“Tu, mio editore!” di Iannozzi Giuseppe

Tu, mio editore!

di Iannozzi Giuseppe

Ballo da solo
Questa la novità
Ballo e sballo
pescando dal mazzo
per uccidere
al primo colpo
chi intorno al tavolo

Buono cattivo pazzo
non fa differenza,
la morte non è
questione di coscienza
E’ di conoscenze
Tirare fuori o no
l’asso senza un perché,
senza contare fino a tre
Quel che mi spetta
lo prendo da me

Sballo da solo
Non conosco poesia
o gioia, respiro però
l’aria marcia
che santi e diavoli
sempre si fanno

I peccati, se ne ho,
li ho già venduti
al prete e all’editore

In pozze di sangue
sveno l’anima
di chi langue
perché più dolce
alla fine gli sia la fine
Sbaglio forse?
Se sì, sbadiglio
come Dio,
metto poi
nero su bianco
e punto l’editore

Prova a chiedermi un favore
Non puoi immaginare
La risposta già riposa
in una fossa più profonda di te
Prova a farmi un’intervista
Non puoi sperare
di resuscitare Lazzaro
ancora una volta

Prova a chiedermi
cosa mi passa per la testa
Non c’è rischio
che valga la pena
senza condanna,
e non è una novità

Iannozzi Giuseppe sul Trono del Re

Iannozzi Giuseppe sul Trono del Re

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in arte, arte e cultura, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe detto Beppe, poesia e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.