Biscotti selvaggi e non di Padre Pio

Biscotti selvaggi e non di Padre Pio

Iannozzi Giuseppe

Su Facebook ho condiviso un post, da un profilo che ritengo affidabile. Forse, con un po’ di leggerezza, ho pubblicato anch’io sul diario la storiella dei biscotti di Padre Pio. Mea culpa, mea maxima culpa: non ho approfondito più di tanto, fidandomi della fonte. Me ne dispiace, anche se a onor del vero è sì una bufala, ma a metà, come si può leggere nell’articolo su La Stampa, a firma di Elena Masuelli, che qui segnalo:

I biscotti con le stimmate di Padre Pio (bufala a metà) e le “minne di Sant’Agata”

Ma chi produce simili boiate, a dir poco bambinesche, dovrebbe quantomeno toccarsi il cuore, chiedere scusa a Tutte/i e farlo pubblicamente. L’imputata è Selvaggia Lucarelli. Chi è la Lucarelli? Lascio a Voi il compito di scoprirlo, non sarò di certo io a farle pubblicità. La Signora Lucarelli scrive, tra le altre cose, per Il Fatto Quotidiano… a che titolo non lo voglio sapere.

Io, Iannozzi Giuseppe, sono un giornalista e anche se ho condiviso da un profilo da me ritenuto affidabile, ciò non mi esenta dal dover qui chiedere scusa. Ho agito con un po’ di leggerezza, in buona fede però. Chi invece si è adoperato per far girare questa bufala, non penso lo abbia fatto in buona fede. E ne è prova inconfutabile il post originale da cui è scaturito un bel bailamme, un post che qui riporto sotto forma di immagine, un post che lascia ben poco spazio ai dubbi.

biscottiselvaggialucarelli

“A rendere virale l’immagine dei biscotti con le stimmate, la sua diffusione nei giorni in cui è a Roma la salma del Santo di Pietrelcina, una foto che Selvaggia Lucarelli, forte dei suoi quasi 800mila contatti ha postata su Facebook. Apriti cielo. Fino alle prime indagini on line che hanno svelato l’origine del singolare dolcetto, senza riuscire però a fermarne le condivisioni.” – (fonte: La Stampa.it – articolo di Elena Masuelli.

Chiedo dunque nuovamente e fortemente scusa per il grossolano equivoco in cui sono incappato. Mea culpa, mea maxima culpa.

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe, giornalista, scrittore, critico letterario
Questa voce è stata pubblicata in internet, Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Biscotti selvaggi e non di Padre Pio

  1. furbylla ha detto:

    Allora la Lucarelli non ha prodotto (quindi il suo non è il post originale) ma ha semplicemente condiviso (come han fatto in tantissimi) un post di pessimo gusto aggiungendoci una frase ancor più di pessimo gusto. ma il suo post se vai a vedere sulla sua pagina non ha nessuna condivisione solo molti “mi piace”. Il tutto parte da Nick Biussy lui è l’autore del post originale , a quanto pare, che ha quasi 6000 condivisioni Diamo a Cesare quel che è di Cesare… anche se la Lucarelli nonla sopporto.
    Buongiorno
    Cinzia

    Mi piace

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Dunque, in parte è come dici. Il post originale è di un certo Nick Biussy. Ha messo il post. Qualche commento. Gli è stato pure evidenziato che era una bufala. Ha fatto finta di niente. Ha continuato, per così dire, a giocare. E giù di commenti. Insomma, ha giocato con questa bufala.

    La Sig.ra Lucarelli condivide e ad oggi siamo arrivati a oltre 9000 condivisioni dal suo profilo. La Sig.ra Lucarelli è un personaggio pubblico. Ha condiviso e ha pure commentato, ma parrebbe abbia ignorato i commenti dove si diceva esplicitamente che era una bufala. Insomma, il delirio.
    Dire se questo gioco sia stato portato avanti da entrambi non è possibile. E’ però possibile dire che la Sig.ra Lucarelli è un personaggio pubblico, per cui se condivide qualcosa e per di più in siffatta maniera, ne consegue che la gente ci crede, o perlomeno che possa cadere in errore. E difatti il numero più alto di condivisioni partono dal suo profilo. Ecco perché. Chi ha scritto su La Stampa queste analisi le aveva già fatte, così come pure io.

    Io con certa gente non voglio averci a che fare e difatti ho bloccato entrambi, sia la Sig.ra Lucarelli che il Sig. Nick Biussy.

    beppe

    Mi piace

I commenti sono chiusi.