Dark Star (Stella nera) – di Iannozzi Giuseppe

Dark Star

di Iannozzi Giuseppe

this_must_be_the_place_sorrentino_sean_penn

Stasera mi sento così,
così nero
Dicono che sia perché
da un po’
non sono più
giovane come ieri

Voglia è
di strappar via
la parrucca
e buttar giù
buona dose
di idraulico liquido
Poi però
avrei delle grane
con il make up

Butta così
Manco l’eyeliner
mi fa effetto;
e pensare che
non l’ho fatto
sotto l’effetto
d’un cliché!

Stasera butta
che rutto
ferendo
del leone il grido
Poi, domani,
forse a caccia
di cosa o chissà

Sono caduto

Sono caduto da un grattacielo
e… non mi sono fatto niente
Sono caduto
in un giorno senza luna,
in un girone tra il solare
e l’infernale
e… non mi sono fatto niente
Sono caduto, è accaduto
e… non mi sono accorto di…
niente
Gira e rigira la fortuna
tra santi e forcaioli,
e mai che valga una distinzione,
una causa d’estinzione

E sono caduto, caduto

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in cultura, diario, Iannozzi Giuseppe, poesia e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.