“Il male peggiore” di Iannozzi Giuseppe – In libreria – Alcune cose su Giacobbe che stuzzicheranno la vostra curiosità

Il male peggiore di Iannozzi Giuseppe – In libreria

Alcune cose su Giacobbe che stuzzicheranno la vostra curiosità

Il male peggiore - Iannozzi Giuseppe - Edizioni Il Foglio

Le allungai il mio pacchetto di Camel: lei ne sfilò una e se la mise fra le labbra. Servile e adorante, subito gliela accesi con l’accendino, un ben misero Bic.
«Perché non sei andata con gli altri?»
Mietta sbuffò giusto per un istante, ritraendosi in una smorfia buffa e maliziosa: «Perché non ne avevo voglia».
«Però gli altri…»
«Vanno a fare gli scemi su via Roma. Vanno su e giù, fischiano alle ragazze e non fanno altro. E le nostre compagne li sfottono e loro ci stanno pure a farsi sfottere. E ridono a crepa-pelle, lo sanno solo loro perché. Che palle!»
«E stare con me a fumare, chiacchierando del più e del meno, è forse meglio?»
«Sei un ebreo, Giacobbe. Tu non fai ridere, il tuo senso dello humour è a dir poco disastroso, anche se ci provi a calarti nella parte di Woody Allen.»
Ma mentre mi diceva tutto questo, Mietta sorrideva. Almeno a me parve così.
Poi, a bruciapelo, una domanda che mai più mi sarei aspettato: «Tu sei di destra o di sinistra?».
[…]
Intanto Giacobbe, tutto affettuoso, si teneva incollato al fianco di Lily al pari d’uno schiavo. Giacobbe, nella sua ingenuità, non immaginava che Lily avesse già deciso di lasciarlo, proprio quella sera.
Quando furono da soli, in un angolo fumoso, lei glielo disse, su due piedi, senza alcun sentimento di dolore. Giacobbe non scucì una sola parola, allora lei glielo tirò fuori e subito se lo cacciò in bocca. Qualcuno gli passò accanto e fece finta di niente, anche perché lo spettacolo era tutt’altro che inusuale.
Dopo che fu venuto nella bocca di Liliana, con dolorosa meccanicità, gettò un’occhiata all’intorno e comprese che odiava tutti quegli uomini […]
Si trovava al decimo piano d’un vecchio palazzo in stile littorio.
Non sembrava troppo agitato per uno che aveva preso la decisione di togliersi la vita, e non in maniera indolore.
Giacobbe era in mezzo a tanti altri curiosi che, in cuor loro, speravano che l’uomo si buttasse: sarebbe stato un sacrilegio se alla fine avesse deciso di non dar più spettacolo.
Giacobbe non conosceva i motivi per cui quello sconosciuto fosse sul punto di ridursi in poltiglia. Qualcuno diceva che fosse reduce da una delusione amorosa, qualcun altro invece se la tirava dicendo, con tono sin troppo sicuro, che l’uomo era oppresso da una bella dose di debiti. Giacobbe però sapeva una cosa: il cuore dell’uomo si sarebbe fermato durante il volo. La morte l’avrebbe rapito per arresto cardiaco ben prima che il suo corpo si sfracellasse al suolo. Questa certezza lo fece sorridere.
[…]
Giacobbe si svegliò all’improvviso, madido di sudore: un incubo, un maledetto incubo che l’aveva visto protagonista. Giacobbe non era affatto certo che lassù ci fosse un Dio, ma se c’era e gli aveva dato le sembianze scimmiesche che aveva, per forza di cose doveva essere un burlone non poco shakespeariano.
«Le forme esteriori possono ingannare, sempre l’ornamento inganna il mondo. E il diavolo può citare le scritture per i suoi scopi… e il mondo è ancora ingannato dalle apparenze», farfugliò Giacobbe, citando alla rinfusa alcune frasi da Il mercante di Venezia di William Shakespeare.

da IL MALE PEGGIORE (Storie di scrittori e di donne)

IL MALE PEGGIORE (Storie di scrittori e di donne) – Iannozzi Giuseppe –EDIZIONI IL FOGLIO – Collana: Narrativa – Pagine 330 – ISBN 9788876067167 – Prezzo: 16,00 €

Il male peggiore - Giuseppe Iannozzi - Edizioni Il Foglio

Acquista online

IBS – Giunti Al Punto – MondadoriStore

Libreria UniversitariaUnilibro

La Feltrinelli – Amazon

Acquista IL MALE PEGGIORE dall’editore
scrivendo email a ilfoglio@infol.it

O prenota la tua copia in libreria


Leggi la rassegna stampa:

Letteratura: Giuseppe Iannozzi: “Il male peggiore” – recensione di Bartolomeo Di Monaco

Perché leggere “Il MALE PEGGIORE” di Iannozzi Giuseppe? Ve lo spiega Nadia Fagiolo

Giulia Campinoti consiglia “Il male peggiore” di Iannozzi Giuseppe

Lidia Popolano parla de “Il male peggiore”

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in ACQUISTA, ACQUISTA DALL'EDITORE, ACQUISTA ONLINE, arte e cultura, attualità, comunicati stampa, consigli letterari, cultura, editoria, Iannozzi Giuseppe, letteratura, libri, libri di Iannozzi Giuseppe, narrativa, romanzi, scrittori, segnalazioni, società e costume e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a “Il male peggiore” di Iannozzi Giuseppe – In libreria – Alcune cose su Giacobbe che stuzzicheranno la vostra curiosità

I commenti sono chiusi.