La bellezza non è un crimine. Oscar Wilde su donne e bellezza. A cura di Iannozzi Giuseppe

La bellezza non è un crimine

Oscar Wilde su donne e bellezza

a cura di Iannozzi Giuseppe

oscar wilde– La definizione della donna? Una sfinge senza segreti.

– Le donne non si comprendono, si amano.

– Un fondoschiena veramente ben fatto è l’unico legame tra Arte e Natura.

– La forza delle donne deriva da qualcosa che la psicologia non può spiegare. Gli uomini possono essere analizzati, le donne… solo adorate.

– La storia delle donne è la storia della peggior tirannia che il mondo abbia mai conosciuto: la tirannia del debole sul forte. E’ l’unica tirannia che resiste.

– La Bellezza è una forma del Genio, anzi, è più alta del Genio perché non necessita di spiegazioni. Essa è uno dei grandi fatti del mondo, come la luce solare, la primavera, il riflesso nell’acqua scura di quella conchiglia d’argento che chiamiamo luna.

– La Bellezza non può essere interrogata: regna per diritto divino.

– La bellezza è l’unica cosa contro cui la forza del tempo sia vana. Ciò che è bello è una gioia per tutte le stagioni, ed è un possesso per tutta l’eternità.

– La bellezza, la vera bellezza, finisce dove inizia l’espressione intellettuale.

– La donna che non riesce a rendere affascinanti i suoi errori, è solo una femmina.

– Le donne immorali ti irritano, le donne buone ti annoiano.

– Le donne hanno un istinto meraviglioso, scoprono tutto, meno ciò che è evidente.

– Il volto di un uomo è la sua autobiografia. Il volto di una donna è la sua opera di fantasia.

– Date alle donne occasioni adeguate ed esse potranno fare tutto.

– Come sono dure le donne di buon cuore! Come sono deboli gli uomini cattivi!

– Diffidate di una donna che vi dice la sua vera età. Una donna che vi dice ciò, vi dice tutto.

– Le donne che hanno buon senso sono così curiosamente insignificanti.

– La differenza tra gli uomini e le donne: gli uomini conoscono la vita troppo presto; le donne conoscono la vita troppo tardi.

– Il fatto è che gli uomini non dovrebbero mai tentare di dettar legge alle donne. Non sanno mai come farlo e, quando lo fanno, dicono sempre cose particolarmente stupide.

– C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di sé.

– Le donne ci amano per i nostri difetti. Se ne abbiamo abbastanza, ci perdonano tutto, anche la nostra intelligenza.

– Le donne apprezzano la crudeltà più di qualunque altra cosa. E amano esserne dominate.

– Non bisogna mai cercare di capire una donna. Le donne sono delle immagini; gli uomini sono dei problemi. Se vuoi sapere che cosa una donna veramente intenda (il che comunque è sempre pericoloso) guardala, non ascoltarla.

– Quando una donna si risposa è perché detestava il primo marito. Quando un uomo si risposa è perché adorava la prima moglie. Le donne tentano la sorte, gli uomini la rischiano.

– Questa è la cosa peggiore nelle donne: vogliono sempre che siamo buoni. E se siamo buoni, quando ci incontrano, non ci amano affatto. Piace loro trovarci irrimediabilmente cattivi e lasciarci insignificantemente buoni.

– Temo che tutte le donne apprezzino la crudeltà, la crudeltà pura, più di qualsiasi altra cosa. I loro istinti sono meravigliosamente primitivi. Le abbiamo emancipate, ma esse rimangono schiave sempre in cerca di un padrone. Amano essere dominate.

– Una donna malvagia tormenta. Una donna perbene annoia. Questa è la sola differenza che passa tra loro.

– Vi è una sola vera tragedia nella vita di una donna: il fatto che il passato sia sempre l’amante e il futuro invariabilmente il marito.

– Nessuna donna è un genio. Le donne sono un sesso decorativo. Non hanno mai niente da dire, ma lo dicono in modo incantevole.

Oscar Wilde

Belen Rodriguez

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in arte e cultura, attualità, cultura, Iannozzi Giuseppe, società e costume, spettacoli e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a La bellezza non è un crimine. Oscar Wilde su donne e bellezza. A cura di Iannozzi Giuseppe

  1. furbylla ha detto:

    quindi diffidi di me? 😉
    cinzia

    Mi piace

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Parafrasando Wilde, potrei risponderti che i figli non possono essere solo analizzati, mentre una mamma lupa… solo adorata. 🙂

    beppaccio

    Mi piace

I commenti sono chiusi.