Gianclaudio de Angelini – Gli occhi di Lavinia – Prefazione: Diego Zandel – Oltre Edizioni

Gianclaudio de Angelini

Gli occhi di Lavinia

Oltre Edizioni

Gianclaudio de Angelini - Gli occhi di Lavinia - Oltre edizioni

Gianclaudio de Angelini ha cominciato a pubblicare su Facebook come “post” le sue poesie, in italiano e in istrioto (il dialetto istroveneto parlato soprattutto a Rovigno e Dignano) e i suoi haiku. Ed ogni volta li leggevo ammirato. E questo, nel corso degli anni, versi dopo versi, mi ha fatto prendere sempre più coscienza del valore poetico di essi. Così, un bel giorno di non molto tempo fa, mi decido a chiedergli di raccogliere le sue poesie in italiano e in istrioto e i suoi haiku fulminanti per sondare io la possibilità di una silloge che antologicamente riunisse i tre filoni attraverso i quali si esprime.

Ed ecco qua il libro. Credo che come ne sono rimasto colpito io, lo sarete anche voi.

Una parola in più solo per l’istrioto. È un dialetto che l’esodo ha parecchio svuotato, con la sua gente che se n’è andata dai luoghi dove si parlava, e che con l’arrivo in quegli stessi luoghi di gente proveniente da varie parte della ex Jugoslavia (croati dell’interno, serbi, kosovari) nulla hanno a che fare con il passato e le tradizioni non solo linguistiche di queste zone.

Ecco, il valore della poesia di Gianclaudio de Angelini in istrioto sta anche, oltre che nella sua bellezza e musicalità, nell’essere una delle ultime testimonianze della sua esistenza. Ho chiesto per questo motivo all’autore di darci anche nel libro un breve saggio che ne sveli la storia, a futura memoria.

Diego Zandel (dalla prefazione)

Gianclaudio de Angelini è nato il 19 dicembre del 1950 a Rovigno d’Istria. La sua famiglia  andò in esilio nell’agosto del 1951, quando non aveva ancora compiuto un anno. Dal 1956 risiede nel Villaggio Giuliano, ora Quartiere Giuliano Dalmata di Roma. Tornato la prima volta a Rovigno nell’estate del 1960 ha incominciato sin d’allora ad interessarsi della storia, del dialetto e delle tradizioni della sua terra d’origine. Nel 1997 ha vinto il primo premio della Sezione in Vernacolo del Premio di Poesia LAURENTUM, con “El sèigo da pera” componimento nell’istrioto di Rovigno, l’antico linguaggio dell’Istria meridionale. Nel dicembre 1997 ha pubblicato il volumetto “Poesia dell’esodo a due Voci” insieme con il dott. Marino Micich, figlio di esuli dalmati, con la prefazione del Dott. Amleto Ballarini, a cui ha fatto seguito il volumetto di poesia “Zbrèinduli da biechi – Brandelli di stracci” pubblicato nel 2010, con il quale nel 2018 ha vinto il primo premio della XVI edizione del “Premio Tanzella”  nella Sezione Poesia. Cultore della poesia breve di stampo ermetico si è naturalmente avvicinato al mondo degli Haiku. Alcune sue composizioni sono raccolte nell’antologia Autunno edita nel 2013 e Inverno edita nel 2016 pubblicate nella collana Hanami (Edizioni della Sera).  Consigliere della Società di Studi Fiumani,  ricopre attualmente la carica di vice Presidente dell’Associazione per la cultura fiumana, istriana e dalmata nel Lazio. Ha pubblicato saggi, articoli e partecipato a conferenze nell’ambito della storia e della cultura della sua terra d’origine. Co-fondatore della Mailing List Histria (M.L.H.) ed ideatore dell’omonimo Premio letterario indetto per i ragazzi delle Comunità Italiane dell’Istria, di Fiume e Dalmazia, giunto quest’anno alla sua 18° edizione. Dal 2019 è redattore de “La Voce della Famia Ruvignisa” organo della diaspora rovignese. Ha pubblicato svariati saggi sulla storia rovignese e sulla questione giuliana nella Rivista di studi adriatici “Fiume” e negli Atti del Centro di Ricerche Storiche di Rovigno tra gli altri : Il partito comunista italiano e la Questione giuliana – Rivista FIUME Anno XVI N.31 1996; Brevi cenni sull’Istrioto di Rovigno” Rivista FIUME ; Il Canonicato Angelini, nella storia di Rovigno” ATTI del CRS N° 43 anno 2014: “Le memorie istriane di Raimondo Devescovi, Quaderni, del CRS Vol. XXII,  2011.

ACQUISTA DALL’EDITORE

Gli occhi di Lavinia – Gianclaudio de Angelini

Gli occhi di Lavinia – Gianclaudio de AngeliniOltre edizioni – Collana: Collezione di poesia – Prefazione: Diego Zandel – Prima edizione: giugno 2021 – Pagine: 168 – ISBN: 9791280075260 – Prezzo di copertina: € 16.00

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in ACQUISTA, ACQUISTA DALL'EDITORE, ACQUISTA ONLINE, arte e cultura, comunicati stampa, consigli letterari, cultura, editoria, libri, libri di poesia, poeti, segnalazioni, società e costume e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.