Vi racconto Nicola Violante, il mio poliziotto “mastino” – di Celeste Bruno

Vi racconto Nicola Violante,
il mio poliziotto “mastino”

di Celeste Bruno

celestebruno.mafiagiustizia.it

Leggi anche: Celeste Bruno autore di TI SPARO (Cicorivolta edizioni). Intervista all’autore di Iannozzi Giuseppe

Celeste Bruno - vita da sbirroOriginario dei quartieri Madonnella-Japigia, Celeste Bruno (all’anagrafe Celestino), milanese d’adozione, è nato a Bari 55 anni fa.
Commissario di Polizia, sposato, due figlie, a Milano dal 1977, ha iniziato come poliziotto di frontiera aeroportuale, poi Volanti e Squadra Mobile per oltre 21 anni, investigando su omicidi, sequestri di persona, prostituzione, tratta di esseri umani, crimine organizzato. Ha all’attivo brillanti operazioni svolte in tutta Italia e all’estero, attestate da onorificenze ed encomi. Ritenuto uno stratega, ha risolto l’80% dei casi indagati. Tra questi, i delitti di Marina Scrigna, Bob Caselli, Graziella Girgenti e il triplice omicidio compiuto da Luca Moz, il primo serial killer certificato in Italia. Centinaia i sequestri di immobili tra appartamenti, centri estetici e club privé derivati dalla sua attività investigativa. Tante le donne liberate dai loro aguzzini. Le operazioni “Meeting Stop”, “Silva”, “Ponte Lambro”, “Faenza Commandos” e quelle condotte tra Libia, Crotone e Milano denominate “Kafila” e “Al Matba”, le sue più note indagini; oltre all’arresto di un bancarottiere israeliano e la disarticolazione di clan criminali internazionali e di stampo mafioso. Nel 2004 ha scritto e pubblicato con Michele Focarete, cronista del Corriere della Sera, “Milano ad ogni ora” (Biblioteca dell’Immagine); nel 2009, con il giornalista e scrittore Paolo Brera, ha dato alle stampe “La Mobile” (Mursia) e, nel 2010, “L’artificiere” (Altravista).

nota dell’autore:

“La Mobile”, “L’artificiere”, “Milano ad ogni ora”, raccontano fatti di cronaca noir e retroscena investigativi, introspettive dei vari partecipi e le gesta di un ispettore della Mobile, il barese Nicola Violante, detto “il mastino”, personaggio nato dalla penna di Celeste Bruno e ispirato da Paolo Brera, autore di numerose opere e apprezzati saggi.  Insieme hanno condiviso le pubblicazioni de “La Mobile” (Mursia) e “L’artificiere” (Altravista) scritti con un linguaggio immediato, ma le gesta del “mastino della Mobile” proseguono nelle successive pubblicazioni quali “Ti Sparo” (Cicorivolta) e “La Torre Saracena”, di prossima pubblicazione.

Nicola Violante, è ”l’altro Io”, indica una identità segreta ma sviscerabile, vestendo i panni di un eroe dei nostri tempi, vicino ai comuni mortali e distante dai Poteri, scegliendo di servire le istituzioni facendosi servo della gente.

Rappresenta l’alter ego del reale personaggio ma anche i desideri, le volontà, le speranze di coloro che si avvicinano al suo mondo, riuscendo a far immergere i lettori nelle vicende narrate, rendendoli partecipi inconsapevoli o testimoni involontari di fatti che molto spesso avevano solo letto su qualche quotidiano o ascoltato dal notiziario.

Alla Barona, Ponte Lambro, Baggio, Stadera o Quarto Oggiaro come in via Montenapoleone, le modalità di approccio di questo investigatore non cambiano.

Libero da condizionamenti ideologici di qualunque natura, corre sulla strada, inseguendo il suo senso di giustizia, nella speranza che tale esigenza non lo soffochi, imprigionato dal suo stesso essere anche dallo zodiaco, perché Lui, nato l’11 ottobre,  è un bilancia puro.

La Bilancia è percezione esteriore equilibrata dall’intuito. Questa unione genera buon senso e prudenza. Gli individui dominati da questo influsso costituiscono la scuola razionalistica dei pensatori del mondo. Raffigura l’equilibrio delle forze della natura e contiene il mistero dell’iniziazione degli antichi. Sulla carta universale, questo segno diventa Enoch, l’uomo perfetto. La Bilancia è la seconda emanazione del Trigono d’aria, è la costellazione di Venere.

L'artificiere

L’artificiere

E Nicola Violante personifica tutto quello che il suo segno esprime: bellezza, sviluppato senso dell’equilibrio, gentilezza, generosità, comprensione, pazienza, sopportazione, lealtà. Detesta le meschinità e le ingiustizie, libero da pregiudizi, dotato di una forte dose di intuizione, a volte non controlla  le proprie emozioni. Persegue e raggiunge il successo. La fervida immaginazione lo conduce, spesso, al pensiero geniale.

Deve guardarsi da periodi di malinconia, di depressione, ricercando la compagnia di persone allegre e diversivi, quali viaggi, vacanze, ricreazioni, teatro. Affettuoso e ardente in amore anche se tali comportamenti mutano a seconda degli umori.

Può apparire posato e calmo ma nasconde la fiamma di una natura appassionata e in amore, seppur ferito, sopporta e si sacrifica e per la sua leggerezza, a volte è frainteso da chi lo ama, anche perché capace di interessarsi contemporaneamente a più persone. L’essere leale, attira amicizie e confidenze da cui viene a volte deluso.

I particolari segni esteriori di Nicola Violante: l’orologio al polso destro, l’anello  al dito medio, eleganza nel portamento, nel vestire, nel modo di porsi. Se al supermercato, in una libreria o nella folla notate un tipo con queste caratteristiche, attenzione, potrebbe essere lui perchè Nicola Violante è uno di noi ed è tra noi.

Milano ad ogni ora (Biblioteca dell’Immagine)

“In alcuni chilometri di grigio asfalto e tra enormi palazzoni dormitorio trovi di tutto….oltre 200 case d’appuntamento, una cinquantina di club scambio coppie, un migliaio tra prostitute e travestiti in strada…”

 La Mobile (Mursia)

“Indagini che si addentrano nei meandri più nascosti della malavita che regna tra il giorno e la notte della metropoli milanese”

L’Artificiere (Altravista)

“ Un thriller denso di pathos. Una narrazione cruda e coinvolgente che dipinge gli scenari investigativi con vivido realismo. Un intreccio di sensualità e sofferenze.”

 Ti Sparo (Cicorivolta)

“La vita violenta di un ex poliziotto da uomo di legge a boss”

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in attualità, autori e libri cult, controinformazione, critica, critica letteraria, cultura, editoria, giustizia, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe detto Beppe, letteratura, libri, narrativa, NOTIZIE, notizie italia, promo culturale, romanzi, saggistica, società e costume e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.