Faccio ridere perché non sono divertente!

Faccio ridere perché non sono divertente!

Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe

DALLO PSICANALISTA

– Che cosa la tormenta, Signora?
– Sono entrata in camera da letto, sicura che non ci fosse nessuno…
– E invece?
– C’era mio marito.
– Con un’altra donna?
– No.
– Aveva addosso una delle mie minigonne.
– Ah, capisco. È stata una amara scoperta scoprire che suo marito tiene un animo femminile.
– Lei non capisce, non si era depilato le gambe, un vero orrore, glielo giuro.

DONNE E GATTI

Parlando con la mia ex moglie:

– Non capisco perché ti sei riempita l’appartamento di gatti.
– Forse perché sei andato a letto con tutte le mie migliori amiche.

CHE COSA NE PENSO!

– Che cosa ne pensa della poesia moderna?
– La poesia moderna è molto migliore rispetto a quella del passato.
– Potrebbe essere più chiaro?
– Se leggo i poeti del passato divento depresso come loro. Leggo i poeti di oggi, non capisco una mazza di quello che hanno scritto e rido come un pazzo.

PALLE

“Che palle!”, disse il pesce palla.

IPOCONDRIACO

Sono ipocondriaco, molto, ed ho un solo scopo nella vita: sposare una donna medico.

CONFESSIONE

– Figliolo, qual è la sua più grande paura?
– Quella di svegliarmi morto.

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in Iannozzi Giuseppe, umorismo e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.