ALCUNI PROBLEMI LEGATI ALL’EDITORIA E QUINDI DI RIFLESSO AD ALCUNI AUTORI

ALCUNI PROBLEMI LEGATI ALL’EDITORIA
E QUINDI DI RIFLESSO AD ALCUNI AUTORI

di Iannozzi Giuseppe

Fahrenheit 451

Fahrenheit 451

I traduttori non vengono indicati, ben evidenziati: perché il traduttore non compare mai in copertina insieme al nome dell’autore? Eppure, di spazio in copertina ce n’è e tanto anche. Il lavoro di traduzione è sottovalutato, disprezzato, eppure più che mai necessario; una buona traduzione può fare o meno la fortuna di un libro; questo, moltissimi editori, non lo hanno capito e continuano a fare orecchi da mercante;

editor, correttori di bozze, curatori, chiunque operi un lavoro di editing, eccetera eccetera, purtroppo tutti questi personaggi non sono mai indicati nelle note o nei ringraziamenti; anzi, vengono nascosti, vale a dire che non sono citati neanche per sbaglio; è questo un problema da non sottovalutare, perché, in non pochi casi, gli editor riscrivono il lavoro originale affinché possa essere presentabile ovvero pubblicabile; anche in questo caso gli editori fanno orecchi da mercante;

un libro, sia esso pubblicato da un grande editore o piccolo o medio, se non viene pubblicizzato in primis dall’editore, anche se dovesse essere un capolavoro, non riuscirà mai a trovare un bacino di potenziali lettori né dei critici che ne parlino.

Sin tanto che gli editori non prenderanno atto di questi problemi non da poco, concorreranno alla catastrofe dell’editoria, che ogni giorno perde centinaia di lettori.

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in controinformazione, cultura, editoria, Iannozzi Giuseppe e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a ALCUNI PROBLEMI LEGATI ALL’EDITORIA E QUINDI DI RIFLESSO AD ALCUNI AUTORI

  1. furbylla ha detto:

    mi chiedo per i punti uno e due non vi sarà resistenza anche da parte dello scrittore?
    Buongiorno 🙂
    Cinzia

    Piace a 1 persona

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    BRAVA BRAVISSIMA. ESATTO. E’ IL CASO DI DIRLO BEN FORTE. 😉

    Sono purtroppo in tanti che non sanno scrivere e che però pretendono di essere o fare gli scrittori, tanto poi c’è l’editor. Male. Molto male. Personalmente mi sono rifiutato, di recente, di riscrivere un paio di libri. Perché? Perché gli autori, chiamiamoli pure così, avevano la pretesa che il mio lavoro non venisse riconosciuto. E allora, al diavolo, niente, li ho lasciati in panne giacché si credono tanto bravi. E’ un problema non da poco. Al momento, sono pochissime le case editrici che danno a Cesare quel che è di Cesare: Minimum Fax è una delle poche che indica tutti quelli che hanno collaborato, in un modo o nell’altro, a far sì che il libro uscisse in libreria.

    Per il punto uno il discorso è un po’ diverso: sono gli editori che non mettono il traduttore, che lo nascondono, che scrivono il suo nome piccolissimo, tranne nei casi in cui il libro venga tradotto da un altro scrittore, più o meno conosciuto. Ma ti assicuro che le traduzioni, alla boia d’un giuda talvolta, da scrittore a scrittore sono qualcosa di orripilante. Perché non mettere il nome del traduttore in copertina? Ci sono eccellenti traduttori, che fanno davvero miracoli per un libro, rendendolo in lingua italiana ancora più bello di quanto non sia in realtà: ma vengono pagati pochissimo, sempre che vengano pagati, e il loro lavoro viene ben nascosto dall’editore.

    Questi comportamenti da parte di certi editori non li accetto. Io sono molto attento, quando leggo un libro, guardo ogni dettaglio, e i curatori e i traduttori non sono dettagli.

    beppe

    Mi piace

I commenti sono chiusi.