Per un sorriso camusiano – Appunti filosofici (1)

Per un sorriso camusiano – Appunti filosofici (1)

Iannozzi Giuseppe

Non mi meraviglio del quotidiano, non più. Pienamente esistenzialista, perfettamente per un sorriso camusiano che non si veda.

Esistenzialista. Se nulla ti aspetti di buono o di cattivo, qualsiasi cosa domani dovesse venire o non venire, la accetterai con un sorriso, senza sentimento di meraviglia o altro. Dei morti so qualcosa, dei vivi non so niente tranne quello che loro vogliono far sapere di sé, quasi sempre contraffacendo la realtà. I morti non sanno invece mentire, perché non possono, per cui meglio loro, i morti e sepolti che, pur non avendo voce, ti restano vicini senza estrometterti dalla loro morte, perché è la morte poi solo un altro modo di essere senza più essere nella prigione d’un corpo di vizi, di falsità e di fragilità infinite.

Albert Camus

Albert Camus

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe, giornalista, scrittore, critico letterario
Questa voce è stata pubblicata in cultura, filosofia, Iannozzi Giuseppe e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.