Il bastardo. Capitolo cinque

Il bastardo

Iannozzi Giuseppe

Ogni riferimento a persone esistenti
o a fatti realmente accaduti è puramente casuale.

Capitolo cinque

prostitute

Carla Millosevich faceva la vita, la dava via lungo i viali del parco della Pellerina. Era una di quelle che attirava i clienti con un semplice sguardo. Non indossava niente di appariscente, non si vestiva come una battona. Era sicura di sé, di quello che poteva dare e fare con un uomo una volta finito nella trappola delle sue gambe. La beccarono nel corso d’una retata. Quando andai a trovare lei e le sue amiche in cella, le altre bestemmiavano e inveivano come fiere, Carla invece se ne stava in un angolo, seduta e in silenzio, con le gambe incrociate fasciate dai jeans. Sembrava che non le interessasse. Non degnava nessuno d’uno sguardo. Sul suo volto da sfinge non era possibile cogliere alcun segno di pentimento o paura. Era forse la sola che non ce l’aveva un pappone, che avrebbe mosso mari e monti per tirarla fuori da lì. In qualche modo le sue compagne sarebbero uscite, e, come da copione, sarebbero poi state massacrate di botte dai loro pappa e subito rimesse sulla strada. Carla invece non ce l’aveva un protettore. Le altre ragazze facevano finta di non conoscerla. Era una di loro ma era diversa, troppo.
La feci accomodare nel mio ufficio.

Lei teneva vivo il silenzio. Non intendeva difendersi né supplicare, lo capii subito.
Di punto in bianco, le feci la mia proposta.
Lei non batté ciglio.
“Che mi risponde?”
“Se sta bene a lei, sta bene a me.”
Non mi aspettavo una simile risposta.
Per un momento avvertii un nodo in gola.
“Bene, Carla. Così sia.”
Non ci dicemmo molto altro. Quello che tacemmo lo dissero i nostri sguardi.
Non fu difficile farla uscire di prigione, in fondo era solo una puttana. Non interessava davvero a nessuno dove finisse e con chi.

(c) Tutti i diritti riservati / All Rights Reserved 

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in arte e cultura, attualità, cultura, gialli noir thriller, Iannozzi Giuseppe, letteratura, narrativa, romanzi a puntate, società e costume e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.