Maria Elena Boschi su Playboy

Maria Elena Boschi su Playboy

Iannozzi Giuseppe

La Boschi su Playboy

La Boschi su Playboy

Il Ministro ha assai più del physique du rôle ma il fatto è che proprio tanta gioiosa malia a molti fa pensare pure male. Insomma la splendida ministra Boschi è l’eccezione che conferma la regola o la famosa regola dell’eccezione? Il potere in gonna ha ancora il fiato corto, nel pensiero diffuso. Basta la pagina ufficiale Facebook del ministro per averne l’inconfutabile conferma.

Sul primo numero di Playboy Italia Confidential, dopo un lungo periodo di assenza dalle edicole, un numero dedicato al noir e al Potere sui Tacchi a Spillo con la ministra Maria Elena Boschi. Il Pd sbarca su Playboy con racconti noir e un articolo su Maria Elena Boschi, deputata e ministro per le riforme costituzionali e per i rapporti con il Parlamento.

PLAYBOY-570

Bene, male. Decidete voi. Questa è la politica italiana, questo il governo Renzi: tacchi a spillo e null’altro.

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in attualità, Beppe Iannozzi, edicola, editoria, giornali, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe detto Beppe, NOTIZIE, notizie italia, opinionismo, politica, politici, segnalazioni, società e costume e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Maria Elena Boschi su Playboy

  1. Rosy ha detto:

    La politica è una vera vergogna. L’italia sta naufragando, ancor più di tutti i naufraghi che stiamo accogliendo.

    "Mi piace"

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    L’Italia è sprofondata da un pezzo. Direi che siamo all’atto finale. Certo non era il caso che la ministra Boschi apparisse su Playboy in una rubrica dal titolo “il potere sui tacchi a spillo” e si facesse presentare come physique du rôle ma il fatto è che proprio tanta gioiosa malia a molti fa pensare pure male. Insomma la splendida ministra Boschi è l’eccezione che conferma la regola o la famosa regola dell’eccezione? Il potere in gonna ha ancora il fiato corto, nel pensiero diffuso.

    L’immagine si sostituisce ai contenuti e alla capacità politica. Va da sé che il governo Renzi, a ogni giorno che passa, perde consensi e pezzi. Non ancora reduce dalla bufera del caso Crocetta, tenta forse con questa mossa di fare che cosa? Forse di imbonire gli italiani con l’immagine della ministra Boschi?

    Adesso, con i tanti emigranti, troppi davvero per essere gestisti e assorbiti dalla sola Italia, si costringono albergatori e non solo a ospitarli. Chi ha una casa in fase di costruzione, di cui deve ancora pagare il mutuo, non può accederci, perché gli alloggi sono stati occupati dai migranti: e chissà se usciranno mai e in quali condizioni lasceranno gli alloggi. Ciò non è tollerabile in un paese civile. E dulcis in fundo si chiede ai cittadini di ospitare nelle proprie case uno o più clandestini a tempo indeterminato. Chi avanza simili richieste, farebbe bene a ospitare i clandestini nelle proprie case, tanto più che i nostri politici non hanno alcun problema di abitazioni e di soldi, ne hanno fin troppo e in maniera esageratamente in avanzo, siano dunque i sinistri politici italiani ad accogliere i clandestini nelle loro case o si dimettano subito, di punto in bianco.

    beppe

    "Mi piace"

  3. Rosy ha detto:

    Si infatti, invitano noi cittadini ad ospitare nelle proprie case i clandestini, come se fosse cosi scontato che a noi Italiani non manca denaro da sperperare…! Ma no, non lo hanno ancora capito quei cavoli dei nostri ministri, NON LO HANNO ANCORA CAPITO che non riusciamo ad arrivare a fine mese. Il peggio è che non lo capiranno mai, poiché non sono neppure capaci di scendere in piazza per verificare e toccare con mano le svariate situazioni. Loro poverini non escono dai loro bunker, dalla loro cerchia, loro stanno bene e per di più si permettono di spendere e spandere il nostro denaro, loro si che si trattano bene… Personalmente mi piacerebbe prendere un qualsiasi ministro, metterlo alla prova con € 1200,00 al mese … ma non solo per un solo mese, almeno per un anno… vorrei vedere se dopo questa esperienza l’atteggiamento resta immutato, oppure se qualcuno inizia a ragionare: VERGOGNATEVI.

    Un invito a tutti gli Italiani: svegliamoci !!!

    "Mi piace"

  4. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    E’ un sopruso bell’e buono, non tollerabile. Ma nell’intanto c’è chi fa ancora la parte del politico crocifisso e non si dimette. A parte questo, i politici lo hanno capito benissimo che la maggior parte non arriva a fine mese, ma come nel medioevo fanno la parte di regnanti tiranni che dal popolo vogliono il sangue e lo ottengono. Loro non si privano di alcunché, i sacrifici li devono fare i poveri e chi è povero in canna: guai a dire a un politico che deve tirare fuori un euro, è capace di farti un buco in fronte senza pensarci su due volte e subito gridare che è stato ‘per legittima difesa’, e quindi assolto perché l’assassinio non sussiste. Di fatto i politici stanno ammazzando gli italiani, i quali, non si capisce ancora bene perché, non si sono dati una regolata e non hanno mandato a gambe all’aria questa finta democrazia che è peggio di una tirannia conclamata.

    Baci ❤

    beppe

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.