Tu, Eterna Rosa

Tu, Eterna Rosa

Iannozzi Giuseppe

kiss

a Rosy,
per quell’amicizia sì particolare
che ci lega
e che mai il tempo slegherà

Eterna Rosa

Se vero è
che le più belle
tra le rose
da qui all’aldilà
han su le spine,
così oggi
io ti colgo,
Rosa

Davanti
alla Madonna
in ginocchio
colgo te,
Eterna Rosa,
le lacrime tue
bevendo
perché bene
a fondo
nel cuor mio
eternino
il sentimento
di noi insieme

Il Bacio

Che importa,
che importa
se sulle labbra rosse
iersera t’ho baciata
e già nel sonno
eri tu sprofondata?

Ha fatto presto
la bocca mia
a sfiorar la tua
di rose saporosa

Potrei mai esser
del sole geloso?
geloso io di quel sole
che solo al mattino
la fronte tua
rapido l’ha baciata?

Forse non ricordi
il bacio mio
che il sonno tuo
ha innamorato;
forse davvero
non ricordi
che dalle labbra tue
la dolcezza più dolce
l’ho io rubata;
ma che importa,
che importa
se non ricordi…

Ancor riposa
nell’animo tuo
la paternità
di quel mio bacio
che nelle ore del dì
ti ha riscaldata

Rosa colta, non colta

La Luna ti bacia meglio
di quanto potrò mai io;
ma se oggi accompagnato
passo passo da ombre
e altri sinistri pensieri,
domani lo so
che più solo non sarò;
e se l’esistenza mia l’avrò consumata
sogno impossibile inseguendo
ogni dì potrò dir
d’aver amato la più bella,
la più nobile fra le rose
non colte

Nel giardino dei pensieri tuoi,
lo so, sempre sarò
in veste d’angelo
o di poeta che nulla
di te al cor ha taciuto

E mi domando

E mi domando
se pensi quel ch’io penso
quando d’attorno
si fa il silenzio
E tosto comprendo,
comprendo l’oziosa risposta
che non ci sarà
per quella legge all’oblio
cui tutti noi siamo esposti

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe, Giornalista, scrittore, critico letterario
Questa voce è stata pubblicata in amicizia, amore, arte e cultura, cultura, eros, Iannozzi Giuseppe, poesia e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Tu, Eterna Rosa

  1. Rosy ha detto:

    Che simpatica vignetta Beppe, lui che manda baci a iosa – lei impassibile… Però sorride !!!
    Diciamo che tu sei la matita ed io la gomma ?
    Anzi, tu sei il Poeta ed io la tua eterna musa ?
    Diciamo invece : io sono sì la gomma… ma non ti cancellerò mai dalla mia vita !!!
    Bellissime le poesie qui riportate…
    Grazie Amico mio❤

    Rosy

    Mi piace

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Sì, è davvero simpatico, credo di sì. Lui manda baci e lei finge indifferenza, però sussulta e sorride. Va da sé che non l’ho scelta a caso.😉
    Diciamo che io sono il tuo poeta e tu la mia eterna musa, diciamo pure così.😉
    Vorresti essere una gomma? Ah ah ah, meglio che tu sia l’eterna musa. Sei tale e quale alla tipa raffigurata nella vignetta. ah ah ah

    Sono contento che le poesie ti piacciano.

    Grazie a te, Rosy, amica mia.❤

    beppe

    Mi piace

I commenti sono chiusi.