Gloria Guida. Il sogno biondo di una generazione – Gordiano Lupi – Il Foglio Letterario

Gloria Guida. Il sogno biondo di una generazione

Gordiano Lupi – Il Foglio Letterario

Gloria Guida

È il 28 febbraio 1974 quando, per la prima volta, compare sugli schermi italiani Gloria Guida. Nessuno la conosce, a parte qualche appassionato di canzonette. È bellissima, giovanissima e tutti si innamorano di lei. La critica non si entusiasma più di tanto per quel suo film diretto da un quasi esordiente Mario Imperoli e le commissioni di censura capiscono che da lì in poi dovranno fare gli straordinari. Per la ragazza di Merano comincia un tour de force che la vedrà protagonista di ben ventisette pellicole in soli otto anni. Minorenne, in blue jeans, novizia, liceale, ragazza alla pari, affittacamere e infermiera di notte. Ma anche meravigliosa e matura commediante in film di Steno, Capitani, Corbucci e Risi. Poi ci penserà Johnny Dorelli a portarcela via, anche se non del tutto. Fra quelli che s’innamorano di lei c’è un ragazzino: Gordiano Lupi da Piombino che oggi, più di quarant’anni dopo, quasi per un debito di riconoscenza decide di farle un regalo per il suo compleanno, un metaforico mazzo di rose i cui delicati petali sono fogli di carta. Per lei, Gloria Guida. Che è sogno e poesia (perché gli occhi di Gloria e non solo quelli, sono sogno e poesia). Rimpianti di un tempo che non tornerà più, amore cinefilo incondizionato e amore tout court. Questo libro è un omaggio alla divina dallo sguardo dolce e assassino, con il viso stupendo di un angelo tentatore e il corpo che è perfezione d’artista.

Gordiano Lupi (Piombino, 1960). Tra i suoi lavori di argomento cinematografico: Cannibal – il cinema selvaggio di Ruggero Deodato (Profondo Rosso, 2003), Orrore, erotismo e pornografia secondo Joe D’Amato (Profondo Rosso, 2004), Tomas Milian, il trucido e lo sbirro (Profondo Rosso, 2004), Filmare la morte – Il cinema horror e thriller di Lucio Fulci (Il Foglio, 2006), Sexy made in Italy – le regine del cinema erotico degli anni Settanta (Profondo Rosso, 2007), Fernando di Leo e il suo cinema nero e perverso (Profondo Rosso, 2009), Fellini – A cinema greatmaster (Mediane, 2009), Cozzi stellari – Il cinema di Lewis Coates (Profondo Rosso, 2009 – edizione USA, 2011), Tinto Brass – Poeta dell’erotismo (Profondo Rosso, 2010), Storia del cinema Horror Italiano – vol.1/4 – Il Gotico (Il Foglio, 2011/2014), Laura Gemser e le altre (Profondo Rosso, 2011), Nude… si ride! – I registi e le attrici della commedia sexy – vol. 1 (Profondo Rosso, 2012), Grazie… zie! – I registi e le attrici della commedia sexy – vol. 2 (Profondo Rosso, 2012), Profumo di donna – le più belle attrici italiane degli anni Settanta (Profondo Rosso, 2013), Bruno Mattei – L’ultimo artigiano (Il Foglio, 2013), Soprassediamo! – Franco & Ciccio Story (Il Foglio, 2014).
I suoi romanzi più recenti sono: Fame / Una terribile eredità (Perdisa, 2009 – Il Foglio, 2015), Calcio e acciaio – Dimenticare Piombino (Acar, 2014), Miracolo a Piombino – Storia di Marco e di un gabbiano (Historica, 2015).

Pagine web:
www.infol.it/lupi
Blog di cinema: La Cineteca di Caino
cinetecadicaino.blogspot.com
E mail per contatti: lupi@infol.it

Gloria Guida. Il sogno biondo di una generazioneGordiano Lupi – Il Foglio letterario – collana: cineteca di Caino – pagine: 250 – 1ma edizione: 2015 – Isbn 9788876065941 – prezzo: 15 Euro

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe, giornalista, scrittore, critico letterario
Questa voce è stata pubblicata in arte e cultura, cinema, comunicati stampa, cultura, editoria, letteratura, libri, saggistica, segnalazioni, società e costume, spettacoli e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.