“Stoner” di John E. Williams (Fazi editore). Attualità di un miracolo letterario – di Iannozzi Giuseppe

Stoner di John E. Williams

Attualità di un miracolo letterario

di Iannozzi Giuseppe

Giuseppe Iannozzi presenta Stoner di John E. Williams

Giuseppe Iannozzi presenta Stoner di John E. Williams

John E. Williams ha la rara capacità di disegnare, con pochi tratti, sempre essenziali ed efficaci, i suoi personaggi. In Stoner (Fazi editore) l’autore racconta la vita apparentemente insipida e priva di valore sociale di William Stoner, un giovane che, nonostante sia esso figlio di poveri contadini, riesce a diventare docente universitario. La vita di Stoner è insignificante, è uguale a quella di centinaia di individui, né più né meno; eppure John E. Williams valorizza l’insignificanza esistenziale per innalzarla a perfetto disegno di quella società, che si è purtroppo vaporizzata nell’oblio tra gli anni Dieci e gli anni Cinquanta del Novecento.
Fazi editoreJohn E. Williams, al pari di Fred Uhlman, John Steinbeck e Woody Guthrie (per i suoi romanzi “Questa terra è la mia terra” e “Una casa di terra”), con rapide pennellate dà forma all’uomo, a Stoner. Mai una battuta è fuori luogo e mai l’autore concede alla storia divagazioni superflue. J.E. Williams preferisce di gran lunga lasciare che la psicologia dei suoi personaggi emerga poco a poco, compiendo così un lavoro di scavo psicologico e umano che è pari, se non addirittura superiore, a quello presente nei romanzi di Arthur Schnitzler.
Pervaso da una grande umanità, Stoner è un miracolo letterario, un romanzo che brulica di tutti quei sentimenti rarefatti (forse dozzinali) e che eppur si sono manifestati tra gli anni Dieci e gli anni Cinquanta. J.E. Williams non guarda all’eroe hemingwayano e nemmeno si preoccupa di proporre un antieroe: importante è per l’autore ripescare dall’oblio Stoner e la sua nemesi, portando così a galla, con piena limpidezza, quella quiddità che nel corso della sua esistenza gli è stata negata.
Nel suo Stoner, John E. Williams non appoggia idee politiche né parteggia per un manifesto letterario o altro. J.E. Williams è al di là di tutto questo e William Stoner, nella sua insipidezza blandamente cinica, è il prototipo dell’uomo che vive senza quasi accorgersi di albe e tramonti.
E’ Stoner l’uomo contemporaneo per una discreta e però perfetta rappresentazione del nostro tempo storico, perché la Storia si ripete sempre e in maniera ciclica; e gli anni in cui Stoner compie la sua esistenza non sono poi tanto dissimili dai nostri. E’ forse questa una delle tante possibili ragioni per cui Williams, a distanza di tanti anni, è stato finalmente riscoperto e tratto in salvo da un ingiusto oblio.

John Edward Williams

John Edward Williams (1922-1994), nato in Texas da una famiglia di contadini, partecipò alla seconda guerra mondiale in India e Birmania. Al suo rientro si trasferì a Denver, in Colorado, dove rimase tutta la vita insegnando all’Università. Oltre a Stoner è autore di tre romanzi: Nothing but the night (1948), Butcher’s Crossing (1960, di prossima pubblicazione da Fazi Editore) e Augustus (Castelvecchi, 2010), vincitore del National Book Award.

StonerJohn E. WilliamsFazi editore – collana: le strade – pagine: 334 – ISBN: 978-88-6411-236-7 – Prezzo: € 17,50

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in ACQUISTA, ACQUISTA ONLINE, arte e cultura, attualità, autori e libri cult, consigli letterari, critica, critica letteraria, cultura, editoria, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe consiglia, letteratura, libri, narrativa, recensioni, recensioni con la faccia, romanzi, società e costume e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.