La Via del vero Scrittore

La Via del vero Scrittore

di Iannozzi Giuseppe

Frank Zappa venerabile

Gli scrittori di oggi – o moderni che dir si voglia – dovrebbero essere talentuosi come Frank Zappa, con delle idee originali e innovative, e rompicoglioni anche. Invece, la maggior parte di essi scrivono libelli di nessun valore per far contento l’editore di turno e farsi un paio di faziose apparizioni in tivù. Diavolo, nessuno o quasi ha ancora capito che i libri scritti per vendere oggi, domani non venderanno una sola copia: finiranno tutti al macero, dimenticati. La storia della Letteratura racconta di milioni di libelli pubblicati e dimenticati una volta consumata la moda del momento. “Il mondo come volontà e rappresentazione” di Arthur Schopenhauer non ebbe successo. Lo ottenne venti anni dopo. Oggi è una pietra miliare per chiunque faccia filosofia.

Gli editori siano dunque maggiormente responsabili, non pubblichino solo milioni di cazzate tutte uguali per far soldi: alla fine, la gente, che stupida non è, le cazzate finisce che non le legge più. E solo l’Iddio nostro (vedi Frank Zappa) sa quanto fanno bene a non leggere stupidate, librettini di improbabili formazioni, librettini rosa, i soliti gialli opacizzati, biografie scritte da accorti editor, etc. etc. Se l’editore è causa del suo male, pianga sé stesso, ma non chieda kleenex a destra e a manca, manco fosse Gesù Cristo crocifisso.

Invece dei soliti giallini opacizzati, se siete dei veri scrittori, provate a scrivere un’Opera come “A sangue freddo” di Truman Capote. Se invece non ne siete capaci, dedicatevi ad altro.

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in arte e cultura, critica letteraria, cultura, editoria, Iannozzi Giuseppe e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a La Via del vero Scrittore

  1. furbylla ha detto:

    mah io ho la sensazione che ciò stia accadendo non solo nel mondo dei libri ma anche in altre forme di arte come il cinema per esempio
    Cinzia

    "Mi piace"

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    In tutte le forme dell’arte, cara Cinzia. E’ un periodo orribilmente buio, solo di tanto in tanto rischiarato da un vero artista. Se oggi ci fosse un capote che scrivesse “Colazione da Tiffany”, gli editori glielo sbatterebbero in faccia. E parlo del libro, del romanzo di Truman Capote, perché il film è ben diverso, trasformato in una cosetta edulcorata. In pratica, sono due cose diverse. Anche ieri si tendeva a storpiare i lavori artistici, ma oggi in una maniera ancora più devastante. E se non altro ieri Capolavori come “Colazione da Tiffany” venivano pubblicati e raggiungevano il pubblico. Oggi non più. Gli editori direbbero “bello, ma non commerciale”. Oggi solo stupidissimi romanzetti rosa. 😦

    beppe

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.