puttane rum e merda d’artista (poesia bukowskiana) di Iannozzi Giuseppe

puttane rum e merda d’artista

di Iannozzi Giuseppe

sexy doll

tu mi ami sì ma non ridi più
non piangi più

passano le stagioni
siamo ancora qui
tra specchi e bugie
affannati sotto il sole
bagnati fradici
sotto una pioggia di sputi

l’uomo che vende i giornali
dice che migliorerà
che solo i cani alla catena
non credono
a noi ci hanno buttato l’osso
la schiena a pezzi ci fa rabbia
e se mordiamo mordiamo di brutto
e questa porcheria nel piatto
la buttiamo dalla finestra

la ragazza della porta accanto
non è carina ma ha vinto
un televisore nuovo a colori
ad un quiz a premi sul canale di stato

le mosche con l’estate vengono fuori
posano le zampe su pesci e merda
volano di testa in testa
si posano a riposare sulla testa della fiat rossa
parcheggiata giù in cortile da una vita e mezza
e gesù prega in ginocchio sui ceci
in ultima fila con le orecchie d’asino
mentre in ospedale una donna muore

e dio ci manda tutti quanti a cagare

il ragazzo del piano di sotto è un culo
gli hanno rifatto il muso l’altro ieri
non esce più di casa da quattro stagioni
lo consola il dobermann il rum e la merda d’artista
ma giù al partito l’assessore arrangia due note
uno spinello e piedi accomodati
accordati per i bianchi e i neri del jazz

tu mi ami sì ma non ridi più
non piangi più

non ti posso dar torto
ci siamo fatti male abbastanza
a scartare mazzi di carte truccate
restare in mutande non fa ridere più
nemmeno le galline coi collant violentati

le mosche con l’estate si ripassano tutti
senza razzismo o ideologie
posano le zampe su pesci e merda d’artista
restare in mutande però non fa ridere più
nemmeno le puttane violentate a culo nudo

e dio ci manda tutti quanti a cagare

tu mi ami sì ma non ridi più
amore mio tu non mangi più

non piangi non piangi non mangi più!

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in arte e cultura, attualità, cultura, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe detto Beppe, poesia, società e costume e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a puttane rum e merda d’artista (poesia bukowskiana) di Iannozzi Giuseppe

  1. furbylla ha detto:

    quanta amarezza e disillusione..
    cinzia

    "Mi piace"

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Cinzietta, è vero, è una poesiaccia amara ma credo specchio d’una realtà che non si può ignorare. Non è una dichiarazione per la disillusione d’un amore finito, è piuttosto la considerazione di un mondo che sta franando pezzo dopo pezzo. Il mondo è delle puttane, e quando parlo di puttane intende sia uomini che donne che appartengono a certe CASTE. Tutto qui e non è poco.

    bacione

    beppe

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.