Fabrizio Corselli su “Angela bruno miele”, racconto di Iannozzi Giuseppe

Fabrizio Corselli su “Angela bruno miele”, racconto di Iannozzi Giuseppe

Il termine “Superbo” sminuisce troppo questo racconto. Grande penetrazione nei recessi dell’animo umano, portati con duro colpo; irriverente ed accattivante allo stesso tempo; è ciò che piace al lettore al pari di una donna il cui forte desiderio la conduce verso la sponda di un ritroso rigurgito di oscura libido. Il desiderio s’accresce con la forza del colpo inferto. Il testo soggioga ed ipnotizza a tal punto da desiderarne il pieno disvelamento anche se codesto è a volte così rude da non poterlo avvicinare al volto, poiché guardarlo in viso potrebbe cancellarne per sempre i tratti sensibili. Tratti questi di una definitezza della realtà che si arguisce tra le torsioni di una smorfia ma che non ne rivela la vera postura dei muscoli facciali. Per guardare e comprendere l’arte bisogna disvelarne i due volti.

Fabrizio Corselli
(https://www.facebook.com/fabrizio.corselli)

intervista Leggi qui il racconto “Angela bruno miele” di Iannozzi Giuseppe 

woman in love

woman in love

intervista Leggi qui il racconto “Angela bruno miele” di Iannozzi Giuseppe 

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in arte e cultura, critica, critica letteraria, cultura, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe detto Beppe, letteratura, recensioni e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.