Renzusconi. Intervista esclusiva di Iannozzi Giuseppe

Renzusconi. Intervista esclusiva

di Iannozzi Giuseppe

Renzusconi

Renzusconi

Perché è entrato in politica?

– Perché non avrei dovuto? Berlusconi è un pregiudicato, eppure fa politica. Non vedo dove sia il problema.

Molti contestano la sua alleanza con Berlusconi. Perché?

– Invidiosi. Ho 3 milioni di voti che dicono che io sono il nuovo capo.

Del PD…?

– Gli italiani sono con me. Non è una questione di numeri e di numeri all’interno del partito. Il cambiamento inizia e finisce con me.

Non crede di peccare di presunzione?

– E’ la stessa accusa che per decenni è stata rivolta al Cavaliere. E a Bettino Craxi anche. Un’indecenza. Due uomini che hanno fatto per l’Italia e che la magistratura ha perseguitato.

Come intende cambiare l’Italia?

– Bisogna tagliare i costi della politica.

Come?

– Il Senato è inutile. E anche i senatori sono inutili. Tagliando fuori il Senato e i senatori, avremo un sistema politico più leggero e gestibile.

Il Senato è una garanzia di democrazia.

– E’ un costo inutile.

Dovrebbero deciderlo gli italiani, con un referendum.

– E spendere altri soldi per un referendum? Dobbiamo tagliare le spese. E’ questo che non si è capito.

Si ha l’impressione che lei, Renzusconi, stia cercando di accentrare tutto il potere nelle sue mani.

– E’ la stessa accusa che è stata rivolta a Berlusconi.

Si dice, da più parti, che lei, Renzusconi, è il nuovo Delfino del Cavaliere. E’ così?

– Non ho mai pensato di poter calzare le scarpe di Angelino Alfano.

Perché?

– Non ha gusto. E poi i miei piedi sono ben saldi, mica inflazionati. Alfano è un passatista, non conosce i numeri di questo paese che è stato scalzato dalla cattiva politica.

Di quale cattiva politica parla?

– Dobbiamo guardare avanti ed essere propositivi, ottimisti. Fino ad ora ho sentito solo lamentazioni.

Chi è che si lamenta oggi?

– Gli italiani.

Sono alla canna del gas.

– Non sanno affrontare la realtà con un sorriso.

Ha mai provato a vivere con 400 Euro al mese, a mantenere una famiglia, a pagare le bollette, etc. etc.?

– Anch’io avevo dei problemi, come Sindaco, ma mi sono rimboccato le maniche ed ho affittato Ponte Vecchio agli stranieri ed ho fatto i fiorini. E’ questo lo spirito giusto.

E un padre di famiglia che dovrebbe affittare?

– Non capisco dove voglia arrivare. Io parlo di spirito propositivo e non di Spirito Santo.

Gli italiani hanno fame, non hanno i soldi per comprare il pane.

– Che mangino croissant, per Dio! Non moriranno tutti adesso perché non hanno il pane. I croissant sono un dolce francese, lo sapeva lei?

Perché cambiare la legge elettorale proprio adesso?

– Per arrivare al doppio turno eliminando le larghe intese. Italicum. Basta con i piccoli partiti che raccolgono cinque, sei, sette milioni di voti. Non sono numeri utili alla democrazia questi.

Non sono voti? Si spieghi.

– Ci sono circa 60milioni di italiani. Che vuole! Sette milioni di italiani che votano per Gaio Muzio Scevola non fanno l’Italia né la democrazia.

Lei però ha preso soltanto 3 milioni di voti, all’interno del suo partito. Secondo il suo ragionamento, lei è fuori da quel concetto di democrazia che qui oggi espone.

– Sei bello e ti tirano le pietre, sei brutto e ti tirano le pietre… L’intervista finisce qui.

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe detto Beppe, politica, politici, satira e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Renzusconi. Intervista esclusiva di Iannozzi Giuseppe

  1. furbylla ha detto:

    cosa vuoi che ti dica? ho un fastidioso senso di impotenza..e schifo
    cinzia

    "Mi piace"

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Ciò però ti conferma la mia primissima cattiva impressione su Renzi. Ricordi, vero?

    bacione

    beppe

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.