“La cattiva strada” di Giuseppe Iannozzi: fra anarchici, Raeliani, zingari, marxisti e maniaci sessuali

La cattiva strada di Giuseppe Iannozzi

fra anarchici, Raeliani, zingari, marxisti e maniaci sessuali

a Natale

La cattiva strada -- Giuseppe Iannozzi - Cicorivolta

La cattiva strada — Giuseppe Iannozzi – Cicorivolta

La cattiva stradaGiuseppe IannozziCicorivolta edizioni – collana i quaderni di Cico – pp.116 – © 2014 – ISBN 978-88-99021-28-3 – prezzo: €12,00

acquistaMatteo, una specie di anarchico scavezzacollo, vive con alcuni zingari in odore di marxismo. Viene iniziato al sesso da una ragazza che dice d’esser sua cugina e poi scompare nel nulla. Lui è più animale che uomo, e tra vita e morte conosce solo il proprio istinto. Al marxismo preferisce la Bibbia, che interpreta a modo suo. Sempre seguendo l’istinto e la sua cattiva strada, lasciati gli zingari, si troverà, per un’Italia oscura e violenta, a contatto con pazzi svitati, marxisti di fede stalinista, maniaci sessuali, drogati, fascisti, assassini, preti e Raeliani.
A Genova, in Via Prè, comprenderà che se non vuol finire crocifisso, come una sorta di Cristo brutto, cattivo e maledetto, dovrà cambiare di nuovo aria, se non che…

Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe detto Beppe, classe 1972, torinese, giornalista regolarmente iscritto all’Ordine Nazionale dei Giornalisti, è un critico letterario e uno scrittore.
Nel 1994 ha pubblicato per i tipi Editrice Nuovi Autori il romanzo Amanti nel buio di una stanza (fuori catalogo).
Nel 2012 ha pubblicato Angeli caduti per Cicorivolta Edizioni; nel 2013  L’ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta edizioni) e La lebbra (Il Foglio letterario).

Nel 2014 sono usciti La cattiva strada per Cicorivolta Edizioni e una biografia su Charles Bukowski (con alcuni racconti di scuola bukowskiana).


Leggi un estratto del libro

Leggi la sinossi


acquista “La cattiva strada” di Giuseppe Iannozzi

La Feltrinelli online


Se ti piace “La cattiva strada” di Giuseppe Iannozzi puoi mettere un “mi piace” sulla pagina Facebook dedicata al libro.

mi piace

http://www.facebook.com/pages/La-cattiva-strada-Cicorivolta-di-Iannozzi-Giuseppe/377881362375394

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in ACQUISTA, ACQUISTA ONLINE, arte e cultura, attualità, Beppe Iannozzi, consigli letterari, cultura, editoria, Iannozzi Giuseppe, LA CATTIVA STRADA, letteratura, libri, libri di Iannozzi Giuseppe, narrativa, romanzi, segnalazioni, società e costume e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a “La cattiva strada” di Giuseppe Iannozzi: fra anarchici, Raeliani, zingari, marxisti e maniaci sessuali

  1. tuA ha detto:

    A, ma Cristo è brutto secondo te?

    "Mi piace"

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Cristo, così come qualunque dio o dea, può diventare brutto, in primis, a causa del fanatismo degli uomini. Attenendomi strettamente alle storie che sono raccontante nei Vangeli, compresi i vangeli apocrifi (purtroppo non ancora accettati dalla Chiesa), Gesù, per il tempo storico in cui è vissuto, è stato una sorta di rivoluzionario, forse il primo a parlare apertamente di amore e di fratellanza. Nel corso dei secoli però, la Chiesa e i suoi seguaci, e fedeli, hanno distorto il suo messaggio traducendolo, non poche volte, in una dottrina autoritaria e ben lontana dal messaggio originale propagandato dal Cristo. E’ dunque giusto parlare di un Cristo brutto, quando questi è un prodotto inventato a uso e consumo di un potere deviato. Ognuno di noi ha una sua personale immagine di Cristo, quasi mai attinente a quella che è invece descritta nei Vangeli.

    “La cattiva strada”, il romanzo che ho scritto, parla anche di questo. Se lo leggerai, forse ne saprai di più, altrimenti fa niente.

    beppe.

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.