Axl Rose torna con Appetite for Democracy

Axl Rose torna con Appetite for Democracy

di Iannozzi Giuseppe

Axl Rose

Axl Rose

Axl Rose torna con un progetto live in grande stile: un film 3D di Kerry Asmussen. I Guns n’Roses, capitanati da Axl Rose, unico membro superstite della formazione originale, saranno sul grande schermo delle sale americane ad aprile. Ad accompagnare l’uscita del film dvd, blu-ray e cd. Un live Appetite for Democracy.

Perché Chinese Democracy uscisse sul mercato ci sono voluti ben 15 anni. Mai un disco ha richiesto così tanto tempo. Mai la Geffen, etichetta discografica dei Guns n’Roses, aveva investito tanti soldi nella produzione di un album.
Chinese Democracy uscì nel 2008. Nonostante oramai uomo di mezza età, Axl Rose non l’ha mai messa a posto la testa. Chinese Democracy uscì però orfano di Axl, che fu latitante, forse per alimentare l’interesse intorno al disco. “Da oltre due settimane la gente cerca in ogni modo di contattarlo, ma lui è sparito, senza lasciare notizie”, riferiva al tempo qualcuno al The Sun. Sul mercato cinese l’album dei Guns n’Roses non ottenne il successo sperato: bollato come una provocazione nei confronti di Pechino, ma niente di più. In Inghilterra l’album fu accolto con freddezza: e in effetti Chinese Democracy è un album hard rock, senza nessuna particolare innovazione. La voce di Axl è cambiata. Non fa più ricorso al falsetto per cantare, se non in rari momenti. Il disco divise i fan nuovi e vecchi dei Guns n’Roses.

La Geffen accusò Axl: “E’ frustrante, anche perché l’album avrebbe potuto avere ottime possibilità, se solo Axl avesse mostrato la sua faccia”. Per produrre Chinese Democracy occorsero ben più di 13 milioni di dollari. Chinese Democracy ottenne comunque un sufficiente riscontro in Brasile e in Finlandia. Negli USA vendette invece un milione di copie contro i 28 milioni di copie di Appetite for Destruction del 1987.

Appetite for Democracy vede sul palco, insieme ad Axl, i tastieristi Dizzy Reed e Chris Pitman, il bassista Tommy Stinson, i chitarristi Richard Fortus, Ron “Bumblefoot” Thal, Daren Jay Ashba e il batterista Frank Ferrer. Appetite for Democracy vuol essere commistione di Destruction e Democracy. A quanto si sa, lo show durerebbe qualcosa come tre ore. La scaletta vede molti brani dal vivo dall’ultimo album in studio Chinese Democracy, ma anche classici come Welcome to the Jungle, It’s So Easy, Mr. Brownstone, Estranged, Rocket Queen, la famosa cover di Live and Let Die (un brano di Paul McCartney con i Wings), This I Love, Better, Catcher in the Rye, Street of Dreams, You Could Be Mine, Sweet Child o’ Mine, una cover di Another Brick in the Wall Part 2,  e ancora November Rain, Objectify (un passaggio solista del chitarrista Ron “Bumblefoot” Thal), Don’t Cry, Civil War, The Seeker una cover degli Who, la famosa cover di Bob Dylan Knockin’ on Heaven’s Door, e per finire Nightrain, una cover di Neil Youg Don’t Let It Bring You Down; e infiammate versioni di Used to Love Her, Patience e Paradise City.

Lo show Appetite for Democracy è un tentativo, forse ben azzeccato, per rilanciare sul mercato Chinese Democracy, ma è anche l’occasione per celebrare Appetite for Destruction. Non ci si aspetti però di ascoltare i Guns n’Roses degli anni Ottanta con Slash. Per i Guns n’Roses è da tempo iniziata una nuova èra: Axl Rose è cambiato, la sua voce è diversa e anche il suo modo di cantare. Potrebbe essere un grande show quello dei nuovi Guns n’Roses, o una triste scimmiottatura della prima storica formazione. Ma prima di giudicare, aspettiamo di vedere e ascoltare Appetite for Democracy.

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in cultura, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe detto Beppe, musica, NOTIZIE, spettacoli e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.