L’uso dell’ “io” in poesia… e la poesia di Giovanni Abbate

Giovanni Abbate

Giovanni Abbate

Giovanni Abbate

Sul suo blog (giovanni-abbate.blogspot.it/), il poeta Giovanni Abbate segnala e riprende un mio articolo: Un pregiudizio l’ “io” in poesia, caro Aldo Nove?

Vi invito a leggere l’articolo segnalato, ma soprattutto le poesie di Giovanni Abbate. Sue liriche sono presenti sul blog ma anche sul suo sito personale (giovanniabbate.wix.com/poet).

Blog e sito del poeta Giovanni Abbate entrano di diritto, per merito, nel mio blogroll.

Mi permetto qui di riportare una poesia di Giovanni Abbate:

ELEGIACA

Febbraio fu troppo corto
l’anno duemilaquattro.
Non si levò ancora giorno
quando valicasti il segreto
con la grammatica del
distacco.

A quell’improvvisa procedura
(che fu come di partenza)
assistetti fatto a uomo: inutile
fu cercare la parola
che parlasse quella stessa lingua

e per lo stradone antico
sprofondano ora i miei passi
nel baratro della tua assenza.

Nella notte dell’attesa
leggero ti sia – padre –
leggerissimo il sonno.

© Giovanni Abbate

Giovanni Abbate

Giovanni Abbate

GIOVANNI ABBATE – Nasco a Sessa Aurunca (pr. di Caserta) il 2 febbraio 1963.
All’età di cinque anni seguii la mia famiglia a Torino, dove ho vissuto la gran parte della mia vita, formandomi nel corpo e nella mente.

​Dal 2002 vivo e lavoro a Firenze.

Pubblicazioni:

Formicaio barocco (2004);

Il venditore di suoni tattili  (2007). La poesia “A Primo Levi”, tradotta in francese da François Rastier, è stata presentata alla Maison Heinrich Heine, presso la Città Universitaria di Parigi, per il ventennale (aprile 2007) dalla morte dello scrittore e poeta torinese.

Nel 2010 ho pubblicato Vocianti , mia terza raccolta.

​Nel corso degli anni, miei testi sono apparsi su varie riviste e portali letterari.

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in arte e cultura, cultura, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe detto Beppe, poesia, riflessioni, segnalazioni e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.