Underdog di AN15. Tutto l’anticonformismo degli anni Novanta

Underdog di AN15

Tutto l’anticonformismo degli anni Novanta

di Iannozzi Giuseppe

Underdog - AN!% - Algra editore

L’ultima fatica letteraria della scrittrice AN15 è Underdog (Algra editore), un lavoro che nella sua crudezza non può non accogliere taglienti schegge di liricità anarchica, anticonvenzionali squarci di vita. Leggendo Underdog, non si può fare a meno di tornare ad ascoltare Joe Strummer, i Ramones, i Radiohead, David Bowie, Billy Idol, Iggy Pop and The Stooges, Patti Smith, Nick Cave, etc.
Lo stile della scrittrice e artista AN15 è sempre diretto, privo di stupidi e inutili dannunzianesimi. Nella scrittura di AN15 convergono situazioni bordeline, una discreta dose di estetica avantpop, e tanta vita on the road.
È piuttosto facile immaginare che AN15 sia stata influenzata da un non poco importante corollario di scrittori e pensatori come Michail Bakunin, Pëtr Alekseevič Kropotkin, Albert Camus, André Breton, Boris Vian, Pietro Gori, Christiane F., Douglas Coupland, Irvine Welsh, Jim Carroll, Pier Vittorio Tondelli, ecc., da un po’ tutti i poeti e artisti della Beat Generation, ma anche dai fumettisti Andrea Pazienza e Stefano Tamburini.

In Underdog incontriamo tanti personaggi che non intendono omologarsi. Il loro sogno è quello di poter fare dell’arte, in piena libertà, sono infatti convinti che la sostanza è sicuramente più importante di qualsiasi forma di esteriorità.
Sin da piccola, Hansel ha compreso che l’apparenza è sinonimo di ipocrisia. Hansel non ha avuto una infanzia facile, ma non si è lasciata andare: la sua ostinazione è rimasta viva, incoercibile. Gina, Felix, Antonio, Eros e Arturo seguono la linea di pensiero di Hansel; loro desiderio è di poter donare se stessi all’arte, a quella vera che non accetta compromessi. Nessuno di loro è disposto a finire la propria vita in una gabbia di convenzioni, e proprio per questo Hansel e i suoi amici vengono guardati con malevolenza, e non di rado puniti.
Milano è una città caotica di bancomat cemento asfalto, che non ama gli artisti che dimostrano di avere un carattere indipendente. Alla fine, non poco disgustata, Hansel decide di lasciare l’Accademia di Belle Arti di Brera per andare a lavorare in fabbrica, sperando di poter costruire la propria felicità con il sudore della propria fronte. L’Accademia non faceva per lei: troppe regole, troppi stereotipi che solo la facevano stomacare.
Resistere non è facile: la musica della controcultura le tiene compagnia, entra nelle sue vene e la rabbia monta in lei. Insieme ad alcuni amici mette su un collettivo artistico: il proposito è quello di promuovere una cultura alternativa. E le delusioni non tardano a manifestarsi: qualcuno cede, cade e non si rialza più. Stare al mondo significa lottare ogni dannato giorno; e, alla fine, la solitudine e la disperazione, l’essere guardati con sospetto da un po’ tutti e una bella dose di tentazioni fanno il loro sporco lavoro, lasciando che i più deboli si lascino catturare dalla disperazione, da quella più nera e autolesionistica.

Underdog è un romanzo di finzione, ma potrebbe contenere degli elementi autobiografici. Nel suo romanzo, AN15 disegna gli anni ottanta e gli anni novanta con una fedeltà icastica che a volte sfiora il realismo più crudo. Underdog è un libro necessario, è una storia che ci fa comprendere che la società potrebbe essere un po’ diversa, migliore, se solo ci fosse il coraggio di rigettare il trasformismo, i pregiudizi, le etichette sociali.

AN15AN15 nasce negli anni del post-punk nell’Area Metropolitana di Milano. Frequenta il Liceo Artistico e abbandona l’Accademia delle Belle Arti di Brera per fondare il collettivo artistico Box Position (Milano art collective – music – writing – contemporary underground) insieme a produttori musicali, musicisti, artisti, dj’s. Attualmente si dedica all’organizzazione di eventi musicali nella scena underground.
Nel 2017 Habanero/Erga Edizioni pubblicano il suo primo romanzo “Gatti nei Sacchi di Plastica”. La sua ultima opera è “Underdog” (Algra Editore, 2020).

ACQUISTA DALL’EDITORE

Underdog – AN15

Underdog – AN15 – Algra editore – anno edizione: 2020 – pagine: 264 – ISBN: 9788893414012 – € 16,00

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in ACQUISTA, ACQUISTA DALL'EDITORE, ACQUISTA ONLINE, arte e cultura, attualità, consigli letterari, critica, critica letteraria, cultura, editoria, Iannozzi Giuseppe, letteratura, libri, narrativa, recensioni, romanzi, scrittori, società e costume e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.