Padre Pio o il trionfo della morte

Padre Pio o il trionfo della morte

Iannozzi Giuseppe

Padre Pio

Esponiamo una salma, una mummia e diciamola pure santa, tanto in Italia si va avanti a vin santo e tarallucci. Esponiamolo pure in pubblico il corpo morto di Padre Pio, ma una simile trivialità, di pessimo gusto, era costume in uso soltanto nel Medioevo più fosco e crudele. E però vero è che oggi viviamo seppelliti nel limbo di un nuovo Medioevo, forse ben peggiore di quello di secoli e secoli or sono.

Siamo di fronte al trionfo della Morte e dell’iconolatria più becera. Il fedele, il vero cristiano non ha bisogno di adorare una mummia, né sente questo infimo bisogno. Siamo purtroppo inginocchiati a Roma, alla capitale diventata simbolo del malaffare italiano e della mafia.

Approfondisci e leggi: Padre Pio: un affare mortale

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe, giornalista, scrittore, critico letterario
Questa voce è stata pubblicata in opinionismo, riflessioni, storia odierna e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Padre Pio o il trionfo della morte

  1. romanticavany ha detto:

    “O frati,” dissi, “che per cento milia
    perigli siete giunti a l’occidente,
    a questa tanto picciola vigilia

    d’i nostri sensi ch’è del rimanente
    non vogliate negar l’esperïenza,
    di retro al sol, del mondo sanza gente.

    Considerate la vostra semenza:
    fatti non foste a viver come bruti,
    ma per seguir virtute e canoscenza”. »

    “Fratelli miei, che attraverso centomila pericoli siete arrivati a questa “piccola” ultima soglia (le famose colonne d’Ercole) presso l’Occidente; non negate ai nostri sensi quello che rimane da vedere, dietro al sole (dietro all’orizzonte), nel mondo disabitato; considerate la vostra origine: non siete nati per vivere come bruti (come animali), ma per praticare la virtù e apprendere la conoscenza.”
    Non sono affatto d’accordo con questa che credo sia una forma di idolatria. La venerazione della spiritualità di Padre Pio non ha nulla a che vedere con l’ostensione mediatica e perfino pacchiana di una salma imbalsamata. Roba, se non da medioevo, assolutamente materialista che nulla ha a che fare con la vera fede.

    Dolce serata King. 1 Bacio♥

    Mi piace

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Io non credo, non nutro alcuna fede, ma penso che il vero fedele, che il vero cristiano non ha davvero bisogno di vedere una salma. E’ davvero uno spettacolo di cattivo gusto, spettacolo medioevale. Ma siamo quasi nel 2020. Senza poi parlare dei milioni di euro spesi per la sicurezza della salma, dei pellegrini, etc. etc. Tutti soldi che si potevano usare in maniera molto più costruttiva e cristiana.

    Baci a cascata, Bimba Primavera Vany ♥ ♥ ♥

    orsetto

    Mi piace

I commenti sono chiusi.