Dieci buoni motivi per pubblicare da sé il proprio libro piuttosto che affidarlo a un editore a pagamento

Dieci buoni motivi per pubblicare da sé il proprio libro piuttosto che affidarlo a un editore a pagamento

Giulio Mozzi ha ragione, qui.

Giulio Mozzi

Giulio Mozzi

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in editoria, segnalazioni e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Dieci buoni motivi per pubblicare da sé il proprio libro piuttosto che affidarlo a un editore a pagamento

  1. furbylla ha detto:

    Per quanto vale concordo. interessanti anche i commenti
    Cinzia

    Mi piace

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Non vedo perché il tuo commento dovrebbe essere meno valido di quello degli altri. Quel “concordo” significa che trovi giuste le osservazioni qui fatte. Non è poco. Un post questo che è tra i più letti. Credo d’aver messo tutt’e dieci le dita in una grossa piaga. Qualcuno doveva pur farlo.

    beppe

    Mi piace

  3. furbylla ha detto:

    nel senso che io certo non sono un’ esperta del settore quindi molte cose le trovo giuste diciamo per ragionamento non per conoscenza
    Cinzia

    Mi piace

I commenti sono chiusi.