Dovere dello scrittore

Dovere dello scrittore

Iannozzi Giuseppe

Made-in-ChinaQuello scrittore – peggio ancora se autoreferenziale e basta – che oggi dovesse pensare soltanto a sé stesso, credendo di essere lui e lui soltanto il centro e il pilastro della cultura, non potrà che andare incontro a un sicuro disastro. Non amo i disastri, per cui li rifuggo, non me ne prendo carico: perché mai farsi del male e fare del male leggendo qualcuno che ha di sé una opinione così tanto alta da dire “tutti gli altri sono fuffa?”. Non c’è ragione alcuna per prendere in seria considerazione certi onanisti che scrivono e scrivono illudendosi d’esser dio sceso in terra.

Il vero scrittore sa riconoscere la bellezza che c’è nella scrittura altrui e impara, non si dice dio e non si mette assiso sul suo dozzinale scranno made in China.

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe, giornalista, scrittore, critico letterario
Questa voce è stata pubblicata in arte e cultura, Beppe Iannozzi, critica, critica letteraria, cultura, editoria, Iannozzi Giuseppe, riflessioni, società e costume e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Dovere dello scrittore

  1. furbylla ha detto:

    l’ultima frase è stupenda
    Cinzia

    Liked by 1 persona

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Speriamo siano d’accordo anche gli scrittori che oggi si credono dio e non lo sono.

    Mi piace

  3. furbylla ha detto:

    penso di no ma chi ci perde son proprio loro che si credono dio
    Cinzia

    Mi piace

  4. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Temo di doverti dare ragione. Neanche io credo che certi scrittori rivedranno la loro posizione di assurda sovranità. E’ questo purtroppo un grande male che ha rovinato la cultura italiana.

    beppe

    Mi piace

I commenti sono chiusi.