La cattiva strada. In anteprima assoluta la sinossi. Il nuovo romanzo di Iannozzi Giuseppe a breve in libreria

La cattiva strada

In anteprima assoluta la sinossi

Il nuovo romanzo di Iannozzi Giuseppe a breve in libreria

La cattiva strada - Giuseppe Iannozzi - Cicorivolta

La cattiva strada – Giuseppe Iannozzi – Cicorivolta

La cattiva strada è, al tempo stesso, un romanzo di formazione e un thriller. Matteo, il protagonista, è un anarchico non troppo anarchico.  E’ soprattutto un ribelle e uno scavezzacollo. Le origini di Matteo sono incerte: vive insieme a degli zingari, che adorano il fuoco al pari d’un dio, e quello che dice d’esser suo zio è un vecchio coriaceo in odor di marxismo. Matteo non ama granché l’ideologia marxista, preferisce di gran lunga leggere la Bibbia che interpreta a modo suo. Sempre seguendo la sua cattiva strada, Matteo viene iniziato al sesso da una ragazza che dice d’esser sua cugina. Dopo averlo fatto ed esser stati per un po’ assieme, lei scompare nel nulla. Matteo decide che è giunto il tempo di lasciare gli zingari che l’hanno tirato su. Da questo momento in poi, sarà perlopiù solo, un uomo senza amici, capace però di farsi non pochi nemici durante il suo pellegrinaggio in lungo e in largo, in una Italia violenta e fascista. Ben presto Matteo si renderà conto d’aver sulle spalle una grave tara, quella d’esser d’una bruttezza particolare: il suo spirito ricusa qualsiasi legge ideologia e fede, non è neanche buono per essere un anarchico, perché lui è al di là dell’anarchia. E’ più animale che uomo e, in ogni cosa della vita e della morte, solo segue il suo proprio istinto.

Cicorivolta edizioni

Nel corso del suo pellegrinaggio sulla strada, Matteo si troverà a contatto con pazzi svitati, marxisti di fede stalinista, fascisti, maniaci sessuali, drogati, assassini, preti e assassini. Toccherà Genova per calarsi nel suo cuore più nero, quello dei travestiti e dei criminali incalliti, e proprio in questa città, tanto cara a Fabrizio De André, Matteo comprenderà che se non vuol finire crocifisso deve presto cambiar aria. Tuttavia non sarà sufficiente lasciarsi alle spalle Via Prè e la sua non poco variegata umanità  Nonostante cerchi di non cacciarsi nei guai, la sua natura lo porterà a scontrarsi con la peggior genia di farabutti e imbroglioni. Decisivo sarà per Matteo incappare nel Movimento Raeliano. Da questo momento in poi, per il protagonista non ci sarà un solo minuto di pace. Ucciderà per danaro e, nella confusione in cui si trova invischiato, si convincerà d’aver ucciso il Cristo risorto, o perlomeno un tizio che dice d’esser il Figlio di Dio. Sarà costretto a fuggire per non finir male, davvero molto male; e nel frattempo dovrà cercare di capire chi lo ha incastrato e perché mettendolo in una posizione a dir poco pericolosa e, per certi versi, blasfema.
La cattiva strada è un romanzo che riecheggia di spirito rabelaisiano, che sempre sconvolge le carte in tavola, dove la realtà è sempre incerta, dove il protagonista combatte con tutte le sue forze per allontanarsi dalla solitudine e raggiungere, finalmente, lo status di quelle anime salve tanto care a Faber.

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in arte e cultura, attualità, autori e libri cult, Beppe Iannozzi, cultura, editoria, gialli noir thriller, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe detto Beppe, LA CATTIVA STRADA, letteratura, libri, libri di Iannozzi Giuseppe, narrativa, NOTIZIE, notizie italia, romanzi, società e costume e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a La cattiva strada. In anteprima assoluta la sinossi. Il nuovo romanzo di Iannozzi Giuseppe a breve in libreria

  1. furbylla ha detto:

    ben bene bene dopo aver letto questo post e precedentemente quel piccolo brano son già qui pronta per una lettura che ritengo sarà decisamente coinvolgente
    Buongiorno!
    Cinzia

    Mi piace

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Bene bene, spero davvero che il romanzo sia sufficientemente intrigante. Dovrebbe esserlo, perlomeno nelle intenzioni essendo che, come hai letto, ho messo un po’ di carne al fuoco, in maniera rabelaisiana, seguendo quella cattiva strada sì tanto cara a Fabrizio De André, per parlare di anime salve, di uomini solitari e di fede che è miraggio e forse ancor meno di questo. L’appuntamento è per fine novembre. Non mancherai, nevvero? Sono certo che ci sarai.

    Buondì ❤ ❤ ❤

    beppe

    Mi piace

  3. furbylla ha detto:

    io mancare???? ma che hai preso al posto del caffè? ahahaha mai e poi mai e lo sai 🙂
    cinzia

    Mi piace

  4. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Lo so che non mancherai, lo so bene. ❤ ❤ ❤

    E' che non ho avuto modo di prendere il caffè. Non so più se sia giorno o sera… ho così tante cose da fare che sto un po' perdendo la bussola. 😉

    Bacione grande ❤ ❤ ❤

    beppe

    Mi piace

I commenti sono chiusi.