Armageddon. Chi ha creato Dio?

Armageddon. Chi ha creato Dio?

di Iannozzi Giuseppe

Armageddon

Armageddon

Non vedo perché dovreste leggere questa storia.
Non c’è niente da raccontare. Tutto è stato scritto da un pezzo. Qualcuno ha letto tutto il possibile o quasi, i più invece hanno preferito l’ignoranza e forse hanno vissuto più a lungo e meglio dei poeti maledetti e di quelli invece benedetti.
I secoli sono trascorsi e l’universo non ha battuto ciglio. Tante le ere dimenticate e consumate di cui nessuno ha più memoria. E però c’è ancora un fesso, in qualche punto del mondo, che si interroga: “Quale Dio ha creato Dio?”. Semplicemente non crede che Dio sia eterno perché “nulla si crea e nulla si distrugge”, e questa legge vale anche per chi dovesse essere qualcosa più di un uomo.

Un asteroide è in rotta di collisione con la Terra. Il suo diametro è di 1.000 metri, poco più o poco meno. Tutti i libri scritti, e quelli ancora da scrivere – embrioni nella testa di tanti scrittori in erba – finiranno in polvere. Non c’è modo di lasciare una seppur minima traccia che su questo pianeta c’è stata la vita. L’asteroide farà piazza pulita, riducendo la Terra a un deserto più sterile di Marte.

Lo sappiamo. Lo immaginiamo. A ogni singolo secondo, nell’universo, un pianeta cessa di esistere per lasciare spazio a uno spazio ridicolo.

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in arte e cultura, attualità, Beppe Iannozzi, cultura, fantascienza, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe detto Beppe, Iannozzi Giuseppe o King Lear, letteratura, narrativa, racconti, racconti brevi, società e costume e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.