Thriller

Thriller

Iannozzi Giuseppe

stephen_K

Stephen, di punto in bianco, ha deciso di scrivere un grande romanzo, un thriller. L’ennesimo.
Fissa la pagina vuota di Word sul suo Mac.
Sente i brividi scorrergli lungo la schiena. La storia ce l’ha già tutta in testa. Ma prima di cominciare a picchiare i tasti sulla tastiera vuole godersi un po’ di relax.
Si fa una canna.
Quand’era povero, giovane e sconosciuto si faceva una pera o anche due, fumava canne una dopo l’altra, e solo quando era con il cervello ben fuso cominciava a massacrare di lettere inchiostrate i fogli bianchi nel rullo della macchina per scrivere.
Adesso è un uomo che ha soldi e fama. La salute è malandata, però di continuare a scrivere non può farne a meno. Il suo editore gli ha detto che non può smettere di scrivere perché il suo nome è un marchio di fabbrica.
Stephen fissa il foglio elettronico davanti a sé.
La storia sarà uguale a cento altre che ha già scritto in passato, ma questa volta la critica e i suoi lettori non potranno fare a meno di dire che il suo ultimo lavoro è il Capolavoro.

Stephen ha deciso di scrivere un thriller, perché le storie horror non vanno più tanto.
Non nutre alcun dubbio che sarà un successo. L’ennesimo. Come al solito.
Inizia a picchiare con le dita grassocce i tasti sulla tastiera del Mac e in poco tempo il foglio elettronico si riempie di parole, le solite cento che ha sempre usato in tutti i suoi romanzi e che i lettori ben conoscono.
Non ha problemi. Riciclare è il suo mestiere. Il suo pubblico non chiede altro che di leggere una storia seriale, una storia che non gli faccia spremere le meningi. E lui, il Re, ha l’obbligo di accontentarli.
Gli ingredienti ci sono tutti: tanto sangue, uno psicopatico dal passato oscuro, una famiglia sterminata con ferocia inaudita dallo psicopatico, un investigatore che ha perso moglie e figlia in un incidente le cui cause non sono mai state ben chiarite, una cittadina di periferia lontana dalla civiltà, sette sataniche che se la spassano nella cittadina sotto gli occhi terrorizzati degli abitanti, una medium che tutti credono fuori di testa, una giovane donna che per puro caso incontra l’investigatore e che subito si invaghisce di lui perché tenebroso…; ma anche due o tre prostitute (il cui destino è già stato deciso), un paio di riferimenti a Dio, una casa abbandonata e diroccata, un cimitero sconsacrato o una chiesa, un prete che blatera dell’Apocalisse oramai prossima…
Stephen sbadiglia.
Sono ore che massacra la tastiera del Mac.
Il thriller però è a buon punto, deve sol più scrivere l’epilogo.
Si concede un’altra canna. Mette su un po’ di musica, quella dei Cheap Trick, la sua band preferita.

Finito.

La moglie entra nello studio del marito. Lo accarezza sulla testa scompigliandogli i capelli oramai quasi del tutto grigi.
“Come procede?”
“Finito. Ho scritto proprio adesso l’epilogo. Vuoi leggerlo? Se piace a te, allora vado sul sicuro.”
La moglie raccoglie il pacco di fogli che la stampante di Stephen ha appena vomitato.
Si mette seduta in poltrona e comincia a leggere.
Dopo un paio di ore si alza e sorride al marito: “E’ buono, molto buono. Come tutti i tuoi romanzi. C’è tutto quello che i tuoi lettori amano. Sarà un successo.”
“E’ un Capolavoro, vero?”
“Alla fine conta il nome e il tuo nome è un vero Capolavoro. Sei il Re.”
“Ma ti è piaciuto?”
“C’è tutto quello che i tuoi lettori si aspettano da uno scrittore del tuo calibro.”
Stephen è soddisfatto. Il suo nome in copertina sarà stampato a caratteri cubitali, e poco più sotto il titolo del romanzo, Thriller.

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in arte e cultura, attualità, Beppe Iannozzi, cultura, fiction, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe o King Lear, letteratura, narrativa, racconti, satira, società e costume e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.