Michelangelo il giostraio (e le donne). Lucio Figini e le vite parallele! (recensione)

Michelangelo il giostraio (e le donne)

Lucio Figini e le vite parallele!

di Iannozzi Giuseppe

Michelangelo il giostraio - Lucio Figini - Cicorivolta edizioni

Michelangelo il giostraio – Lucio Figini – Cicorivolta edizioni

Lucio Figini torna in libreria con un nuovo romanzo, “Michelangelo il giostraio (e le donne)”, un romanzo che si lascia etichettare con una certa difficoltà. Riduttivo sarebbe dire che Figini proietta il lettore in un mondo parallelo: sulla carta due biografie romanzate, si potrebbe dunque pensare che l’autore abbia fatto sua la lezione di Plutarco mettendo nero su bianco caratteri, vizi e pregi dei suoi personaggi, e di fatto è proprio così. Tuttavia Lucio Figini, a differenza di Plutarco, non vuole denunciare una falsa moralità, tanto più che sulla pagina abbiano l’uno di fronte all’altro un uomo di tutti i giorni, un umile giostraio un po’ donnaiolo e il grande Michelangelo Buonarroti; e però Michelangelo l’autore lo abbozza soltanto conferendogli una sorniona ambiguità.

Cicorivolta edizioni

Lucio Figini racconta una storia d’amore, o forse soltanto l’amore per le donne, seguendo uno schema ben collaudato riconducibile ad autori quali Guillaume Musso e Marc Levy. Figini, un po’ giocando con il sosia dostoevskiano, strizzando solo debolmente l’occhio ai simulacri dickiani, conduce il lettore in una realtà perfettamente credibile dove realtà e finzione si sposano per dar corpo all’amore, oltreché a un segreto che Michelangelo, giostraio di professione, dovrà suo malgrado risolvere. Ecco dunque che il giostraio, moderno dongiovanni, dovrà non solo vedersela con una allucinazione (o uno spettro) che, giorno dopo giorno, gli rinfaccia mancanze e vizi, ma anche con dei misteriosi messaggi d’aiuto messi per iscritto da parte di una sconosciuta. Per quanto il giostraio si sforzi di capire chi potrebbe essere a chiedere il suo aiuto, interrogando pure lo spettro che gli sta alle costole, alla fine non potrà fare a meno di entrare a contatto con una verità tanto temuta quanto aspettata.

Con “Michelangelo il giostraio (e le donne)” l’autore Lucio Figini si porta avanti rispetto ai suoi precedenti lavori pur non rinnegandoli; con uno stile asciutto e ben calibrato, l’autore costringe il lettore a impegnarsi all’interno della possibilità che la vita del singolo possa correre su un doppio binario anziché su uno soltanto. Il nuovo lavoro di Figini, fuor di dubbio, è una storia d’amore e un thriller e un viaggio nella psiche, una riflessione sulle possibilità che l’esistenza sia anche una sorta di spartito musicale dove gli arrangiamenti cambiano in continuazione e dove l’unica certezza sono forse i sogni, siano essi prodotti dal sonno, siano essi frutto di una qualche forma di catatonia.

intervista leggi l’intervista a tutto campo di Giuseppe Iannozzi a Lucio Figini

Lucio Figini

Lucio Figini

Lucio Figini nasce l’8 febbraio del ’71, laureato come Educatore professionale, sposato con Claudia e padre della splendida Giada, lavora da diciassette anni in ambito psichiatrico e come Formatore.
Ha pubblicato: “Essere sotto le parole”, (poesie giovanili, Montedit, 2001), “Autobiografia di uno sconosciuto”, (romanzo, Arduino Sacco Editore, 2009), “La fiaba della Buonanotte” (romanzo breve, Giallomania, 2013 e Youcanprint, 2014).
Per Cicorivolta, ha pubblicato i romanzi: “La discendenza dell’acqua” (2011), “Sopravvivere a un angelo” (2012), “Ariel (delitto a Sestri Levante)” (2013), “FOLLEMENTE” (2014).
I suoi romanzi non seguono un genere specifico, ma in essi si raccolgono, contaminandosi, generi quali noir, giallo psicologico, mistery, fantasy, amore.

Michelangelo il giostraio (e le donne) Lucio FIginiCicorivolta edizioni – collana i quaderni di Cico – ISBN 9788899021184 – 1ma edizione 2015 – pagine: 195 – € 12,00

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in ACQUISTA, ACQUISTA ONLINE, arte e cultura, attualità, consigli letterari, critica, critica letteraria, cultura, editoria, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe consiglia, letteratura, libri, narrativa, recensioni, romanzi, società e costume e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Michelangelo il giostraio (e le donne). Lucio Figini e le vite parallele! (recensione)

  1. furbylla ha detto:

    Ma l’intervista non è su questo libro ,utile comunque per far comprendere lo scrittore .
    Cinzia

    "Mi piace"

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    L’intervista fa riferimento al precedente romanzo di Lucio Figini, anche se, come hai ben visto, si spazia molto: è difatti un interrogatorio a trecentosessanta gradi.

    Fidati, Cinzia: “Michelangelo il giostraio (e le donne) è a mio avviso il miglior lavoro di Lucio Figini.

    beppe

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.