Come sciarpa annodata a un funerale. Antologico

Come sciarpa annodata a un funerale

Iannozzi Giuseppe

Brigitte Bardot

Quale la differenza

Guarda questo mondo, poi guarda me
E dimmi quale la differenza, se c’è

Guarda, guarda com’è facile cadere
e rialzarsi sempre annegando lacrime
nella stessa pozza che ci ha visti
dentro al Tutto e al Niente

Guarda, guarda questo giorno
che non c’è, che non è
Eppure noi sediamo a un tavolino francese,
centelliniamo un succo amaro e uno dolce
dallo stesso bicchiere, dallo stesso amore

Guarda te, poi guarda me
E dimmi quale la differenza, se c’è

Ragazzina bella

Come sempre, in quest’alba rosata e delicata
che non mi sei accanto, canto il tuo incanto;
ed è già il tramonto, divino più d’ogni parola
che potrei mai donarti, ragazzina bella

Sospiro, sospiro lungamente:
la pelle tua, calda e soffice l’immagino

Sicuramente,
sicuramente starai già dormendo,
dell’ardor mio sì tanto umano ignara

Divina

Tu, Divina,
come cocaina
affonda
nel mio respiro
un bacio
che sia di vita
o di morte.
D’eterna
assuefazione.

Fior di Loto

Fior di Loto, a chi,
a chi ora dirai che,
che l’ombelico
ha un suo centro
ma non la perfezione?

E nella posizione
che sapevi perfetta,
sempre un po’
si viene
per morire,
e rinascere.

Fior di Loto, quanto,
quanto ancora
resta di noi?
Un volere
Tutto e Niente,
o la polvere
di Babilonia.

(Senza titolo)

Come sciarpa annodata al collo d’un funerale
Come canto di sirene nella memoria sopravvissuto
Così il nostro amore, così il nostro cuore
O forse quel poetico dolore,
che mai proferimmo insieme
Eppure tanto antico, ambiguo

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in amore, arte e cultura, Beppe Iannozzi, cultura, eros, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe detto Beppe, poesia, società e costume e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Come sciarpa annodata a un funerale. Antologico

  1. Rosy ha detto:

    Beppe, ma che bellissime poesie queste…. Certo tristi, ma direi fantastiche… Non so se dirti bravissimo per congratularmi con te per l’averle scritte, oppure essere dispiaciuta qual’ora fossero dettate dal tuo sentire…. Ho letto “antologia” perciò versi di un tempo che fu… Accidenti che belle, bravissimo 🙂 🙂 🙂

    Un abbraccio forte forte
    Rosy

    "Mi piace"

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Cara Rosy, grazie. Direi che questa volta la scelta l’ho operata bene, meglio di quella precedente.
    Anche queste sono vecchie, molto vecchie, di 12 anni or sono. Diciamo che tra le tante poesie che ho scritto qualcuna si salva.

    Un abbraccio forte forte a te, Rosy. E grazie infinite, perché sempre mi segui 😉 ❤

    beppe

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.