AMEN – di Iannozzi Giuseppe

AMEN

di Iannozzi Giuseppe

amen

La domanda

Nessuno ha mai detto
sarebbe stato facile

Perché pesare il volo d’una farfalla?

Perché giocare a fare il morto a galla?

Galleggia il volo della delusione
Ma non si è alla conclusione

Quante farfalle ancora farfalle?

La rivoluzione

C’era un uomo che più non sorrideva
Neanche agli ideali in cui credeva
Osservato costantemente da quel mondo
Impegnato a fare il suo solito girotondo

C’era un uomo bevuto dal vino
Al solito bar di Gino
A lavorare sul niente
Sputando addosso alla gente

C’era un uomo
Che sognava Piazza del Duomo
Per una grande rivoluzione
Perché era l’unica soluzione

C’era un uomo
Non sorrideva
Non mangiava
C’era un uomo

Un uomo schiantato, rotto il collo
Buttato nel fiume a mollo
Sorride oggi mentre lo porta via la corrente
Dimenticato in un così sia!

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in arte e cultura, cultura, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe detto Beppe, poesia, società e costume e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.