Chi come me (ballate dark) di Iannozzi Giuseppe + promo ”L’ultimo segreto di Nietzsche” di Beppe Iannozzi (Cicorivolta edizioni)

Chi come me (ballate dark)

di Iannozzi Giuseppe

end of the world


frecciaL’ultimo segreto di Nietzsche
(Il ritorno del filosofo a Torino)
nelle librerie Feltrinelli a soli € 11,05

cico_feltrinelli

L'ultimo segreto di Nietzsche - Iannozzi Giuseppe
L’ultimo segreto di Nietzsche (Il ritorno del filosofo a Torino)

Beppe IannozziCicorivolta edizioni
ISBN 978-88- 97424-77-2 – pagine: 230 – prezzo: € 13,00

freccia Leggi su Cicorivolta edizioni dei brani estratti dal romanzo

freccia Leggi la recensione di Dario Bentivoglio sul sito Cicorivolta edizioni

freccia Leggi la recensione di Dario Bentivoglio sul sito Jujol Cultura e Spettacoli

freccia Leggi la recensione di Dario Bentivoglio sul ArteInsieme


VIENI CON ME

il mio nemico è l’unico a conoscermi meglio di me stesso
così credo che dimenticherò la morbidezza delle tue labbra
e il velluto dei tuoi capelli perché adesso ho bisogno di me
ma solo per quella parte che mi spetta, che mi aspetta da una vita

dio muove ancora guerre di religioni
e l’uomo si accomuna al suo ego
questo tempo se ne sbatte se è giusto o sbagliato
e ciò che più temo è il mio nemico
così questa volta chiuderò una volta per tutte la partita
e non farà differenza se ho o non ho le carte in regola

ho fatto un sogno, ma tu vieni con me
ho fatto poco, ma tu vieni con me lo stesso
non ho altro, non ho altro a parte me stesso
non ho una fede, non ho altro a parte il mio nemico
ma tu, tu vieni con me anche se non c’è speranza
perché c’è una parte di me che mi aspetta da una vita

è come l’incipit di un libro mai scritto alla fine di questo amore
è come la fine di una menzogna che sanno tutti, questo amore
così credo che dimenticherò la profondità della tua bocca
e il ventaglio nascosto fra i tuoi capelli che sbadigliava i miei sbagli
perché c’è una parte di me che mi spetta, che mi aspetta da una vita

dio muore ogni giorno sulle strade di chi fa la vita
e l’uomo lo sa, e l’uomo lo sa che così si presta al suo gioco
questo tempo se la gode quando a cadere sono i più deboli
e ciò che più temo è il mio nemico
così questa volta chiuderò una volta per tutte la partita
e non farà differenza se ho o non ho le carte in regola

ho fatto un sogno, ho fatto poco, ma tu vieni con me
non ho altro, non ho una fede, ho solo il mio nemico
ed è proprio l’unico a conoscermi meglio di me stesso
ma questa volta, questa volta vieni con me, vieni con me
perché non c’è il sole che splenda o la luna che segni il cammino
perché c’è una parte di me che mi aspetta da una vita, da una vita

ma tu vieni con me anche se è sbagliato
ma tu vieni con me anche se ti dimenticherò
perché c’è una parte di te che ti aspetta da una vita
mio nemico, è l’unica cosa di cui sono certo

CHI COME ME

credevo la strada perduta
ogni salita era solo una salita
così cadevo sempre più a fondo
in me stesso, e non in un altro amico

mi dicevano, “segui la tua strada!”
e l’ho seguita con una chiave e un campanello
da tutti evitato, ho preso a sassi le stelle

mi dicevano, “respira a fondo!”
e mi sono soffocato con le parole in bocca
nessuno ascoltava la lieta novella

credevo la strada perduta
ogni salita era solo una salita
e betlemme troppo lontana

credevo che dovevo smettere di credere
e così alla fine mi sono deciso
a lasciare la strada che dicevano essere la mia
ho deciso io quando mettere la parola fine

via l’oro l’incenso e la mirra, via anche
la chiave e il campanello dalla mio collo

sono arrivato nudo come una preghiera
e ho trovato un amico a stringere la mia mano
anche se stanca e debole

sono arrivato crudo come solo un uomo sa essere
e ho trovato chi come me a reggere la vita

CHE SIA LUCE, ORA!

ho bisogno di un accendino
e di una luce che illumini
la punta della solitaria sigaretta
che pende fra le mie labbra

ho bisogno di una fiamma
che sia luce
che sia luce, ora!

non avresti dovuto portare via
con te l’accendino
ma per farti bella agli amici
dici che ancora mi vuoi bene

SERENA

Sei il giorno, Serena?
O un universo
che a pezzi cade
nel canto d’una sirena?

Come attacco di panico
abbatti castelli di carte,
poi sogni ch’era un sogno.
Le mani incastrate fra i capelli
ti tradiscono ancora una volta
e ti ricordano chi sei stata
e chi ti ha voluta a sé accanto.

Un fosco angelo ti scrive il suo nome
mentre riposi l’anima sulla sua piuma.
Ti ha fatto del male ma anche del bene:
adesso hai proprio bisogno d’una doccia
e d’un’amica che ti stia ad ascoltare.

Sei serena
quando la notte viene?
O ti agiti fra lenzuola
stringendo il cuscino?

Come una donna in urlo
gridi il silenzio
perché sei Serena
negli svarioni della memoria!

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in arte e cultura, attualità, autori e libri cult, Beppe Iannozzi, casi letterari, consigli letterari, cultura, editoria, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe detto Beppe, libri, poesia, promo culturale, romanzi, segnalazioni, società e costume e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.