Pino Mango stroncato da un infarto alla fine di un concerto per beneficenza

Pino Mango stroncato da un infarto alla fine di un concerto per beneficenza

di Iannozzi Giuseppe

Giuseppe Mango, accreditato come autore Pino Mango o più semplicemente Mango (Lagonegro, 6 novembre 1954 – Policoro, 7 dicembre 2014), cantautore, musicista e scrittore, ha saputo coniugare diverse sonorità, tra cui pop, rock, soul e world music, in una soluzione più unica che rara. Le sue canzoni sono state anche interpretate da interpreti stranieri come Leo Sayer, Hélène Ségara e Eleftheria Arvanitaki. Nel corso della sua carriera, l’artista ha anche collaborato con artisti del calibro di Scialpi, Andrea Mirò, Mogol, Lucio Dalla, Franco Battiato, Claudio Baglioni, Andrea Bocelli, Mietta, Patty Pravo, Mia Martini, e non solo.

Sulle prime note di “Oro”, uno dei suoi brani più famosi, Mango ha alzato il braccio destro, tenendo ancora il microfono in mano e si è scusato con il pubblico: “Scusate, non mi sento bene”. Subito dopo si è accasciato. Mango stava tenendo un concerto al Pala Ercole di Policoro (Matera). Il concerto per beneficenza intitolato “Solidarietà e integrazione: insieme costruiremo un mondo a colori” ha purtroppo visto la tragica fine di uno dei più raffinati cantautori italiani. Inutili sono stati i soccorsi per salvargli la vita. Pino Mango, che aveva appena compiuto 60 anni il 6 novembre scorso, è giunto in ospedale privo di vita.

Pino Mango

Pino Mango

Pino Mango – La rondine

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in arte e cultura, cronaca, Iannozzi Giuseppe, musica, NOTIZIE, notizie italia, spettacoli, video e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Pino Mango stroncato da un infarto alla fine di un concerto per beneficenza

  1. tuA ha detto:

    credo che sia una morte invidiabile, soprattutto per un artista

    "Mi piace"

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Non lo so, sinceramente non lo so. Era troppo giovane per morire sul palco. 60 anni appena e un talento invidiabile. E’ per me venuto a mancare un vero Artista, che seguivo da anni. Non ci posso ancora credere.

    "Mi piace"

  3. tuA ha detto:

    lo so che ti piaceva molto… e mi dispiace che sia venuto a mancare proprio in questi giorni… però chi non vorrebbe morire ancora in forma anche se sessantenne, sul palco, senza tante tribolazioni, per un fine nobile che niente ha a che vedere con il denaro e soprattutto per l’Immacolata: direi che se ne è andato come un angelo

    "Mi piace"

  4. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Forse, e sottolineo il forse, venire a mancare facendo quel che si ama è, in un certo qual modo, meno brutto che morire in solitudine, come Lucio Dalla in una camera d’albergo. Non ho una risposta. E’ morto durante un concerto di beneficenza di fronte alle persone che lo amavano. Se ne è andato come una rondine, troppo giovane, ancora troppo giovane. Solo questo so di per certo.

    "Mi piace"

  5. tuA ha detto:

    ma è morto anche il fratello?

    "Mi piace"

  6. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Sì, purtroppo. 😥

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.