“Nel grembo. Poesie di morti necessarie”. E segnalazione libri di Iannozzi Giuseppe

Nel grembo

di Iannozzi Giuseppe

Cristo morto - Andrea Mantegna


Iannozzi Giuseppe. Romanzi da avere e leggere

acquista

L’ultimo segreto di Nietzsche

Angeli caduti

La lebbra

Scandalo Bukowski

Se i miei libri vi piacciono, be’, potete cliccare “mi piace” su questa pagina:

https://www.facebook.com/iannozzigiuseppelibri

Tutti i libri di Iannozzi Giuseppe sono disponibili nelle migliori librerie
ma anche online su Ibs, Libreria Universitaria, InMondadori, etc. etc.
E in ogni caso possono essere richiesti all’editore.


NEL GREMBO

Nel nome di Dio
Nel nome di io
che Esseno fui
e sono,
nel nome mio
io comando
alla terra il sangue
che nelle vene
lento lento scorre
– perché tutti
abbiamo bisogno
di carezze e di croci

Nel dolore
che si fa pazzia
guardo gli occhi tuoi
perché si eternino
in aurore siderali

Tu, Madre,
che farai ai miei piedi?
Piangerai dolente
e mi seppellirai
nel tuo grembo
Come ogni storia
che si ripete
Che si ripete
nel nome dell’Amore

STELLINA

Non mentire, non mentirmi mai
Non lo fare, non lo fare
In un danno senza Dio e rimedio
mi farai perdere e dannare
E’ dunque questo che vuoi?
Il mio cuore che si spezza
in due per eterna pazzia?
E’ questo che vuoi, che vuoi

Diviso in eterno in te e in te,
il pensiero mio tutto vola a te
Ma non lo sai tu raccogliere
come fiore da lasciar riposare
sul tuo piccolo cuore, per ore
ed ore

Mi hai tradito, non mentire
Sol più un reietto dal paradiso
scacciato, sol più un viso
senza la pace d’un sorriso
E tu me lo chiami vivere
E tu me lo chiami amore
questo amore che se ne muore
nella pazzia per te

Mi darai presto alla morte
E nemmeno te ne accorgerai
che ero il sole sulle tue labbra
quando solo il freddo mordeva
il fiore del tuo primo rossore

Mi farai morire così, in un istante
che sarà condanna tra le stelle
Che sarà eterna lacrima distante,
destinata a perdersi nella valle
del tuo grembo a me ormai negato

NESSUNA ATTITUDINE

Nessuna attitudine,
nemmeno quella di celare
nella fondina della pistola
un profilattico d’avanzo,
come una pallottola spuntata
sulla poesia di Majakovskij

Punti dritto al cuore
affinché non abbia io più voce
ma solo un filo di rabbia,
inespressa e fumante

CROCIFISSIONE

Le tue
sì tanto crude parole
mi strappano
dal petto il cuore
In ginocchio
mi buttano
Mi tramortiscono,
mi fanno cristo
con croce
sulle spalle legata

Chiodi son le parole
che dalla tua bocca
sulla mia per cucirla
– per trafiggerla in inferno
che non merito

Sì grave il dolore
che provochi

E già i miei occhi
piangono in silenzio
la perdita non della vita
ma di Te, mio Amore

Quando sarò morto
più non udrai di me
né il balsamo né il rantolo,
ma solo la vuota eco
del silenzio

per rammentarti
che un tempo ero vivo
e la vita mia in Te sola
tutta l’avevo rimessa

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in ACQUISTA, ACQUISTA ONLINE, arte e cultura, attualità, autori e libri cult, Beppe Iannozzi, consigli letterari, CULT, cultura, editoria, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe detto Beppe, Iannozzi Giuseppe o King Lear, LA LEBBRA, libri, libri di Iannozzi Giuseppe, poesia, romanzi, SCANDALO BUKOWSKI, segnalazioni, società e costume e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a “Nel grembo. Poesie di morti necessarie”. E segnalazione libri di Iannozzi Giuseppe

  1. furbylla ha detto:

    mi hai fatto venire il magone.. è un complimento.
    Cinzia

    Mi piace

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Forse ci sono andato giù un po’ troppo duro, ma sono per me morti necessarie affinché si tenti il gioco del vivere. 😉 Sono venute così. Che ci vuoi fare?

    Grazie. E bacione ❤ ❤ ❤

    beppe

    Mi piace

I commenti sono chiusi.