi legati alla cultura del Mediterraneo. Fiorentina di nascita, vive e lavora tra Roma, Milano e Tunisi. Laureata in Filosofia Teoretica. E’ direttore della testata culturale on line Saltinaria.it. Ha pubblicato il saggio Vite sicure. Viaggio tra strade e parole (Edizioni della Sera, marzo 2010); la raccolta di poesie e racconti Prima che sia Buio (Colosseo Grafica Editoriale, novembre 2010); l’instant book I giorni del gelsomino (P&I Edizioni, febbraio 2011); il romanzo verità Tunisi, taxi di sola andata (NO REPLY Editore, marzo 2012), Chiacchiere, datteri e thé. Tunisi, viaggio in una società che cambia (Albeggi Edizioni REvolution, gennaio 2013), Marsiglia-Algeri. Viaggio al chiaro di luna (Albeggi, gennaio 20155), Lettera a un mare chiuso per una società aperta (Albeggi, maggio 2016), Senza perdere il coraggio. Tunisi, viaggio in una società che cambia (Albeggi, marzo 2018), Lettera a un mare chiuso per una società aperta (Albeggi, maggio 2018), Viaggio di ritorno. Firenze tra racconti, storie e aneddoti (Oltre Edizioni, marzo 2016) Corrispondenze mediterranee. Viaggio nel sale e nel vento (Oltre edizioni, maggio 2015), I giorni della peste 2.0. Riflessioni emozionali dal confinamento (Oltre Edizioni, ebook, 2020). Ha pubblicato il racconto Chéhérazade non abita qui nel libro collettivo uscito il 25 novembre 2014 contro la violenza sulle donne, Chiamarlo amore non si può (Casa Editrice Mammeonline). Ha tradotto e curato Ritratto incompiuto del padre di Jean Sénac (Oltre Edizioni, ottobre 2017), Per una terra possibile di Jean Sénac (Oltre Edizioni, novembre 2019).
Ha collaborato con il Dizionario Enciclopedico delle Migrazioni Italiane nel Mondo per le voci l’osmosi siciliana in Tunisia, l’emigrazione italiana interna nel Novecento e i lavoratori italiani nelle miniere nel mondo (SERItaliAteneo, 2014). A dicembre 2014 è uscito Marsiglia-Algeri Viaggio al chiaro di luna (Albeggi Edizioni) e a gennaio 2015 Il potere delle donne arabe (Mimesis, editore). Ha partecipato in rappresentanza dell’Italia a Tunisi al I Forum internazionale sulle identità multiple nell’area dell’Euro-Maghreb organizzato dalla Commissione europea nel 2013. Ha ricevuto il premio Diritti umani 2014 XV edizione Salento porta d’Oriente, omaggio a Nelson Mandela.

Lorenzo de’ Medici Press è una casa editrice aperta, indipendente e rivolta verso il futuro. Il catalogo accoglie un settore principale aperto a volumi di ampia divulgazione saggistica, e agile formato, nel campo delle scienze umane: dalla filosofia alla religione, dalla linguistica alla sociologia, dalla storia alla letteratura, dalla storia dell’arte all’archeologia, dalla psicologia alla scienza, dal cinema alla fotografia. Tutti libri che puntano a individuare temi, ad analizzare problemi e a spiegare sempre al pubblico quello che serve ad arricchire e far crescere la conoscenza grazie a un linguaggio diretto e immediato. Accanto a questo settore, Lorenzo de’ Medici Press pubblica volumi di “varia adulti e ragazzi” nei quali l’intrattenimento è inteso come sempre motivato e motivante, mai fine a se stesso né scontato e sempre con connotati di spiccata originalità. Anche in questo caso i settori sono molteplici: dalle tradizioni locali alla cucina, dall’esercizio artistico agli sport.  Al fianco di questi due contenitori, vengono pubblicati volumi di narrativa, Italiana e straniera, che da tempo sono introvabili in libreria o che, invece, non sono mai stati pubblicati. Scoperte e riscoperte che divertono e interessano, aiutando il lettore ad ampliare i propri orizzonti.

Le fantasticherie di un viandante solitarioJean-Jacques Rousseau – Traduzione e introduzione di Ilaria Guidantoni – Lorenzo de Medici Press – Prima edizione: 06/2022 – Pagine: 152 – ISBN: 9788899838959 – Prezzo di copertina: 10,00 €

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in ACQUISTA, ACQUISTA DALL'EDITORE, ACQUISTA ONLINE, comunicati stampa, cultura, editoria, filosofia, libri, saggistica, segnalazioni, società e costume, spiritualità e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Le fantasticherie di un viandante solitario – Jean-Jacques Rousseau – Traduzione e introduzione di Ilaria Guidantoni – Lorenzo de’ Medici Press

  1. Priti ha detto:

    .👌👌👌

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.