30 Euro al giorno per ospitare in casa un migrante. La proposta viene lanciata da Domenico Manzione

30 Euro al giorno per ospitare in casa un migrante
La proposta viene lanciata da Domenico Manzione

a cura di Iannozzi Giuseppe

immigrati

immigrati

Roma – Non ci sarebbero più posti per ospitare i migranti. La proposta lanciata è che siano gli italiani ad ospitarli nelle loro case. Le famiglie che dovessero accettare, riceverebbero 30 Euro al giorno per ogni migrante ospitato. La proposta viene dal sottosegretario all’Interno, Domenico Manzione. L’attuale sindaco di Roma, Ignazio Marino, ha dato il suo nulla osta.

Ignazio Marino: «Insieme a Manzione abbiamo immaginato la proposta che oltre all’affido di minori ci possa essere l’affido alle famiglie anche degli adulti, con una partecipazione economica da parte del governo di 30 euro al giorno per l’ospitalità di un migrante adulto nelle nostre città». Poco più di 30 euro al giorno è la spesa che lo Stato oggi sosterebbe per l’accoglienza, vitto e alloggio di un immigrato. E il Sindaco di Roma ha anche spiegato: «Pensiamo che senza alterare il bilancio dello Stato, perché i soldi investiti per ogni migrante sono 900 euro al mese  il fatto di poterli affidare a una famiglia che decide di ospitare un migrante possa creare una situazione di maggiore disponibilità all’accoglienza e all’integrazione sociale».

Il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, ha si è così espresso: «Vorrei essere chiaro, senza polemiche, con il primo cittadino di Roma: il ministero non tirerà fuori un euro per questo. Ogni ipotesi di lavoro che mi dovesse essere presentata in questo senso, da chiunque provenga, sarà da me certamente bocciata».

Ribatte il presidente di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale, Giorgia Meloni: «Trenta euro al giorno sono 900 euro al mese. Il doppio di quanto prenda un pensionato minimo, tre volte quanto spetta a un invalido, e più di quanto guadagni la media dei precari italiani. E aggiungo che lo stato italiano non ti dà 30 euro al giorno per mantenere tuo figlio se è disoccupato e vive ancora in casa con te. Lo stato italiano, a te, dice che te la devi cavare da solo. La mia proposta è: gli immigrati vengano distribuiti equamente in tutti i 28 paesi Ue, e la Ue paghi l’accoglienza». E il capogruppo dei senatori leghisti, Gian Marco Centinaio: «… un affronto agli italiani. Una vera e propria presa in giro. Io adotterei un italiano in difficoltà. Penso ai disoccupati, agli esodati o ai pensionati con la minima, tutti gli “invisibili” per il governo dei clandestini». Per il collega di partito Paolo Arrigoni: «Se la strampalata idea uscita dal Viminale fosse vera, dalla Lega sarà rivolta in aula e nelle piazze. Il governo dei clandestini cominci a pensare alle famiglie in difficoltà altrimenti vada a casa».

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe detto Beppe, NOTIZIE, notizie italia, politica, politici e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.