Consigli a un principe bizantino – Fozio (a cura di Lucio Coco) – Dehoniane Edizioni

Consigli a un principe bizantino – Fozio

Dehoniane Edizioni

Consigli a un principe bizantino - Fozio - Dehoniane Edizioni

Parere di lettura

Questi consigli furono composti tra l’879 e l’883, quando Fozio (erudito, patriarca bizantino e insegnante di filosofia greca presso l’Università Imperiale di Costantinopoli) stava svolgendo il secondo mandato in qualità di patriarca di Costantinopoli.

Non si incorra nell’errore di pensare che, oggi, questi consigli siano inattuali, perché è invece vero il contrario. Il mondo non è cambiato, non più di tanto sotto il profilo sociologico, e i mali di ieri sono identici a quelli del nostro momento storico: corruzione, bramosia, calunnia, adulazione, falsità, avarizia, ingiustizia, menzogna, falsità di certi amici che non sono dei veri amici, attaccamento al potere, accumulo indebito di ricchezze, cattiva amministrazione, arroganza, ruberie, mancanza di pietà, mancanza di altruismo, disprezzo nei confronti di poveri e malati. Fuor di dubbio, la nostra società è invischiata nel pantano del male e del vizio, così tanto che il serio rischio a cui andiamo incontro è di autodistruggerci.

Sessantasei sentenze che Fozio indirizzò a un principe bizantino e che sono più che mai attuali e indispensabili. Leggere Fozio significa entrare a contatto con la natura umana che il patriarca bizantino conosceva in ogni suo aspetto, spirituale e terreno.

Se uomini e donne di buona volontà mettessero in pratica i consigli dispensati da Fozio, si potrebbe vivere in pace e in armonia. Va da sé che tutti gli uomini politici dovrebbero leggere “Consigli a un principe bizantino” di Fozio e far tesoro delle sue sentenze.

Iannozzi Giuseppe

Descrizione

Composto tra l’879 e l’883, quando Fozio sta svolgendo il secondo mandato in qualità di patriarca di Costantinopoli, questa breve opera ospita sessantasei sentenze che si inseriscono nel solco della trattatistica delle raccolte di consigli e suggerimenti indirizzati al principe. Il testo, che la tradizione manoscritta ha conservato con il titolo di “Capita paraenetica”, si sofferma sulle virtù del sovrano, la scelta dei funzionari e dei magistrati, l’adulazione e la calunnia, la corruzione e l’importanza dell’eloquenza, la cura di sé e l’amicizia. Una riflessione di sorprendente attualità sul potere e il suo esercizio.

Sommario

Premessa (L. Coco).  Nota bibliografica.  Abbreviazioni e sigle.  Consigli a un principe bizantino. 1. L’educazione.  2. La fede.  3. Il rispetto dei sacerdoti.  4. Il giudizio e la ricompensa.  5. L’elemosina.  6. La diligenza e la vigilanza.  7. La compagnia di uomini validi.  8. La virtù.  9. Il desiderio.  10. I modi virtuosi.  11. La temperanza.  12. Gli amici fedeli.  13. La forza e la prudenza.  14. L’umiltà.  15. La prudenza.  16. La vita e i discorsi.  17. La meditazione dei testi sacri.  18. Il consiglio.  19. La castità e la temperanza.  20. Il rispetto dei genitori.  21. La giustizia.  22. I benefici.  23. Gli amici.  24. Gli adulatori.  24bis. Il disprezzo delle ricchezze.  25. L’ebbrezza.  26. Il procurarsi gli amici.  27. Le ricchezze e l’avarizia.  28. La generosità e la mitezza.  29. La verità e la menzogna.  30. I funzionari.  31. La riflessione nel decidere.  32. Le buone leggi.  33. Le persone funeste.  34. La misericordia.  35. L’amore degli amici.  36. Le parole e il silenzio.  37. L’elemosina.  38. La caducità delle cose di qui.  39. L’attenzione.  40. La custodia.  41. Il regno celeste.  42. Il ricordo di Dio.  43. La corruzione.  44. L’ingiustizia.  45. La mortalità e l’immortalità.  46. Le magistrature.  47. La pace.  48. La lode.  49. La cura di sé.  50. L’essere compassionevole.  51. L’equanimità.  52. La gratitudine.  53. La bellezza del corpo.  54. La medicina.  55. I calunniatori.  56. La meditazione delle Scritture.  57. La beneficenza.  58. La nobiltà.  59. La pazienza.  60. La formazione.  61. La lingua malata.  62. Le buone maniere.  63. Il dominio sui piaceri.  64. Il perfetto eloquio.  65. Il non esaltarsi.  66. La lettura delle Scritture.

Note sull’autore

Lucio Coco all’attività di docente affianca il lavoro di ricerca sulla tradizione patristica. Ha curato numerose edizioni di Padri della Chiesa greci e latini. Collabora attivamente alla collana dei Testi Patristici dell’editrice Città Nuova presso la quale ha pubblicato in prima edizione importanti opere di Giovanni Crisostomo, Evagrio Pontico, Gregorio di Nazianzo. Altri suoi lavori hanno avuto per oggetto la spiritualità medievale (Gertrude di Helfta, Tommaso da Kempis) e la spiritualità della lettura. Per EDB ha curato i volumi: Le regole alimentari (2015), Le parabole della misericordia (2015), La dieta del saggio (2016), Perdonare le offese (2016) e Omelia sul Natale (2017).

Consigli a un principe bizantinoFozio – A cura di Lucio Coco – Pubblicazione: agosto 2018 – Pagine: 104 – Dehoniane Edizioni – Collana: P9 Lampi sezione: Lampi d’autore – EAN: 9788810567883 – € 9,00

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in ACQUISTA, ACQUISTA DALL'EDITORE, ACQUISTA ONLINE, arte e cultura, attualità, comunicati stampa, consigli letterari, cultura, editoria, Iannozzi Giuseppe, libri, pareri di lettura, saggistica, segnalazioni, società e costume e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.