Charlie Chaplin e Albert Einstein chiacchierano del più e del meno (dialogo immaginario) – racconto completo da “Il male peggiore. Storie di scrittori e di donne” di Iannozzi Giuseppe

Charlie Chaplin e Albert Einstein chiacchierano del più e del meno

di Iannozzi Giuseppe

Charlie Chaplin e Albert Einstein

Charlie: Albert, pensi che, un giorno o l’altro, questo mondo finirà?

Albert: Vorrei poter dire di no, Charlie. Il fatto è che non so con quali armi si combatterà la Terza Guerra Mondiale, ma la Quarta sì: con bastoni e pietre.

Charlie: Ci si farà un gran male.

Albert: Bastoni e pietre rompono le teste in fretta, certo che sì.

Charlie: Chissà quante teste resteranno in piedi dopo la Terza Guerra Mondiale.

Albert: Poche, poco ma sicuro, caro buon vecchio Charlie.

Charlie: E noi siamo troppo vecchi per poterci fare qualcosa…

Albert: Abbiamo fatto entrambi il nostro tempo. Di più non avremmo potuto fare.

Charlie: Non lo so… Mi sento ancora un uomo forte, capace di dare tanto.

Albert: L’istinto di sopravvivenza non muore mai, anche se il più delle volte non è sufficiente.

Charlie: Non lo nego.

Albert: Hai una moglie giovane, molto giovane. È normale che tu ti senta in forze.

Il male peggiore - Iannozzi Giuseppe - Edizioni Il FoglioCharlie: La mia Oona, Oona O’Neill. È la quarta lei.

Albert: Pensi già a una quinta donna al tuo fianco?

Charlie: Nella vita non si sa mai!

Albert: L’hai sposata che aveva diciotto anni Oona.

Charlie: E io ne avevo cinquantaquattro.

Albert: Che cosa ti ha fatto innamorare così perdutamente di lei?

Charlie: La sua giovinezza, la sua bellezza, la sua gioia di vivere che istiga la mia.

Albert: Non sei poi così diverso dagli altri uomini.

Charlie: Mi fa sentire vivo. Con lei non è come con le altre.

Albert: È l’istinto di sopravvivenza.

Charlie: È una donna che ama i bambini.

Albert: Sei preoccupato per i tuoi figli?

Charlie: Sempre. Se avessi saputo ciò che i nazisti stavano facendo, non lo so se avrei trovato il coraggio di mettermi nei panni del Grande Dittatore.

Albert: Ricorda quello che hai detto… non stavi semplicemente recitando la tua parte, Charlie.

Charlie: «…combattiamo per mantenere quelle promesse! Combattiamo per liberare il mondo, eliminando confini e barriere; eliminando l’avidità, l’odio e l’intolleranza. Combattiamo per un mondo ragionevole. Un mondo in cui la scienza e il progresso diano a tutti gli uomini il benessere. Soldati, nel nome della democrazia, siate tutti uniti!
Hannah, puoi sentirmi? Dovunque tu sia, abbi fiducia. Guarda in alto, Hannah! Le nuvole si diradano: comincia a splendere il Sole. Prima o poi usciremo dall’oscurità, verso la luce e vivremo in un mondo nuovo. Un mondo più buono in cui gli uomini si solleveranno al di sopra della loro avidità, del loro odio, della loro brutalità. Guarda in alto, Hannah! L’animo umano troverà le sue ali, e finalmente comincerà a volare, a volare sull’arcobaleno verso la luce della speranza, verso il futuro. Il glorioso futuro che appartiene a te, a me, a tutti noi. Guarda in alto Hannah, lassù.» [1]

 Albert: È un bellissimo discorso.

Charlie: Una pia illusione.

Albert: Gli uomini sono fatti della stessa sostanza delle illusioni. Potremmo dire così. Shakespeare la sapeva lunga.

Charlie: Più si va avanti e più si va indietro. Ma ho ancora così tanta voglia di fare, così tanta… non puoi immaginare!

Albert: Posso invece… Forse non sono così vecchio, forse anch’io ho ancora tanta voglia di fare, ma c’è in me la consapevolezza che l’umanità non sarà mai perfetta. Che un giorno si seppellirà da sé.

[1] Dal discorso finale de Il grande dittatore di Charlie Chaplin.

ACQUISTA SU LIBRERIA UNIVERSITARIA 

Il male peggiore – Iannozzi Giuseppe

IL MALE PEGGIORE (Storie di scrittori e di donne) – Iannozzi Giuseppe –Edizioni Il Foglio – Collana: Narrativa – Pagine 330 – ISBN 9788876067167 – Prezzo: 16,00 €

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in ACQUISTA, ACQUISTA DALL'EDITORE, ACQUISTA ONLINE, arte e cultura, attualità, cultura, editoria, Iannozzi Giuseppe, letteratura, libri, libri di Iannozzi Giuseppe, narrativa, racconti brevi, romanzi, segnalazioni, società e costume e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.