Così disse Gesù di Nazareth

Così disse Gesù di Nazareth

– Chi dice di essere nella luce e odia suo fratello, è ancora nelle tenebre.

– Tutti quelli che mettono mano alla spada periranno di spada.

– Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la vita per i propri amici.

– Chi di voi se ha cento pecore e ne perde una, non lascia le novantanove nel deserto e va dietro a quella perduta, finché non la ritrova? Ritrovatola, se la mette in spalla tutto contento, va a casa, chiama gli amici e i vicini dicendo: “Rallegratevi con me perché ho trovato la mia pecora che era perduta”. Così vi dico, ci sarà più gioia in cielo per un peccatore convertito, che per novantanove giusti che non hanno bisogno di conversione.

– Nessuno accende una lucerna e la mette in luogo nascosto o sotto il moggio, ma sopra il lucerniere, perché quanti entrano vedano la luce. La lucerna del tuo corpo è l’occhio. Se il tuo occhio è sano, anche il tuo corpo è tutto nella luce; ma se è malato, anche il tuo corpo è nelle tenebre.

– Non affannatevi dunque per il domani, perché il domani avrà già le sue inquietudini. A ciascun giorno basta la sua pena.

– Non gettate le vostre perle ai porci perché non le calpestino con le loro zampe e poi si voltino per sbranarvi.

– Qual vantaggio infatti avrà l’uomo se guadagnerà il mondo intero, e poi perderà la propria anima? O che cosa l’uomo potrà dare in cambio della propria anima?

– Vi do un comandamento nuovo: amatevi gli uni gli altri. Come io vi ho amati, così amatevi anche voi gli uni gli altri.

Gesù di Nazareth

jesus-and-black-lamb

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe, giornalista, scrittore, critico letterario
Questa voce è stata pubblicata in aforismi, attualità e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Così disse Gesù di Nazareth

  1. Rosy ha detto:

    Che ci si creda o no ad un Cristo, cio’ che viene scritto qui, e’ un grande insegnamento alla vita. Tutti siamo liberi di comportarci come vogliamo, di accettare i propri sbagli e quelli degli altri. Chi e’ senza peccato scagli la prima pietra !!!.E’ passato tanto tempo ma non siamo ancora cambiati. Abbiamo ancora tanta strada da percorrere e tanto da imparare. Grazie Beppe…ho inteso il tuo messaggio. ❤

    Mi piace

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Credere o non credere che dopo la vita terrena ce ne sia un’altra, be’, non è questo il punto per me. E’ un altro il punto: promuovere il Bene. Il Bene è quel Dio che noi tutti dovremmo cercare, affinché l’umanità progredisca, perché sia sempre più disponibile ad accettare e ad accettarsi. Queste parole di Gesù sono insegnamenti che vanno bene tanto per il laico quanto per la persona di fede; e dirò di più, sono dell’avviso che simili parole possano essere accolte da tutti gli uomini di buona volontà, a patto che non siano essi calati in un qualche fanatismo. Come ho già detto in altre occasioni, Gesù è stato un rivoluzionario, ha portato un messaggio di pace tra gli uomini, cosa impensabile duemila anni fa. Ma anche oggi parlare di pace e fraternità è molto ma molto difficile; e non a caso imperversano le guerre, che hanno più dei connotati politici che non religiosi. Abbiamo ancora molto da imparare affinché la pace possa essere fra tutti gli uomini e da tutti compresa e accettata. Se non si perverrà a una pace duratura, poco ma sicuro, che prima o poi l’uomo decreterà la sua fine.

    C’è da imparare molto e sempre c’è da imparare oltre gli “ismi”.

    beppe

    Mi piace

I commenti sono chiusi.