Topi e Sogni

Topi e Sogni

di Iannozzi Giuseppe

rat
Solo ho scritto poesie d’amore
per bare su cieli neri aperte
Come Buffone di Corte
ho fatto la mia parte;
in mano rimangono
quattro carte sbagliate,
debiti da pagare
e una guerra in Terra Santa
per vivere un attimo ancora

E tu mi racconti di allori,
di tutti quei poeti che son stati;
così, per quanto forte la creanza,
presto mi scappa un vaffanculo
Nell’alma il fuoco della vendetta
già suggerisce “occhio per occhio,
dente per dente, nessuno è innocente”

Ancora qui costretto, legato
all’àncora d’una grammatica slegata
perché a tempo perso sia baccelliere
per puttanelle in odor di genialità
prima che d’una mal acquistata santità!

E allora mi dimetto, sputo tutto
il poco seme che in gola non va giù,
e parto, e vado via, per esser carnefice
al pari di chi alle Croci e a certe Tope di Corte
ha preferito anonima sepoltura
per una qualsiasi altra causa sbagliata

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in arte e cultura, attualità, cultura, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe detto Beppe, Iannozzi Giuseppe o King Lear, poesia, società e costume e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.