Erano i giorni della nostra vita

Erano i giorni della nostra vita

traduzione e adattamento: Iannozzi Giuseppe

Freddie Mercury

Freddie Mercury

Erano i giorni della nostra vita

A volte ho la sensazione
d’esser tornato ai vecchi tempi, molto tempo fa
Quando eravamo ragazzi, quando eravamo giovani
tutto sembrava così perfetto, sai?
I giorni erano senza fine,
eravamo pazzi, eravamo giovani
Il sole splendeva sempre, vivevamo solo per divertirci
A volte sembra che dopo, proprio non so,
il resto della mia vita sia stato solo uno spettacolo
Quelli erano i giorni della nostra vita
Le brutte cose erano così poche…
Quei giorni sono tutti finiti oramai, ma una cosa è certa,
quando ci penso e ti rivedo, ti amo ancora
Non si possono portare indietro le lancette dell’orologio,
non si può invertine il corso
Non è un peccato?
Mi piacerebbe tornare indietro, almeno una volta,
e fare un giro sulle montagne russe
quando la vita era giusto un gioco
Non ha senso sedersi e pensare a ciò che che hai fatto
quando puoi distenderti e riviverlo attraverso i tuoi bambini
A volte sembra che dopo, proprio non so,
sia meglio sedersi e lasciarsi portare dalla corrente
Perché questi sono i giorni della nostra vita
Sono scivolati velocemente, via col tempo
Questi giorni sono tutti finiti oramai, ma alcune cose restano
Quando ci penso e scopro che niente è cambiato
Quelli erano i giorni della nostra vita, sì
Le brutte cose erano così poche…
Quei giorni sono tutti finiti oramai, ma una cosa resiste così vera,
quando ci penso e ti rivedo, ti amo ancora
Ti amo ancora

Leggi anche

Comunque soffi il vento. Omaggio a Freddie Mercury

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe, giornalista, scrittore, critico letterario
Questa voce è stata pubblicata in arte e cultura, cultura, Iannozzi Giuseppe, musica, spettacoli e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.