Fiore di Passione. L’antologia poetica di Iannozzi Giuseppe – recensione di Gordiano Lupi

Fiore di Passione – Iannozzi Giuseppe

Gordiano Lupi recensisce la poesia di Iannozzi

Fiore di Passione - Iannozzi GiuseppeGordiano Lupi

Da tempo sostengo che dovremmo tornare alla poesia, la regina delle nostre lettere, colei che contiene tutta la nostra tradizione. Il problema di un editore è che in questo periodo storico non vende. Per questo al Foglio Letterario (www.ilfoglioletterasrio.it) facciamo libri di poesia e li regaliamo in e-book, scaricabili gratuitamente su Amazon. Non solo, ci mettiamo a fare lavori poetici di traduzione: Il peso di un’isola di Virgilio Pinera, La patria è un’arancia di Felix Luis Viera… e molti altri, per non guadagnarci niente, solo per fare cultura. A volte proviamo a vendere poesia, ma l’insuccesso è garantito, ché nessuno la compra. Peccato.

Giuseppe Iannozzi ci sorprende perché percorre la nostra stessa strada e lo fa con un e-book autoprodotto intitolato Fiore di passione, 208 pagine telematiche che contengono un florilegio del suo corpus poetico amoroso, il meglio del meglio di quanto è andato componendo in anni di onesto servizio letterario. Conosciamo Iannozzi come sagace critico – animatore culturale di un seguito blog – e abile narratore, autore di romanzi originali come Angeli caduti, L’ultimo segreto di Nietzsche, La lebbra, La cattiva strada e persino di racconti di matrice bukowskiana, che poco hanno a che vedere con la lirica amorosa. La poesia erotica di Iannozzi è introdotta da una suggestiva copertina, un olio su tela di Mariarosa Marchini intitolato Fanciulla in amore, ideale per dare il via a una serie di composizioni di matrice classica nelle quali l’autore non disdegna l’utilizzo di licenze ottocentesche come alma (anima) e perigli (pericoli). Prose poetiche (Occhi di zaffiro, Vite parallele…) e liriche composte ricorrendo al verso libero, moderne ma non troppo, ché l’impianto è ottocentesco, decadente, crepuscolare, tanto da ricordare Gozzano e Corazzini, sentimentale senza scadere nel retorico e nel sentimentalismo. Leggiamo qualche verso per rendercene conto con i nostri occhi.

Il più bel bacio me l’hai dato tu
tra l’infinito e il cielo blu
là dove placido scorre il fiume
La bocca tua l’alma mia ha divorato
veloce gettandola
in un dolce panico – affannato –
per subito trarla in salvo
con gli occhi giurandomi
che mai sarebbe finita la magia.

Una raccolta compiuta che rappresenta un unicum nell’opera letteraria di un intellettuale completo, vivace e controcorrente, scritta per indagare il sentimento amoroso in tutte le sue forme e rappresentazioni, in senso leopardiano, come un sentimento assoluto. Iannozzi parla di desiderio, bellezza, gioco erotico, fantasia, passione, sensualità, carnalità, spiritualità. Perché l’amore è amore, come dicono i versi di una canzone, pure lei un po’ poesia, in fondo. Leggiamo ancora un significativo estratto.

Piano volteggia sulle pianure
sotto lo stormire degl’alberi
una sì tanto strana creatura
che anche a fissarla bene sfugge
e quasi all’occhio non par vera;
le ali il vento gliele riempie
tra bianche nuvole e azzurro;
con l’indice m’indichi il volo,
e tosto ti dimostro ch’è Chimera
che sugl’Oglio, solitaria a Dio,
ha dell’angelo smesso i panni
per tentare a Isola la fortuna

Non si nasconde dietro i sentimenti, il nostro Iannozzi. E parla d’amore. Perché solo chi non ha mai scritto lettere d’amore fa veramente ridere. E lui, proprio come Pessoa, ha il coraggio di scriverle. – www.infol.it/lupi

La presente recensione è stata pubblicata su:

KULT VIRTUAL PRESS
http://www.kultvirtualpress.com/art/1102
ROSEBUD – Critica, scrittura, giornalismo online
http://rinabrundu.com/2015/09/24/fiori-di-passione-di-giuseppe-iannozzi/
DIORAMA ONLINE
http://www.dioramaonline.org/dblog/articolo.asp?articolo=1403
SER CULTOS PARA SER LIBRES
http://gordianol.blogspot.it/2015/09/fiori-di-passione.html
TERPRESS
http://terpress.blogspot.it/2015/09/fiori-di-passione.html#!/2015/09/fiori-di-passione.html
SIGNORA DEI FILTRI
http://signoradeifiltri.overblog.com/2015/09/giuseppe-iannozzi-fiori-di-passione.html

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe, giornalista, scrittore, critico letterario
Questa voce è stata pubblicata in ACQUISTA, ACQUISTA ONLINE, arte, Beppe Iannozzi, consigli letterari, copia e diffondi, critica, critica letteraria, critici letterari, cultura, editoria, eros, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe detto Beppe, libri, libri di Iannozzi Giuseppe, libri di poesia, rassegna stampa, recensioni, società e costume e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Fiore di Passione. L’antologia poetica di Iannozzi Giuseppe – recensione di Gordiano Lupi

  1. Lord Ninni ha detto:

    Quando ho voglia di riappacificarmi con il mondo, amico mio, vengo in punta di piedi qua.
    Il silenzio del mondo si spegne e la bellezza della letteratura mi rinfranca.
    Interessantissima quest pubblicazione che provvederò a renderla ben ospitata (insieme a quasi tutti i tuoi romanzi) nella mia libreria, al posto d’onore.
    So di leggere bene.
    So di rubare un altro pezzo di mondo, grazie a te.
    Buona serata

    Ninni

    Mi piace

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Carissimo Lord Ninni,

    spero davvero sia un bel pezzo di mondo quello che vorrai rubare. Posso dire, senza tema di smentita, che è questa la prima e ultima raccolta poetica che ci sarà da parte mia, perlomeno sino a quando sarò in vita. Se della buona poesia l’ho saputa creare, bene, è in “Fiore di passione”:

    Per ragioni che ben capirai quando leggerai “Fiore di passione”, ho preferito mettere a disposizione il mio lavoro su un canale del tutto indipendente. Diciamo che c’era una “urgenza”, ma anche la volontà di non aver a che fare con l’idea di commerciabilità, che purtroppo domina il mercato editoriale; e se poi oggi si parla di poesia a un editore, be’, sembra quasi tu stia bestemmiando o peggio.

    Grazie infinite, Amico mio. A te il mio più caloroso e fraterno abbraccio.

    Beppe

    Mi piace

I commenti sono chiusi.