“Il sangue di un rocker” di Iannozzi Giuseppe. Illustrazione di Valeria Chatterly Rosenkreutz

Il sangue di un rocker

di Iannozzi Giuseppe

Rocker by Valeria Chatterly Rosenkreutz

Rocker by Valeria Chatterly Rosenkreutz

Rocker è Opera e Dono di Chatterly

Per Paganini! Ho scritto una musica del diavolo
I gatti neri si fanno sette vite al primo ascolto,
le donne ai miei piedi trovano una rosa e la tomba,
e il mondo intero torna a essere piatto piatto
Esplodono i roghi nella notte
accecando delle stelle la luce
Ho composto una musica da brividi
Non lascia scampo a nessuno,
a nessun ubriaco in piedi per miracolo
Solo i morti hanno speranza di venirne fuori
Sei sicura di non voler ascoltare il rock che ti culla?

Sei sicura di non voler prender fuoco con me?
Giovanna d’Arco l’ha fatto e non se n’è pentita
Viviamo in uno stato di regressione totale
La Baia dei Porci non è mai stata così lontana
E i gatti tirano le cuoia sotto la sferza della musica

Ho comprato una chitarra dal Diavolo
L’ho messa a punto su tutt’e sette le corde:
la notte un negro sudario di corvi alla morte,
gli alberi scheletri radicati nel grembo dell’agonia
E tutto per colpa mia, per colpa mia, per colpa mia…
Ho suonato in maniera tale da far invidia a Segovia

Sono un rocker, sono soltanto un rocker del cazzo
Non mi puoi dar la colpa di tutto se il mondo è piatto
Sono un rocker, soltanto un rocker, il migliore però
Ho tagliato la coda al Diavolo e il mondo è deragliato

Sono un rocker, un rocker del Diavolo
Un rocker del Diavolo, il più sanguinante
Prova a starmi dietro se hai coraggio

Sono un rocker, un rocker del Diavolo
Un rocker del Diavolo, il più offeso
Prova a starmi dietro se hai coraggio

Sono un rocker che gira per il mondo
Sono uno che va oltre la Fine del Conosciuto
Se non mi credi prova a starmi attaccato al culo
Se non mi credi hai solo da trovare il coraggio
d’affrontarmi vis-à-vis, Caino contro Caino

Sangue per sangue, Caino contro Caino
Sono un rocker e niente mi potrà cambiare
Niente mi potrà mai cambiare

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in arte e cultura, cultura, diario, Iannozzi Giuseppe, poesia e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a “Il sangue di un rocker” di Iannozzi Giuseppe. Illustrazione di Valeria Chatterly Rosenkreutz

  1. tuA ha detto:

    andiamo bene…

    "Mi piace"

  2. furbylla ha detto:

    Decisamente incalzante,testo degno per una canzone del migliore rocker..
    buongiorno!
    cinzia

    "Mi piace"

  3. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Se non ti piace, meglio. Finalmente smetterai di dire che sono poeta e altre sciocchezze simili.

    "Mi piace"

  4. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    E’ un vecchio tentativo di scrivere una cosa, non è poesia di certo, e nemmeno andrebbe bene per una canzone, perlomeno non in lingua italiana.

    Buondì

    beppe

    "Mi piace"

  5. furbylla ha detto:

    ognuno è libero di pensarla come vuole o no?
    cinzia

    "Mi piace"

  6. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Certo che ognuno è libero di pensarla come vuole. Ci mancherebbe altro. Se ti piace ti piace. ^_^

    Bacione ❤

    beppe

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.