Italia lupanare a cielo scoperto

Italia lupanare a cielo scoperto

di Iannozzi Giuseppe

Più si va avanti, più si torna indietro
Ma voi che state al di là del Mediterraneo
venite pure qua da noi adesso; bene o male
c’è sempre un modo per tirare a campare:
sufficiente è imparare a tener le gambe aperte

A cielo scoperto, Italia mia, che lupanare!

Di uccelli bianchi e neri,
di uccelli di tutte le razze e le misure;
intoccabili e duri,
in volo scagazzano sulla testa
di quei testimoni con la testa persa in chissà
quale sogno di democrazia e libertà

Non risparmiano del Bernini la Barcaccia
E’ la Piazza di porte aperte, di troie così e così
Voi però che mordete la fame,
che a occhio nudo vedete Gesù gattonare…
pensateci su prima d’affondare:
arrivar qui non è bello se non hai l’uccello
pronto alla castrazione o alla prostituzione

Italia mia, che lupanare!

Italia lupanare a cielo scoperto

Italia lupanare a cielo scoperto

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in arte e cultura, cultura, Iannozzi Giuseppe, poesia, satira, Uncategorized e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Italia lupanare a cielo scoperto

  1. furbylla ha detto:

    “pesante”… ma realistica.
    Buongiorno
    Cinzia

    Mi piace

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Direi che più che una poesia è un “grido” di rabbia. E la rabbia è sempre pesante quando vedi come certe gente se la sfanga sempre e si elegge da sé pure santo. 😦

    Buondì

    beppe

    P.S.: Sì, sto preparando il capitolo 10 per metterlo online. 😉

    Piace a 1 persona

I commenti sono chiusi.