Andate a fare in culo – di Iannozzi Giuseppe

Andate a fare in culo

di Iannozzi Giuseppe

vaffanculo

E poi far la faccia convincente
E poi far la faccia che conviene
alla solita star di turno
che s’incazza di brutto
se non glielo dici almeno
almeno dieci volte al dì
che è proprio lei la migliore
E poi far la faccia così,
da buffone,
da perfetto coglione

Le mie parole se le venderanno
all’incanto, per un albergo a ore
Le diranno quelle d’un poeta,
di uno di talento, senza spavento
nella penna e in petto
Poi, la faccia mia su quella loro,
la mia faccia da perfetto buffone,
da coglione pari e pari,
questo sperano

A letto mi vorranno,
venduto a destra
e girato a sinistra,
e molleggiato al centro
Un perfetto, un perfetto buffone
Un perfetto, un perfetto coglione
che da tutti in culo
se lo dovrebbe prendere
senza fiatare,
a comando dell’acqua santa
e del diavolo di turno

Ma la faccia che loro vorrebbero,
da coglione, non gliela faccio
né ora né davanti a dio
E allora mandatemi a cagare,
senza manco in mancia un’avemaria;
e vada pure per una maledizione,
quella che di sicuro mi tirerete

E così, andate a fare in culo voi e la poesia
e tutto quello che conviene, che conviene
E tutto quello che conviene, che conviene
E tutto quello che conviene, che conviene

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in arte e cultura, cultura, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe detto Beppe, poesia, società e costume e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.