“Anima spezzata” di Iannozzi Giuseppe e segnalazione “L’ultimo segreto di Nietzsche” (Cicorivolta edizioni)

Anima spezzata

di Iannozzi Giuseppe

fontana_by_Chatterly
La fontana è opera di Valeria Chatterly Rosenkreutz


frecciaL’ultimo segreto di Nietzsche
(Il ritorno del filosofo a Torino)
nelle librerie Feltrinelli a soli € 11,05

L'ultimo segreto di Nietzsche - Iannozzi Giuseppe

L’ultimo segreto di Nietzsche (Il ritorno del filosofo a Torino)
Beppe IannozziCicorivolta edizioni
ISBN 978-88- 97424-77-2 – pagine: 230 – prezzo: € 13,00

freccia Leggi su Cicorivolta edizioni dei brani estratti dal romanzo
freccia
Leggi la recensione di Dario Bentivoglio sul sito Cicorivolta edizioni
freccia Leggi la recensione di Gordiano Lupi sul sito Cicorivolta edizioni
freccia Leggi la recensione di Fabio Fracas su Macademia
freccia Leggi l’intervista a Giuseppe Iannozzi su Postpopuli.it
freccia
Leggi Iannozzi Giuseppe intervista sé stesso

In vendita anche online su:

LA FELTRINELLIIBSLibreriaUniversitariaUNILIBROAMAZON.IT


E pensi che,
che il mattino sia tutto nel caffè
e nel sapore che ha,
nella lama di luce che sfiora i tuoi capelli
o nel sorriso d’un amore avuto e subito andato;
ma c’è una preghiera amica che,
che si ripete per te in mille voci:
non è troppo tardi se stringerai la mia mano,
non è troppo tardi se amerai il poco che c’è.

E immagini che,
che la notte sia un Vampiro
che prende tutto il meglio di te
lasciandoti sola con te stessa,
come una fontana di lagrime prosciugata.

E sei convinta, più che convinta che,
che l’Anima è ormai spezzata nello specchio
e che gl’occhi son ostaggio d’un fragile rimando;
abbracci il cuscino, un po’ di solitudine,
e continui a ripetere a te stessa
che Gesù fu solo ma mai quanto te,
e che tra i Getsemani almeno in tre gli furono fedeli
affidando le loro anime al frantoio per un po’ d’olio nel sonno:
ma non è troppo tardi se rifiuterai l’amaro calice della Passione,
ma non è troppo tardi se rifiuterai l’amaro calice della Passione.

E’ difficile accettare che,
che il mondo non rallenti la sua corsa
e che la Guerra Fredda continua da Est a Ovest.
E’ dura la strada da percorrere
anche se avevi giurato a te stessa
che mai più avresti camminato a piedi scalzi.
Ogni notte si presenta uguale a sé stessa
ed è un Angelo a sedurti,
ma poi ti tradisce nelle spoglie d’un Vampiro
per lasciarti sola con la stanchezza del cuscino,
come una fontana di lagrime prosciugata.

“Non posso credere ai miei occhi!
Questo inverno non passa mai,
questo freddo si fa sempre più sordo;
e non c’è una ragione per continuare a vivere,
e non c’è un amore per continuare a morire.”

“Non posso credere ai miei occhi!
Questa notte si fa lunga come il culo dell’Inferno,
questo fuoco divora anche la cenere che non è più;
e non c’è una ragione per continuare a vivere,
e non c’è un amore per continuare a morire.”

Sette peccati capitali,
sette anni di sfiga per uno specchio rotto.
Non tutti i mali vengono però per nuocere:
c’è ancora aria che si possa respirare
e quella canzone che ti ha innamorata.
E tu sempre scopri solitari fiori di luce
dove solo il deserto osa posar la sua mano.

Sette giorni per creare il mondo
e solo tre per sconvolgerlo in Croce.
Non tutti i mali vengono però per nuocere:
c’è ancora un sole da scoprire
e tutto l’amore che Dio non ha osato dire al Figlio.
E tu sempre piangi in silenzio
quando un’ape ti ruba un po’ d’amore
e un po’ di biondo fra i capelli.

Non è troppo tardi se stringerai la mia mano,
non è troppo tardi se amerai il poco che c’è,
se rifiuterai l’amaro calice della Passione.

“Oh Gesù bello! Perché,
perché la notte è come il giorno e viceversa?
Sembra che non debba mai aver fine
l’eternità di questa mia anima spezzata,
il prosciugamento di questa fontana di lagrime.”

“Ho visto amori sorgere e tramontare,
ed ancora cattedrali di paure;
ma nel tuo silenzio era l’universo,
occhi che hanno amato e odiato;
nei tuoi occhi, che non sanno più sorridere,
era riflesso l’universo intero.” *

E pensi che,
che la sera sia tutta in un bicchier di vino
(né mezzo pieno, né mezzo vuoto)
e nel sapore metallico che lascia in bocca,
nella lama d’ombra che accoltella il tuo capo biondo
o nel sorriso d’un dolore avuto e subito andato;
e c’è una preghiera amica che,
che si ripete per te in mille voci:
non è troppo tardi se stringerai la mia mano,
non è troppo tardi se amerai il poco che c’è,
se rifiuterai l’amaro calice della Passione.

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe, giornalista, scrittore, critico letterario
Questa voce è stata pubblicata in ACQUISTA ONLINE, arte e cultura, Beppe Iannozzi, consigli letterari, cultura, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe detto Beppe, libri, poesia, promo culturale, romanzi, segnalazioni, società e costume, Valeria Chatterly Rosenkreutz e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a “Anima spezzata” di Iannozzi Giuseppe e segnalazione “L’ultimo segreto di Nietzsche” (Cicorivolta edizioni)

  1. furbylla ha detto:

    oh cavolo cavolo Beppe!!!! è meravigliosa appena terminata di leggere son rimasta qualche secondo così.. a fissarla..tu non puoi scrivere poesie così.. 🙂
    cinzia

    Mi piace

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Come? Non posso scrivere così! 😉 E’ mia mia. Lo so, è un po’ tanto ingenua. Ma è quel che è.
    L’ho scritta quanti anni or sono? Quasi dieci.

    Bacioni, Mamma Lupa

    beppe

    Mi piace

I commenti sono chiusi.