Poesie per Vany, la mia Regina – di Iannozzi Giuseppe

Poesie per Vany, la mia Regina

di Iannozzi Giuseppe

vany cartoon

regina vany

a Romantica Vany,
che ha paura
e che il mio abbraccio cerca

La mia Regina paurosa

Oh, povera la mia Regina
Fino in fondo ha letto
la mia nascosta raccolta di poesie
e tosto l’ha ghermita l’ansia
Chissà se stanotte dormirà,
o se invece cogl’occhi sbarrati
affronterà le ore del buio

Avrà di certo un diavolo di terrore,
pregherà con il cuore in petto
a batterle forte forte
Di tanto in tanto poi guarderà
sotto al letto per tema
di scoprire che nascosto
se ne sta pacifico un orco
o un uomo nero
E nel cavo della notte griderà,
senza motivo piangerà
invocando il nome amato

Come agnellino da latte
darà belati su belati,
sperando che il Re adorato
venga presto a portarla via
dalla gola del terrore
in cui è sprofondata
ma non per colpa sua

Oh povera, povera Regina
Mai avrebbe dovuto scoprire,
leggere il nero mio inchiostro
che talvolta, goccia dopo goccia,
sulla vergine pagina si scioglie
per dar vita a orrende creature
Danno però è stato oramai fatto
e sol più può sperare che il Re
da Lei torni veloce al galoppo
per proteggerla in un abbraccio
dagl’incubi che fantasia produce

Il giardino della Regina

Il cancello del giardino
con passo stanco attraverso
e infine busso piano piano
alla tua porta che muta rimane
Ad attendermi un turbine
di foglie sullo zerbino arcobaleno
I tuoi gatti mi si fanno dappresso
Miagolano forte, cercano le mie mani
nelle tasche infreddolite;
faccio loro una carezza sotto il mento
e subito fuggono via dispettosi,
egoisti e felici, a modo loro
più coscienti di me delle stagioni,
degli amori consumati a lume di candela

Imprecando, di nuovo busso
Chiamo il tuo nome, ti chiamo Regina
Risponde il tuo cagnolino e il silenzio
Come un fesso rimango sull’uscio
con la coda fra le gambe
Busso allora duro con il pugno chiuso
fino a sbucciarmi ben bene le nocche;
non rispondi, ma dispettoso
un riccio di castagna mi becca in testa
e mi ricorda che è l’autunno
e che nel bosco ti devo cercare

Foglioline

Raccoglile
Raccoglile tutte
le foglioline
che ora qui cadono
Dàgli casa
nel caldo grembo
delle tue manine

E’ novembre, sì
Ma sul tuo cuore
sempre c’è tepore
per chi, come me
stanco, gli è desio
di riposare
almeno un po’

Regina dei Sogni

Sogni, sogni sempre tanto,
anche a occhi aperti
E sempre c’è uno spicchio di sole
che rimbalza nella tua anima
che il freddo del verno disprezza

Sogni, sogni più di Chopin
e ogni scusa è buona
per versar dolcezze bambine
in un romanticismo vecchio stampo

Chissà quante piante
e quante varietà di fiori
nel tuo giardino;
sull’altalena, o in bici
pedalando piano-forte
lanci alto un grido
e un altro ancora,
ed è felicità, la religiosità
che dì dopo dì
ti mantiene bella e profumata
come Mela del Peccato

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in amore, arte e cultura, cultura, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe detto Beppe, poesia, Viola Corallo e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Poesie per Vany, la mia Regina – di Iannozzi Giuseppe

  1. romanticavany ha detto:

    Ti ringrazio di cuore di questa ricca e premurosa pagina.

    C’è poco da dire, ormai tu mi conosci bene, cerco sempre di trovare nei sogni o anche nella vita di tutti i giorni piccoli pezzi di paradiso. Mi perdo spesso a fantasticare e mi astraggo dai notiziari e dagli episodi che accadono ahimè tristi.
    Vestire di luce buona tutto il mondo non è possibile il bene ed il male si scontrano sempre e siamo fortunati se non veniamo colpiti o sfiorati dalle tragedie che ogni giorno ascoltiamo o leggiamo nei notiziari o nei quotidiani.
    L’importante è che tu possieda tutte queste qualità nello scrivere per narrarci del bene e del male,del serio e culturale del romantico e del poetico.
    Mio caro King c’hai un gran testone!!;))))
    Complimenti!!

    Bacetti e lekkatine
    ♥ vany

    "Mi piace"

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Hai ragione, mia Regina, c’ho un gran testone e si vede.

    😀

    Buondì, Piccolina. C’è il sole, è una giornata romantica, una di quelle che piacciono a te. ♥ ♥ ♥

    orsetto testone di VaNY

    "Mi piace"

  3. romanticavany ha detto:

    ♥ vany

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.